Biscotti con avena, uvetta e mandorle [senza uova, senza burro]

Le giornate che si accorciano, il crepitio del fuoco nel caminetto acceso, la pioggia che batte incessante sulle serrande ed il vento che spazza via dagli alberi seminudi anche le ultime foglie; tutti segnali che l’autunno è decisamente arrivato. Il cambio delle stagioni mi conferma ogni anno quanto la natura possa essere meravigliosa e di quanto dovremmo sentirci grati di poter assistere a tale miracolo.

Per me il susseguirsi delle stagioni porta con sé una ordinaria ritualità che rende i miei gesti, i miei pensieri, le mie ricette ed il mio modo di vivere la cucina estremamente routinario. Mi piace rivivere dei momenti, delle sensazioni, semplicemente per il gusto di poter riassaporare dei ricordi e di crearne allo stesso tempo di nuovi. Mi piace poter rispolverare vecchie ricette, appuntate frettolosamente ai margini di qualche foglio sgualcito e cercare di immaginare che persona ero quando le ho scritte e come sono cambiata nel frattempo. Cosa era importante per me allora e cosa lo è adesso. Capita a volte che da vecchie annotazioni sorga un’idea, uno spunto che poi si rivela essere un punto di partenza per sperimentare qualcosa di nuovo. Perché creatività e curiosità sono le due costanti che cerco di mantenere sempre vive quando cucino.

A volte ho l’impressione di far fatica a mettere in fila le parole perché i miei pensieri corrono più veloci rispetto alla penna. Da introversa, cucinare mi aiuta ad esprimermi, a dar forma in maniera diversa a tutto ciò che mi frulla per la testa. 

 L’altro giorno ho trovato una di queste vecchie ricette fra gli scaffali e ho pensato di riadattarla agli ingredienti che avevo a disposizione in casa. Era da un po’ che pensavo di fare dei biscotti che sapessero d’autunno, che fossero croccanti, gustosi e pieni di cereali, come quelli delle pubblicità. Quei biscotti che sgranocchi volentieri di fronte ad un libro ed insieme ad una tazza di tea o un bicchiere di latte. Li ho realizzati con una farina semi integrale ed arricchiti con avena, uvetta e mandorle. Senza uova e senza burro per una volta, per soddisfare le esigenze anche di chi preferisce qualcosa di più leggero e salutare.

Si preparano in meno di un quarto d’ora e si cuociono altrettanto velocemente. In men che non si dica, ho rimpinguato il vaso mezzo vuoto dei biscotti che stava in dispensa, in attesa della merenda.

Qui sotto trovate anche la videoricetta con tutti i passaggi, così sarà impossibile sbagliare!

 


5 from 1 reviews
Biscotti con avena, uvetta e mandorle [senza uova, senza burro]
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Un biscotto rustico e fragrante, da inzuppare nel latte caldo o in una tazza di tea bollente la mattina a colazione.
Author:
Tipo di ricetta: Biscotti, Dolci da colazione
Dosaggio: Per circa 20 biscotti
Ingredienti
  • 140 g farina di tipo 1
  • 100 g zucchero di canna + ½ cucchiaino di cannella in polvere
  • 50 g uvetta
  • 60 g fiocchi d'avena
  • 80 g granella di mandorle tostate
  • 1 pizzico di sale
  • 80 ml olio d'oliva extra vergine
  • 50 ml rum chiaro
Procedimento
  1. Tostate le mandorle pelate in forno e tritatele finemente fino ad ottenere una granella.
  2. In una ciotola capiente riunite la farina, i fiocchi d'avena, l'uvetta, il sale, la granella di mandorle e lo zucchero alla cannella. Mescolate tutti gli ingredienti assieme per distribuirli.
  3. Formate una fontana al centro della ciotola e versateci l'olio e poi il rum. Cominciate a mescolare con un cucchiaio, poi proseguite impastando con le mani sino ad ottenere un palla compatta.
  4. Sigillate l'impasto con la pellicola per alimenti e riponetelo in frigorifero a riposare per mezz'ora.
  5. Stendete l'impasto fra due fogli di carta forno fino ad uno spessore di pochi millimetri e ricavate tanti biscotti con l'aiuto di un tagliabiscotti circolare. Se l'impasto dovesse dividersi un po', compattatelo con le mani.
  6. Adagiate tutti i biscotti su una placca da forno ed infornate in forno preriscaldato ventilato a 180°C per 10-12 minuti circa. I bordi dovranno risultare ben dorati. Aspettate che i biscotti siano completamente freddi prima di riporli in una scatola di latta e conservarli.

