Torta soffice cioccolato, pere e noci

Dai che ci siamo quasi! Il periodo più bello dell’anno è sempre più vicino e io non posso fare a meno che contare i giorni che ci separano dall’ arrivo della festa più magica dell’anno, il Natale. Vedo le vetrine dei negozi che cominciano ad esporre ghirlande e lucine e proprio l’altro giorno in centro città, hanno sistemato un enorme abete, ancora spoglio ma in attesa di essere vestito a festa. L’aria si fa sempre più fredda, la percepisco tutti i giorni; sferza il volto con tanta energia da penetrarmi fin dentro le ossa tanto da procurarmi una nuova dipendenza per tutti i tipi di bevanda calda. Mentre la sera torno a casa dall’università, cammino e penso che vorrei scrivere più spesso qui, sul blog e allora cominciano a frullarmi tante idee per la testa. E quando finalmente sono a casa, mi metto all’opera!

Già, ora che le temperature stanno calando c’è una cosa che adoro fare più di tutte! Rompere le uova e preparare qualche intruglio goloso ovviamente! Amo le torte con all’interno la frutta, specialmente in questa stagione. Umide e soffici al punto giusto, gustate ancora tiepide di fronte al camino acceso e con un leggero tocco di spezie che ne esalta il sapore e le rende il comfort food per eccellenza!

La torta pere e cioccolato è un grande classico, quella che nelle serate fredde non manca mai, quella che non delude mai le aspettative, quella che ognuno ha la sua versione ma alla fine sono tutte buone. Anche io ho la mia e non vedevo l’ora di condividerla con voi. Immaginatevi le pere morbide  e succose che affondano in un avvolgente impasto al cacao e cioccolato e il croccante delle noci tostate che rimangono in superficie. Questa è una torta perfetta per la colazione, adatta come dessert al volo o ancora meglio come coccola serale per andare a nanna felici perché come diceva Virginia Woolf: ” Non si può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non si ha mangiato bene.”

dpp_0599

dpp_0592

per una torta da 8-10 persone

225 g farina 00

125 g zucchero

3 uova

45 g cacao amaro

75 ml olio di olio di semi

110 g latte intero

1/2 cucchiaino cannella

12 g lievito per dolci ( poco meno di una bustina)

3 pere Williams mature

50 g gocce di cioccolato fondente

5-6 noci

1)  Preriscaldate il forno in modalità statica a 180°C.

2) In una ciotola capiente rompete le uova, aggiungete lo zucchero. Montate con le fruste elettriche fino a quando il composto avrà triplicato di volume e sarà diventato ben gonfio e spumoso. Con le fruste elettriche in azione versate lentamente l’olio a filo e continuate a sbattere, successivamente versate anche il latte.

3) In un’altra ciotola, setacciate la farina, il cacao ed il lievito. Continuate a sbattere con le fruste e incorporate poco a poco gli ingredienti secchi insieme a quelli liquidi. In ultimo aggiungete un pizzico di sale, mezzo cucchiaino di cannella e le gocce di cioccolato. Amalgamate bene il tutto.

4)  Lavate e sbucciate le pere e tagliatele a fettine non troppo sottili.

5) Versate l’impasto al cacao in una tortiera a cerniera del diametro di 22- 23 cm. Disponete le pere a raggiera e decorate con pezzetti di noce sparsi qua e là. Infornate per 40-45 minuti ma fate sempre la prova stecchino prima di estrarre dal forno. Lasciate intiepidire leggermente e servitela con un buon tea caldo.

dpp_0602

dpp_0597

dpp_0594

dpp_0596

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto e  taggami su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog .


SCROLL DOWN FOR ENGLISH VERSION

Pear, dark chocolate and walnuts cake

dpp_0604

I can’t even tell you how much I love this period! I mean the one that preceeds Christmas. Festive lights and ornaments start appearing everywhere and they almost make you forgive the frightful weather on the outside. Cold temperatures become much more bearable because you know this means that the most magic celebration of the year is fastly approaching. And I couldn’t be happier about that! 

When I’m back home at night the only thing I desire is a giant cup of tea along with a generous slice of cake, all served in front of a nice crackling fireplace. That’s the only tool capable of cheering up both my flesh and soul after an exhausting and chaotic day. And it’s quite an effective one, I must admit!

On occasions like this simplicity is the best! The idea you can come up with a quick dessert, made in a very short time and with the very few ingredients that you always store in your pantry is what makes me love this kind of cakes! Sweet and ripe pears sink into a vevelty chocolaty indulgent batter and you top it all off with some delicious crashed toasted nuts for extra crunch. This is heaven and I bet it’s the only thing you would ever ask for on these freezing autumnal nights!

