Hot cross buns

Cari amici,

Buona Pasqua!!!!

Questi sono giorni assolutamente frenetici per me perché le feste come Pasqua e Natale richiedono sempre moltissimi organizzativi e tanto tanto impegno. Vi lascio però, una ricetta che ho sperimentato in questi giorni e che è davvero fantastica per una colazione pasquale da urlo. 

Gli hot cross buns sono dei panini dolci molto profumati e davvero soffici che vengono preparati in Gran Bretagna in occasione del Good Friday, (che corrisponde al nostro Venerdì Santo) e hanno la caratteristica di essere marchiati da una croce, fatta d’acqua e farina, dal chiaro rimando cristiano. Si dice che abbiano origini antichissime, addirittura antecedenti l’avvento del cattolicesimo.

La ricetta è quella di Mary Berry, un’autorità indiscussa quando si parla di tradizioni culinarie anglosassoni; io però l’ho leggermente modificata, diminuendo la quantità di spezie, che risulta eccessiva a mio gusto. Attingo spesso a ricette straniere per i miei nuovi esperimenti in cucina e devo dire che questo è uno dei più riusciti! Eccovi la ricetta!

Per 12 panini:
Per l’impasto:
  • 500 g farina manitoba tipo 0;
  • 250-300 ml latte;
  • 1 uovo;
  • 75 g zucchero semolato;
  • 7 g lievito di birra secco,
  • 1 cucchiaino scarso di sale,
  • 50 g burro;
  • la scorza grattugiata di 2 arance piccole;
  • 2 cucchiaini di cannella;
  • 150 g uvetta sultanina;
  • 30 g canditi misti ( è facoltativo, io non li metto perchè a casa mia non piacciono però la ricetta originale li prevede);
  • marsala q.b. per l’ammollo dell’uvetta.
Per le croci:
  • 75 g farina 00;
  • 5-6 cucchiai d’acqua.
Per lucidare:
  • 2-3 cucchiai di marmellata d’albicocche.

 

1) Sciacquate l’uvetta in acqua corrente e fatela reidratare in mezzo bicchiere circa di marsala. Nel frattempo, scaldate il latte, fino a che sarà tiepido.

2) Nella tazza della planetaria ( si può fare l’impasto tranquillamente anche a mano, seguendo lo stesso procedimento descritto qui sotto) versate la farina setacciata, lo zucchero, il lievito, il sale ( avendo cura di tenerlo lontano dal lievito), poi aggiungete il burro fuso e raffreddato e un uovo leggermente sbattuto. Azionate la macchina e unite il latte tiepido a filo. Aggiungete anche la cannella e la scorza d’arancia grattugiata e impastate fino a quando l’impasto sarà ben incordato. Scolate l’uvetta e in ultimo unitela all’impasto e impastate ancora per qualche minuto. Ungete una ciotola, adagiatevi il vostro impasto e coprite il tutto con pellicola. Lasciate lievitare l’impasto in un luogo caldo per circa 2 ore, o comunque fino al raddoppio del volume.

IMG_8249  IMG_8010

3) Trascorso il tempo necessario, dividete l’impasto in dodici pezzi di circa 90 g e formate delle palline. Adagiate i panini su una teglia, foderata con carta forno, lasciando poco spazio fra gli uni e gli altri. Coprite con un canovaccio umido e fate lievitare nuovamente per 1 ora. Mescolate la farina con l’acqua fino ad ottenere una consistenza fluida ma non troppo e mettete la pastella in una sac à pochè. Formate una croce su ciascun panino.

IMG_8264  IMG_8285

4) Preriscaldate il forno a 220°C e infornate i vostri panini per 20-25 minuti. Intanto scaldate la marmellata d’albicocche e filtratela, cosicché da eliminare tutti i pezzi di frutta e spennellate i panini ancora caldi con la marmellata. Da tiepidi son buonissimi ma, tostati e spalmati di burro, sono deliziosi anche il giorno dopo!

IMG_8331  IMG_8345

IMG_8076

Se questa ricetta ti è piaciuta, fammelo sapere con un commento e seguimi sui social, cliccando in alto a destra sulla home page del mio sito, per rimanere sempre aggiornato su cosa bolle in pentola!

 

 

 

Continue Reading

Ricotta and spinaches easter pie

Hi bakers,

wondering what to prepare for the upcoming Easter lunch? Here I am with answers! Here’s the ultimate recipe for an Easter savoury pie that will make your guests gasp!

It’s super easy to make, it can be made ahead of time and it tastes… de-li-cious!!! This makes the best appetizer you could ever dream of. Everybody will ask you how you relized such a funny pattern, even my grandma remained astonished!

The only flaw it has is that it won’t last that long so I suggest you to make two at least, if you have loads of guests.