 

 

I biscotti con avena, uvetta e mandorle si conservano molto bene anche fino ad un paio di settimane, al riparo dall’umidità e chiusi in una scatola con chiusura ermetica.

 


 Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i social media, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto ed usa l’hashtag #cinnamonloverblog . Farai parte della mia gallery su Instagram! 

 

Continue Reading

Torta alle carote, cocco e mandorle, glassata al cioccolato fondente

Quanto è bello svegliarsi la mattina e sapere che c’è una torta che è lì, sul tavolo della cucina, che ti aspetta per darti il buongiorno? Io lo trovo stupendo! Specialmente se è una torta al cioccolato. Ti dà tutta la carica che ti serve per alzarti dal letto e affrontare la vita!  A proposito di cioccolato, non conosco miglior medicina per il buonumore di questa miracolosa sostanza ed è risaputo che mangiando un buon cioccolato fondente si sviluppa la serotonina, cosa che sicuramente fa cominciare la giornata con il piede giusto! “La vita è come il cioccolato: è l’amaro che fa apprezzare il dolce”- dice il saggio, ed è vero.  Non possiamo aspettarci che ci siano solo cose belle ma dobbiamo fare l’impossibile per imparare a riconoscerle, ad afferrarle con le mani, a viverle fino in fondo.  Abbiamo l’obbligo verso noi stessi di credere nei nostri sogni e di correre per raggiungerli. Non senza prima aver preso una fetta di torta però!

Quella che vi propongo per addolcire le vostre merende estive è senza latte, senza burro e glutenfree. E’ la torta di carote, cocco e mandorle glassata al cioccolato. L’interno umido e delicato è ricoperto da una golosissima e libidinosa glassa al cioccolato fondente che si scioglie in bocca. Al primo morso è entrata di diritto nella top 10 delle mie torte preferite, tanto che ho saputo subito che sarebbe finita dritta dritta su questi schermi. Una torta così buona non si può fare altro che condividerla!

 A casa mia è finita in un lampo. Poco male comunque perché si prepara in soli 10 minuti in un mixer: tutti gli ingredienti dentro la ciotola ed il gioco è fatto! E’ talmente irresistibile che scommetto che accontenterà anche i palati più esigenti!

Ingredienti per una torta da 8 porzioni:

3 uova medie

300 g carote ( al netto degli scarti)

150 g zucchero di canna

150 g farina di cocco

150 g mandorle spellate e tostate

1 bustina di lievito per dolci

150 g cioccolato fondente ( 70% cacao min o oltre)

100 ml panna fresca da montare ( facoltativo)

1 cucchiaio di cocco rapè per la decorazione

1) Nella tazza del frullatore munito di lame in acciaio inserite le mandorle, precedentemente tostate, insieme allo zucchero di canna e tritatele finemente. Trasferitele in un’altra ciotola e mettetele da parte.

2) Inserite ora le carote nel mixer e tritate finemente anche queste. Unite le mandorle con lo zucchero, la farina di cocco, le uova e il lievito e azionate il mixer per 5 minuti. Il composto che otterrete sarà piuttosto compatto ma è giusto sia così.

3) Trasferite l’ impasto all’interno di una tortiera del diametro di 20 cm, rivestita precedentemente con carta forno, e livellate bene la superficie.

4) Infornate in forno preriscaldato a 180°C in modalità statica per 45-50 minuti. Una volta cotta, lasciatela raffreddare.

5) Preparate la glassa fondendo il cioccolato fondente a bagnomaria; una volta fuso aggiungetevi la panna fresca liquida e amalgamate il tutto. Se non volete utilizzare la panna, glassatela unicamente con il cioccolato fuso. Cospargete la torta ormai fredda con la glassa al cioccolato fino a coprirla interamente. Decorate la superficie con i rebbi di una forchetta e distribuite un po’ di farina di cocco su tutto il bordo.

