Cuori di frolla al cocco e cioccolato al latte

Cari lettori,

da qualche tempo volevo provare a realizzare una frolla diversa dal solito e facendo le mie solite ricerche nel web, ho scoperto la variante al cocco, che è uno fra i miei ingredienti preferiti! Ho pensato subito di accostarla a del cioccolato perché cocco e cioccolato formano un connubio idilliaco insieme.

Io ho preparato questi biscotti a San Valentino, a forma di cuore e li ho decorati sia con il cioccolato fondente, sia con quello al latte ( come vedete nelle foto) ma ovviamente voi potete prepararli in tutte le occasioni e di tutte le forme che più preferite! Inoltre la frolla al cocco, essendo friabile e profumata si presta benissimo anche come base per tartellette alla crema e crostate. In pratica è una ricetta jolly che vi può tornar utile in qualsiasi momento ne abbiate bisogno.

Il profumo che emana questo impasto, finché è in forno è sublime! Provateli e vedrete che piaceranno a tutti!

Per circa 30 cuori medi:
  • 200 g farina 00;
  • 80 g farina di cocco;
  • 120 g burro;
  • 100 g zucchero semolato;
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci;
  • 1 uovo medio;
  • 200 g cioccolato al latte.

 

Preparazione:

1) Per prima cosa, versate in una ciotola la farina 00 e la farina di cocco, unitevi anche il burro e cominciate ad impastare con le punte delle dita. Quando il burro sarà distribuito uniformemente, aggiungete anche il lievito, lo zucchero, il pizzico di sale e infine l’uovo. Impastate nuovamente finché riuscirete a formare un panetto omogeneo. Avvolgete l’impasto nella pellicola e trasferitelo in frigo a riposare per un’ora.

IMG_5998

2) Trascorso il tempo di riposo, stendete l’impasto su un foglio di carta forno e ritagliate i biscotti delle forme che più vi piacciono, io ho utilizzato uno stampino fatto a cuore dato che li ho preparati per San Valentino. Cuoceteli a 180°C, in forno preriscaldato per circa 10 minuti ( devono risultare ben dorati sui bordi e anche sotto).

IMG_5764

3) Una volta usciti dal forno, mettete i vostri biscotti su una gratella a raffreddare e nel frattempo, sciogliete il cioccolato al latte a bagnomaria, prestando attenzione che il recipiente con il cioccolato non tocchi l’acqua sottostante. Immergete metà biscotto nel cioccolato fuso e poggiatelo sulla carta forno ad asciugare oppure decoratelo a piacere con un conetto di carta. Se volete renderli ancora più carini, potete anche utilizzare degli zuccherini rossi a forma di cuore e scrivere Love con della glassa reale, come ho fatto io, altrimenti lasciateli al naturale….saranno buonissimi ugualmente!

IMG_6212    IMG_6210

IMG_6247

Se questa ricetta ti è piaciuta, cercami anche su Facebook e su Instagram (@gloriaturetta19) e lascia un bel mi piace per rimanere sempre aggiornato sulle novità del mio blog! A presto!!

Continue Reading

Chocolate and hazelnut kisses

Hi bakers,

Saint Valentine’s day is getting closer and closer and maybe you’ve wondered what you could give as a present to the loved ones in your life. Luckly I have the perfect thing to suggest you.

These easy and quick chocolate kisses were invented in the first decades of the last century by a famous Italian woman, Luisa Spagnoli, who used to sell them wrapped up with a love message. These chocolates became so famous that they spread all over the world and now they’ve become the most perfect gift for St. Valentine’s day! Today I’m going to show you how to make them in 3 easy steps.

I suggest you to arrange the kisses in a nice box, decorate it with a pretty ribbon and a label and get ready to have the most amazing Saint Valentine’s present ever. Your partner is gonna love it!

 

For 15 chocolate kisses:
  • 60 g milk chocolate,
  • 10 g butter;
  • 60 g hazelnut chocolate spread;
  • 60 g finely chopped tosted hazelnuts;
  • 15 whole hazelnuts;
  • 200 dark chocolate;
METHOD:

First step: melt the milk chocolate and the butter on a double boiler; once melted, remove from the heat and stir in both the hazelnut chocolate spread and the finely chopped hazelnuts. Combine all of these ingredients with a spoon, then cover the bowl with some cling wrap and place it in the fridge for an hour or in the freezer for 20 minutes, if you want to speed the whole thing up.

IMG_5405     IMG_5410

Second step: once the mixture has turned pretty solid, scoop out small amounts of it and form small balls with the palms of your hands. Arrange these balls on a tray, lined with some greaseproof paper and top each ball with a whole hazelnut, pressing it gently on the surface of the mixture. Allow your chocolates to cool down completely in the fridge for half an hour.

IMG_5448     IMG_5450

Third step: melt the dark chocolate over a double boiler and dip the cold kisses in. When nicely covered in chocolate, pull them out with a couple of forks and place them on a cooling rack. You’ll soon start seeing that the dark chocolate sets pretty quickly because of the thermal shock, due to the direct contact with the cold mixture.

Store your chocolates in the fridge before wrapping them up.