For about 10 people: 
  • 500 g puff pastry ( feel free to make your own);
  • 500 g frozen spinaches;
  • 300 g ricotta;
  • 100 g grated parmesan cheese;
  • a splash of olive oil;
  • salt and pepper for seasoning;
  • a few basil’s leaves;
  • 2 cloves of garlic;
  •  a beaten egg;
  • sesame or poppy seeds to decorate.
Method:

1) In a large frying pan gently fry your garlic with a generous splash of good olive oil, then add the washed spinaches and cook them over a low heat for about 10 minutes, covering the pan with a lid.

2) Once cooked through, remove the garlic’s cloves and transfer the spinaches into a food processor, add your ricotta, the parmesan, a good drizzle of oil and the basil. Pulse the mixture until nicely blended and season the filling to taste with salt and pepper.

3) Roll out two circles of puff pastry with a diameter of about 30 cm. Set aside one layer of puff pastry, then take the other one and spread the filling with a spatula as you can see in the pictures below. Brush the empty spaces with the beaten egg to make the other layer of pastry stick. Now gently cover with the second layer and press with your fingers in the empty spaces.

4) Cut the pastry in 4, then in 8 , then in 16 and finally in 32 slices (as you can see in the photos). Rotate each slice 90° so that it resembles a sunflower’s petal and make the same for every slice.

5) At the end you should get a nice savoury pie that looks like a flower; brush the pastry with the remaining beaten egg and sprinkle some sesame seeds in the middle, if you like. Preheat the oven to 200°C/ 392°F and bake it for about 25 minutes. Serve it warm!

IMG_7135 IMG_7140

IMG_7142 IMG_7149

IMG_7164 IMG_7171

You can find me on Facebook, Instagram and Twitter by just clicking in the upper right-hand corner of my home page. See you there for other shots and recipes!!!

Continue Reading

Girasole di sfoglia spinaci e ricotta

Cari lettori,

ci avviciniamo alla Pasqua e quindi penso sia ora di sfoderare qualche idea su qualche manicaretto interessante da proporre ai nostri commensali in occasione di questa amata festività.

I pranzi delle feste comandate diventano spesso un “tour de force” per coloro i quali li devono preparare, ecco perchè in queste occasioni preferisco optare per preparazioni semplici ma d’effetto. La ricetta di oggi segue dunque questi presupposti: è facilissima da realizzare, si prepara in anticipo, fa moltissima scena e last but not least, é de-li-zio-sa!!!

Questa torta pasqualina dalla forma accattivante che ho trovato nel web, è ottima per accompagnare l’aperitivo ma ha l’unico difetto d’essere spazzolata troppo in fretta. Un consiglio: fatene più d’una se avete molti ospiti, andrà a ruba!!!

Per una torta salata del diametro di circa 30 cm:
  • 2 rotoli di pasta sfoglia rotondi;
  • 500 g spinaci freschi ( vanno bene anche quelli surgelati);
  • 2 spicchi d’aglio;
  • 300 g ricotta vaccina;
  • 100 g parmigiano grattugiato;
  • qualche foglia di basilico;
  • olio evo q.b;
  • sale q.b;
  • pepe q.b;
  • 1 uovo (per spennellare);
  • semi di sesamo o papavero per decorare( facoltativo).

 

1) Schiacciate l’aglio e soffriggetelo con un filo d’olio d’oliva in padella, sciacquate gli spinaci e saltateli in padella per una decina di minuti finché saranno ben appassiti.

2) Versate gli spinaci cotti, nella ciotola di un mixer munito di lame in acciaio e aggiungete anche la ricotta, il parmigiano, il basilico, un goccio d’olio d’oliva e aggiustate di sale e pepe. Frullate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.

3) Srotolate un disco di pasta sfoglia e adagiate il ripieno seguendo lo step by step fotografico qui sotto: prima versatene una parte al centro e poi distribuite il resto sul contorno, avendo cura di lasciare un piccolo spazio fra i due. Rompete un uovo e spennellate la pasta, dove non è stato messo il ripieno. Ora adagiate delicatamente il secondo strato sopra il ripieno e fate aderire bene i bordi e il settore circolare vuoto centrale.

4) Con un coltello affilato, tagliate prima in 4, poi in 8, dopo ancora in 16 ed infine in 32 spicchi ( come in foto) e girate ciascun spicchio di 90°, in modo tale che il ripieno sia ben visibile e assomigli al petalo di un girasole.

5) Spennellate con l’uovo rimasto e se volete, cospargete il centro con i semi che più vi piacciono ( io ho scelto quelli di sesamo). Cuocete in forno preriscaldato a 200°C per circa 25 minuti. Servitela tiepida!

IMG_7135 IMG_7140

IMG_7142 IMG_7149

IMG_7164 IMG_7171

Vi ricordo, come sempre, che mi potete trovare alla mia pagina Facebook (Cinnamon Lover) e sul mio account Instagram ( @gloriaturetta19), dove troverete tutti i miei scatti!

 

Continue Reading