 

 

 

Conservate la torta di carote, cocco e cioccolato in frigorifero sotto una campana di vetro per 3-4 giorni al massimo. Essendo una torta umida, gustata fredda è ancora più buona.

Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifate una delle mie ricette, scattate una foto e  taggatemi su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog . Sarei felice di vedere i vostri scatti!

Continue Reading

Tortine soffici allo yogurt, limone e mandorle [senza burro]

Questi muffins allo yogurt, limone e mandorle sono fatti per quelle mattine in cui si ha voglia di lentezza, si ha voglia di assaporare il gusto del caffè insieme ad un dolcino caldo appena sfornato.  Si preparano in poco meno di 10 minuti, si sporca pochissimo e si ottengono delle soffici tortine umide al punto giusto, profumatissime di limone fresco e fatte con ingredienti genuini, quelli che si hanno quasi sempre in dispensa. In pratica, questa è sicuramente una di quelle ricette jolly, da tenere sempre bene a mente, quando si ha poco tempo a disposizione ma non manca la voglia di presentare qualcosa di fatto con le proprie mani.

La mia mamma le ha sempre preparate sin da quando io e le mie sorelle eravamo piccole tanto che sono diventate il suo asso nella manica: le preparava per la colazione, le portava ai compleanni, alle feste della scuola, a casa degli amichetti per la merenda. Hanno sempre riscosso successo e di tanto in tanto, mi piace prepararle ancora, per fare un tuffo nei ricordi d’infanzia e ripercorrere con la mente quelle giornate.

I dolci casalinghi sono il mio comfort food per eccellenza, mi piace mescolare gli ingredienti nella ciotola, mi piace portarli a tavola, mi piace soffermarmi ad annusare il profumo che emanano e che in un attimo inonda casa. Per me, nulla può essere paragonato alla sensazione di benessere che si prova nello sfornare un buon dolce. E’ un gesto che trovo terapeutico ed appagante e che soprattutto ti rimette in pace con il mondo. Quindi se anche a voi capita di avere avuto una giornata pesante, rompete le uova e preparate queste tortine: è il rimedio migliore per riportare il buonumore

Ingredienti per 12 muffins:

3 uova

125 g yogurt intero o al limone

70 g olio di semi di girasole

175 g zucchero semolato

250 g farina 00

1 bustina di lievito per dolci (16 g )

1 pizzico di sale

la scorza di un limone grande non trattato

mandorle a lamelle q.b.

1) Preriscaldate il forno in modalità statica a 180°C.

2) In una ciotola, rompete le uova, unite lo zucchero e cominciate e montarle con le fruste elettriche. In seguito, unitevi l’olio, lo yogurt e tutta la scorza di limone grattugiata ed amalgamate bene.

3) In un’altra ciotola, setacciate bene la farina con il sale ed il lievito.

4) Versate gli ingredienti secchi in quelli liquidi e mescolate quel tanto che basta per sciogliere tutti i grumi ( i muffins non vanno mai mescolati troppo, se si vuole ottenere una consistenza umida e soffice).

5) Infornate i muffins per 15-20 minuti ( fate sempre la prova stecchino). Lasciate raffreddare su di una gratella per dolci e spolverate a piacere con zucchero a velo.

Le tortine allo yogurt, limone e mandorle si conservano sotto una campana di vetro per 3-4 giorni. Volendo, potreste anche profumare l’impasto con della zest di arancia e/o arricchirlo con gocce di cioccolato.

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto e  taggami su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog .

Continue Reading

Torta cappuccino ed un 1° anno di blog da festeggiare

Un anno fa esatto ho deciso di aprire questo blog. In verità nei mesi precedenti ad allora ci avevo già pensato ma poi una cosa o l’altra mi hanno sempre convinto a rimandare. Poi un giorno di Dicembre l’ho fatto, mi sono fatta il mio piccolo regalo di Natale anticipato. L’ho fatto perché avevo voglia di raccontare e di raccontarmi, partendo dalla mia più grande passione ed il mio forte amore per il cibo a 360°. L’ho fatto perché volevo conoscere me stessa fino in fondo e per capire se un diario virtuale fosse in grado di abbattere quei muri che tendo sempre a costruirmi attorno e dunque a farmi sentire più libera, più sicura, più autentica. A volte, mi trovo attanagliata nella morsa delle insicurezze e la mia paura di non essere all’altezza della situazione mi blocca ed è in quei momenti che ho più bisogno di certezze. Mi rifugio allora nel mio “porto sicuro” e mi dimentico del mondo esterno, facendomi cullare dal profumo delle spezie e dalla vista rassicurante di una torta che cresce nel forno.

Dopo un anno tirare le somme è normale e permette anche di comprendere cosa si può fare per migliorare ancora di più. Da quando ho iniziato sento di aver appreso cose che prima non conoscevo e ancora molto voglio imparare. E non importa quanto ci vorrà per farlo l’importante resta sempre e solo l’essere mossi dalla passione, da quella energia creativa che ti spinge a migliorarti e ad ampliare i tuoi orizzonti. Da quando ho aperto questo blog infatti, la mia passione per il cibo si è trasformata in qualcosa di più: in voglia di condivisione, nella gioia di scrivere e nell’amore per la fotografia. Guardare il mondo da dietro una lente è una prospettiva che prima non avevo considerato ma che mi piace ogni giorno di più! 

Fondamentalmente, dopo un anno questa sono sempre io, magari con qualche consapevolezza in più. In fondo sono rimasta quella golosona che alla tazza di tea e alla fetta di torta al pomeriggio non rinuncia mai, quella che aspetta il sabato sera per buttarsi a capofitto su qualche nuovo impasto, quella che nonostante tenti di organizzarsi rimane un’indecisa cronica e senza speranze. Quella che al posto di fare shopping per se stessa, va in cerca di tazze e piattini per nuovi set fotografici. Quella che però ha un sogno e sente che questa potrebbe essere la propria strada in un prossimo futuro.

Intanto brindo virtualmente ad un nuovo anno di blog che spero possa essere ricco di tante nuove storie e dolcetti! Ringrazio di cuore tutti coloro che mi hanno appoggiata e sopportata da quando mi sono imbarcata in questo progetto e ringrazio anche tutti coloro che mi seguono , mi scrivono e magari hanno anche provato a replicare qualche ricetta! 

dpp_0620)dpp_0654

Ma veniamo alla torta ora: una goduria di cacao, caffè e crema al mascarpone per la mia torta al cappuccino! Il gusto ricorda quello di un tiramisù ( che è uno fra i miei dolci preferiti) ma si presenta come una elegante layer cake. Ideale da servire come fine pasto della domenica o per le occasioni speciali. Nessuno saprà resistere ad una fetta!!! O anche a due!

Per l’impasto al cacao ( per una tortiera da 20 cm di diametro)

3 uova medie 

150 g zucchero semolato

110 ml latte intero

40 ml caffè ristretto ( circa una tazzina)

35 g cacao amaro

150 g farina 00

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

1 bustina di lievito per dolci

80 g burro

Per la farcia al mascarpone:

300 g mascarpone

250 g panna fresca liquida

100 g zucchero a velo

Per la bagna: 

100 ml caffè zuccherato a piacere

Per decorare 

cacao amaro q.b.

1) Per l’impasto della torta iniziate imburrando ed infarinando una tortiera da 20 cm e preriscaldate il forno in modalità statica a 180°C.

2) In una ciotola capiente sbattete le uova con le fruste elettriche insieme allo zucchero e alla vaniglia, per almeno  5 minuti o fino ad ottenere un composto ben gonfio e spumoso. Continuando a sbattere, aggiungete il latte ed il caffè. A parte setacciate la farina, il cacao ed il lievito. Aggiungete gli ingredienti secchi a quelli liquidi ed amalgamate bene. Infine versate anche il burro fuso e mescolate fino a che il composto sarà omogeneo.

3) Versate l’impasto al cacao nella tortiera e inseritela in forno per 35-40 minuti. Fate la prova stecchino; se esce asciutto estraetela dal forno e lasciatela raffreddare.