Ingredients for 8-10 people (22-23cm cake tin)

225 g plain flour

125 g caster sugar

3 large free-range eggs

45 g cocoa powder

75 g sunflower oil

110 g milk

1/2 tsp ground cinnamon

12 g baking powder

3 large ripe pears

50 g dark chocolate chips

5-6 walnuts

1) Preheat the oven to 180°C/ 350°F/ gas mark 4.

2) In a large bowl, crack in the eggs, add the sugar and whisk everything together with a hand-held beater until the mixture has tripled in volume and it’s fluffy and paler. Slowly pour your oil in a steady stream, followed by the milk. In another bowl, sift your flour, cocoa powder, cinnamon, salt and baking powder. Add your dry ingredients into the wet ones, bit by bit and stir everything together until you can see no more pockets of flour. Finally stir in your chocolate chips.

3) Peel, rinse and core your pears, then thinly slice them and set them aside.

4) Pour the chocolaty batter into a round cake tin, previously buttered and lined with parchment paper. Layer the pear on top of the cake mix and sprinkle the crushed walnuts all over.

5) Pop the cake into the oven and bake it for 40-45 minutes or until a skewer comes out clean. Transfer the cake onto a wire rack and let it cool down a bit before slicing it. Dust with icing sugar and enjoy!

I hope you enjoyed this recipe and if you did, don’t forget to leave a comment below and follow me on social media, by clicking in the upper right-end corner of my home page. See you there!

If you decide to make one of my recipes, take a nice picture and tag me on Instagram with the hashtag #cinnamonloverblog . I’ll be delighted to see your bakes!

 

Continue Reading

Pappardelle di farina di castagne ai funghi e rosmarino

L’aroma delle caldarroste che si diffonde nell’aria, il calore del focolare che scoppietta, la timida nebbia che si leva dai campi non appena il sole tramonta, lo scricchiolare delle foglie secche calpestate più e più volte. Sono queste le immagini che mi compaiono subito in mente quando penso al mese di Novembre. Mese che da sempre ho associato alla raccolta di castagne. Un’attività che mi piaceva da piccola ma che amo tutt’ora.

Salire i Colli Euganei per addentrarsi nel folto sottobosco, dove il silenzio regna sovrano. Qui il profumo umido del muschio si intreccia con il rumore lieve del cinguettio degli uccellini. Le alte querce e i castagni filtrano la luce solare creando un’atmosfera quasi surreale. Cammino lungo il sentiero e osservo e quasi quasi perdo la nozione del tempo da quanto sono concentrata. Poi eccole. Loro, le castagne. Tanti piccoli frutti marroni che rivestono i margini della via. Guardo avanti e sono sempre di più, sono ovunque, alcune ancora incastrate nel riccio, in attesa di essere liberate da quegli aguzzi aculei spinosi. Qua e là, si fa largo anche qualche fungo. Peccato che non li sappia riconoscere! Dovrò prima o poi, farmi insegnare come distinguere quelli buoni da quelli, diciamo… ” meno buoni”! Felice come una bambina, torno a casa con il mio piccolo grande bottino e un marasma di idee per la testa.

Poi arriva la Domenica, giornata in cui la pasta fresca è un rito. Viene pure la nonna ad aiutarmi a stenderla. Lunghe sfoglie di impasto beige ricoprono il tavolo di legno e pochi istanti dopo si trasformano in pappardelle, che a breve incontreranno un magnifico sughetto di funghi freschi. Ci riuniamo a tavola e mangiamo. E’ incredibile come un solo piatto possa risvegliare i tuoi ricordi d’infanzia sopiti di quelle interminabili passeggiate nei boschi!

dpp_0472dpp_0542dpp_0549dpp_0551

Farina di castagne, funghi, rosmarino, ancora una volta sono gli ingredienti semplici e di stagione che creano i piatti migliori. Un connubio dai colori e sapori autunnali per un primo piatto insolito e originale, da preparare per le occasioni speciali

Ingredienti per 5-6 persone
Per la pasta fresca all’uovo:

3 uova

150 g farina di castagne

100 g farina 00

50 g semola rimacinata di grano duro

Per il condimento ai funghi:

1/2 kg di funghi freschi champignon, porcini oppure pioppini

20 g burro

1 spicchio d’aglio intero

30 g parmigiano reggiano

rosmarino e salvia freschi

250 ml brodo vegetale 

sale e olio evo q.b.