EASY CHOCOLATE’S TEMPERING TECHNIQUE:

  1. In order to have a beautifully tempered chocolate you need to melt 150 g of finely chopped dark chocolate and bring it to a temperature of 48-49°C ( you definitely need a chocolate thermometer).
  2. Then remove the chocolate from the heat and add 50 g of coarsely chopped chocolate ( in this phase you want to slowly melt the chocolate , that’s why pieces of chocolate are bigger than before) and check when the chocolate’s temperature lowers to 28-29°C.
  3. Finally transfer the chocolate back to the heat and warm it up until it reaches 30-32°C, which is the ideal chocolate temperature.

Tempering chocolate is essential when you deal with this fantastic ingredient because this specific procedure makes sure the chocolate doesn’t modify its own chimical structure and it makes chocolate easier to work with.

Thanks to this technique you’ll have wonderfully smooth, silky and professional-looking chocolates.

 

IMG_5627    IMG_5592

IMG_5631

If you liked this recipe, feel free to sign up on my website and to follow me on my Instagram account (@gloriaturetta19) and on my Facebook page. See you soon!:)

 

Continue Reading

Baci di cioccolato e nocciole

Cari lettori,

se non avete ancora pensato a cosa regalare a San Valentino oppure ci avete pensato e proprio non vi viene in mente nulla, la risposta in entrambi i casi ve la do io!

Giusto la settimana scorsa ho visto in tv una serie a due puntate sulla vita di Luisa Spagnoli, imprenditrice di inizio Novecento e inventrice del noto cioccolatino a base di nocciole e da lì la voglia di provare a farli a casa mi è scattata immediatamente. I baci sono molto più semplici da fare di quanto si possa pensare, basta solo seguire qualche piccola accortezza come quella del temperaggio del cioccolato, che vi spiegherò brevemente qui sotto.

Potete incartarli singolarmente oppure confezionarli in una bella scatola e potete persino aggiungerci dei bigliettini con gli aforismi più celebri, per dare quel tocco in più che li renderà unici e personalizzati. Vedrete che i vostri innamorati li adoreranno!

 

Per 15 baci di cioccolata:
  • 60 g cioccolato al latte;
  • 10 g burro;
  • 60 g granella di nocciole;
  • 60 g crema gianduia ( io ho scelto una crema spalmabile alle nocciole priva di olio di palma);
  • 15 nocciole intere;
  • 200 g cioccolato fondente.

 

Primo step: in un pentolino a bagnomaria, sciogliete il cioccolato al latte sminuzzato, con il burro. Una volta sciolto, rimuovete il pentolino dal bagnomaria e aggiungete la crema spalmabile al gianduia e mescolate accuratamente. Aggiungete anche le nocciole tostate e tritate e amalgamate il tutto. Trasferite il composto in frigo per un’ora o nel freezer per venti minuti se volete accorciare i tempi.

IMG_5405     IMG_5410

Secondo step: quando il composto sarà ben freddo, prelevate poco impasto per volta e formate 15 palline, sopra ciascuna delle quali, andrete a posizionare una nocciola intera: ecco che i baci cominciano a prendere forma! Trasferite nuovamente in frigo per mezz’ora in modo tale che il ripieno si solidifichi ulteriormente.

IMG_5448     IMG_5450

Terzo step: per la copertura, tritate finemente il cioccolato fondente, mettetelo in un pentolino e fatelo fondere a bagnomaria, prestando attenzione che l’acqua non tocchi il fondo del pentolino con il cioccolato (per una migliore rifinitura, seguite la tecnica del temperaggio, illustrata qui sotto). Immergete i baci ben freddi e copriteli interamente di cioccolato; con l’aiuto di due forchette estraete il cioccolatino e lasciate cadere il cioccolato in eccesso prima di posizionarlo su di una gratella.

Noterete, man mano che procedete, che il cioccolato si solidificherà per shock termico, ovvero per contatto diretto con una superficie fredda, come quella del bacio stesso.

Conservate i baci in frigo, fino al momento di confezionarli.

TECNICA DI TEMPERAGGIO DEL CIOCCOLATO FACILITATO:

  1. Per un temperaggio più semplice di quello classico, fate fondere 150 g di cioccolato fondente, tagliato finemente, fino ad una temperatura di 48-49°C.
  2.  Rimuovete il pentolino dal bagnomaria e aggiungete i restanti 50 g di cioccolato a pezzi piuttosto grossi ( lo scopo è quello di raffreddare il cioccolato lentamente e portarlo ad una temperature di 28-29°C).
  3. Infine rimettete il pentolino sul bagnomaria e scaldate nuovamente fino ad innalzare la temperatura del cioccolato a 30-32°C, che è la temperatura ottimale per lavorare il cioccolato.

Lo scopo di questa tecnica è fare in modo che il cioccolato conservi la propria struttura chimica ( i cristalli del burro di cacao dovrebbero mantenere una dimensione tra loro uniforme) e le proprie caratteristiche organolettiche. Un cioccolato ben temperato è più stabile, più lucido e si lavora meglio, inoltre è l’unico modo per ottenere cioccolatini dall’aspetto professionale, che fanno “crick crock”, quando li si addenta.

 

IMG_5627     IMG_5592

IMG_5631

Se questa ricetta vi è piaciuta e volete vederne delle altre, iscrivetevi al mio sito e seguitemi sul mio account instagram (gloriaturetta19) e sulla mia pagina Facebook!:) Ciao!

 

Continue Reading