4) Per la crema al mascarpone, in una ciotola amalgamate bene il mascarpone insieme allo zucchero a velo setacciato. A parte, in un’altra ciotola, montate la panna ( che deve essere fredda di frigorifero) a neve ben ferma.

5) Incorporate la panna al mascarpone con movimenti lenti, dall’alto verso il basso, avendo cura di non smontare il composto. Trasferite la crema così ottenuta in una sac à poche con bocchetta tonda e riponetela in frigo fino al momento dell’utilizzo.

6) Una volta che la torta sarà completamente fredda, procedete all’assemblaggio: tagliate la torta a metà ( nel caso in cui in cottura si sia formata una leggera cupola, procedete eliminando la torta in eccesso; avrete bisogno di due basi completamente piatte), bagnate il primo strato con metà del caffè e spalmateci sopra metà della crema al mascarpone ottenuta. Fate la stessa operazione con il secondo strato e terminate guarnendo con una spolverata di cacao in superficie.

dpp_0649

dpp_0653

dpp_0629

dpp_0644

 Vi consiglio di conservare la torta ben coperta in frigorifero  per almeno un paio d’ore prima di servirla ma vi assicuro che il giorno dopo è anche più buona e di consumarla entro 2-3 giorni.

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto e  taggami su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog .

 

Continue Reading

Torta soffice cioccolato, pere e noci

Dai che ci siamo quasi! Il periodo più bello dell’anno è sempre più vicino e io non posso fare a meno che contare i giorni che ci separano dall’ arrivo della festa più magica dell’anno, il Natale. Vedo le vetrine dei negozi che cominciano ad esporre ghirlande e lucine e proprio l’altro giorno in centro città, hanno sistemato un enorme abete, ancora spoglio ma in attesa di essere vestito a festa. L’aria si fa sempre più fredda, la percepisco tutti i giorni; sferza il volto con tanta energia da penetrarmi fin dentro le ossa tanto da procurarmi una nuova dipendenza per tutti i tipi di bevanda calda. Mentre la sera torno a casa dall’università, cammino e penso che vorrei scrivere più spesso qui, sul blog e allora cominciano a frullarmi tante idee per la testa. E quando finalmente sono a casa, mi metto all’opera!

Già, ora che le temperature stanno calando c’è una cosa che adoro fare più di tutte! Rompere le uova e preparare qualche intruglio goloso ovviamente! Amo le torte con all’interno la frutta, specialmente in questa stagione. Umide e soffici al punto giusto, gustate ancora tiepide di fronte al camino acceso e con un leggero tocco di spezie che ne esalta il sapore e le rende il comfort food per eccellenza!

La torta pere e cioccolato è un grande classico, quella che nelle serate fredde non manca mai, quella che non delude mai le aspettative, quella che ognuno ha la sua versione ma alla fine sono tutte buone. Anche io ho la mia e non vedevo l’ora di condividerla con voi. Immaginatevi le pere morbide  e succose che affondano in un avvolgente impasto al cacao e cioccolato e il croccante delle noci tostate che rimangono in superficie. Questa è una torta perfetta per la colazione, adatta come dessert al volo o ancora meglio come coccola serale per andare a nanna felici perché come diceva Virginia Woolf: ” Non si può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non si ha mangiato bene.”

dpp_0599

dpp_0592

per una torta da 8-10 persone

225 g farina 00

125 g zucchero

3 uova

45 g cacao amaro

75 ml olio di olio di semi

110 g latte intero

1/2 cucchiaino cannella

12 g lievito per dolci ( poco meno di una bustina)

3 pere Williams mature

50 g gocce di cioccolato fondente

5-6 noci

1)  Preriscaldate il forno in modalità statica a 180°C.

2) In una ciotola capiente rompete le uova, aggiungete lo zucchero. Montate con le fruste elettriche fino a quando il composto avrà triplicato di volume e sarà diventato ben gonfio e spumoso. Con le fruste elettriche in azione versate lentamente l’olio a filo e continuate a sbattere, successivamente versate anche il latte.