1)  Pulite accuratamente i funghi, lavateli e tagliateli a fettine sottili. Ponete una padella su fiamma media e aggiungete il burro e l’aglio tagliato a metà. Lasciate rosolare qualche secondo, poi aggiungete i funghi e fate saltare per qualche minuto. Sfumate con il brodo vegetale, aggiustate di sale e pepe e aggiungete le erbe aromatiche. Fate cuocere con coperchio per una ventina di minuti a fiamma medio-bassa.

2) Nel frattempo preparate la pasta: in una ciotola versate le farine e le uova, impastate fino ad ottenere un composto omogeneo e ben amalgamato.  Avvolgete la pasta nella pellicola e lasciatela riposare per 10 minuti. Trascorso il tempo di riposo, prelevatene un pezzo e stendetelo sottilmente con il mattarello o con apposita macchina per la pasta. Se utilizzate la macchina, ripiegate la pasta su stessa, spolverate con la semola e ripassate la pasta all’uovo per 3-4 volte attraverso la prima trafila, fino a quando comincerà ad acquisire elasticità. Procedete assottigliando progressivamente la trafila e ricordandovi di cospargere un po’ di semola prima di ciascuna tiratura. Infine, ottenuta una lunga sfoglia, tagliate lunghe strisce di spessore 1 cm- 1,5 cm con una rotellina ondulata.

3) Cuocete le pappardelle in abbondante acqua bollente e salata per 1-2 minuti, scolatele al dente e ricordatevi di tenere da parte un mestolo d’acqua di cottura.

4) Saltate le pappardelle in padella con il sugo, aggiungete il parmigiano grattugiato, allungate con l’acqua di cottura ( solo se necessario) e servite con una spolverata extra di parmigiano ed un ciuffetto di rosmarino fresco.

dpp_0477dpp_0534dpp_0561dpp_0562dpp_0564

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto e  taggami su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog .


SCROLL DOWN FOR ENGLISH VERSION

Chestnuts flour pappardelle with mushrooms and rosemary

dpp_0566

When I was a child, my family and I used to plan a day in between October and November when we would go foraging chestnuts into the local woods. It was such an exciting adventure! I used to follow the path and look at the borders in search of these precious little fruits. It was such a pleasure coming home with a full basket and the lovely memory of a thrilling quest. As the years go by, this activity still remains one of my favourite and I really do look forward to it! 

So, last Sunday I came up with this idea. A dish which encloses the smells and colors of Autumn and that reminds me of my childhood’s long strolls into the woods. I used chestnuts, mushrooms and rosemary, fresh seasonal ingredients which make this pasta simple but unique at the same time, perfect to serve on very special occasions. 

Making homemade pasta from scratch may sound challenging to those of you who have never made it before but I can garantee it’s easier than you might think and it’s well worth giving it a go! Surprise your family and friends with an authentic autumnal comfort food!

For the pasta dough

3 large free-range eggs

150 g chestnut flour

100 g plain flour

50 g durum semolina flour

For the mushrooms sauce

1/2 kg fresh mushrooms of your own choice ( champignons, porcini)

20 g unsalted butter

1 clove of garlic

salt, pepper and extra virgin olive oil

30 g parmesan cheese

 some fresh rosemary and sage

250 ml vegetable stock

1) Rinse your mushrooms and thinly slice them.  Finely chop the aromatic herbs and set them aside. Place a pan over a medium heat and add in your butter along with the garlic. When the butter is melted, pop your mushrooms into the pan, gently stir for a few minutes, then add all of your vegetable stock, your chopped herbs and finally cover with a lid. Let it simmer for 20-25 minutes on a low heat until the mushrooms are fully cooked through.

2) For your pasta dough, weight out your flours in a large mixing bowl, crack in the eggs and mix it all together. Knead the dough for a few seconds until it’s smooth and then cover it in cling wrap. Rest your dough for 10 minutes, then roll it out either with a rolling pin or a pasta machine. Cut out long stripes ( it doesn’t matter if they’re not perfect, it’s part of the charm of homemade pasta itself! ).

3) Cook your pappardelle in plenty of salty boiling water. Save a cup of starchy pasta water and drain it.  Toss your pasta in the frying pan with the mashrooms sauce. Add the grated parmesan cheese along with a ladleful of pasta water and stir everything together. Serve each portion with a small sprig of rosemary on top.

I hope you enjoyed this recipe and if you did, don’t forget to leave a comment below and follow me on social media, by clicking in the upper right-end corner of my home page. See you there!

If you decide to make one of my recipes, take a nice picture and tag me on Instagram with the hashtag #cinnamonloverblog . I’ll be delighted to see your bakes!

Continue Reading