3) In un’altra ciotola, setacciate la farina, il cacao ed il lievito. Continuate a sbattere con le fruste e incorporate poco a poco gli ingredienti secchi insieme a quelli liquidi. In ultimo aggiungete un pizzico di sale, mezzo cucchiaino di cannella e le gocce di cioccolato. Amalgamate bene il tutto.

4)  Lavate e sbucciate le pere e tagliatele a fettine non troppo sottili.

5) Versate l’impasto al cacao in una tortiera a cerniera del diametro di 22- 23 cm. Disponete le pere a raggiera e decorate con pezzetti di noce sparsi qua e là. Infornate per 40-45 minuti ma fate sempre la prova stecchino prima di estrarre dal forno. Lasciate intiepidire leggermente e servitela con un buon tea caldo.

dpp_0602

dpp_0597

dpp_0594

dpp_0596

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto e  taggami su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog .


SCROLL DOWN FOR ENGLISH VERSION

Pear, dark chocolate and walnuts cake

dpp_0604

I can’t even tell you how much I love this period! I mean the one that preceeds Christmas. Festive lights and ornaments start appearing everywhere and they almost make you forgive the frightful weather on the outside. Cold temperatures become much more bearable because you know this means that the most magic celebration of the year is fastly approaching. And I couldn’t be happier about that! 

When I’m back home at night the only thing I desire is a giant cup of tea along with a generous slice of cake, all served in front of a nice crackling fireplace. That’s the only tool capable of cheering up both my flesh and soul after an exhausting and chaotic day. And it’s quite an effective one, I must admit!

On occasions like this simplicity is the best! The idea you can come up with a quick dessert, made in a very short time and with the very few ingredients that you always store in your pantry is what makes me love this kind of cakes! Sweet and ripe pears sink into a vevelty chocolaty indulgent batter and you top it all off with some delicious crashed toasted nuts for extra crunch. This is heaven and I bet it’s the only thing you would ever ask for on these freezing autumnal nights!

Ingredients for 8-10 people (22-23cm cake tin)

225 g plain flour

125 g caster sugar

3 large free-range eggs

45 g cocoa powder

75 g sunflower oil

110 g milk

1/2 tsp ground cinnamon

12 g baking powder

3 large ripe pears

50 g dark chocolate chips

5-6 walnuts

1) Preheat the oven to 180°C/ 350°F/ gas mark 4.

2) In a large bowl, crack in the eggs, add the sugar and whisk everything together with a hand-held beater until the mixture has tripled in volume and it’s fluffy and paler. Slowly pour your oil in a steady stream, followed by the milk. In another bowl, sift your flour, cocoa powder, cinnamon, salt and baking powder. Add your dry ingredients into the wet ones, bit by bit and stir everything together until you can see no more pockets of flour. Finally stir in your chocolate chips.

3) Peel, rinse and core your pears, then thinly slice them and set them aside.

4) Pour the chocolaty batter into a round cake tin, previously buttered and lined with parchment paper. Layer the pear on top of the cake mix and sprinkle the crushed walnuts all over.

5) Pop the cake into the oven and bake it for 40-45 minutes or until a skewer comes out clean. Transfer the cake onto a wire rack and let it cool down a bit before slicing it. Dust with icing sugar and enjoy!

I hope you enjoyed this recipe and if you did, don’t forget to leave a comment below and follow me on social media, by clicking in the upper right-end corner of my home page. See you there!

If you decide to make one of my recipes, take a nice picture and tag me on Instagram with the hashtag #cinnamonloverblog . I’ll be delighted to see your bakes!

 

Continue Reading

Frollini autunnali alle nocciole e sciroppo d’acero

Si sta come

d’autunno

sugli alberi

le foglie

Così recita la nota poesia di Ungaretti. Così il poeta ci vuole far comprendere quanto la fragilità umana sia pari a quella della natura stessa. Quanto facilmente riusciamo a cadere, proprio come le foglie cadono in Ottobre. Più volte, io stessa mi sono sentita una foglia. Fragile, inerme, disposta a vacillare di fronte alle avversità della vita. Mi sono sempre piaciuti questi versi che, pur celando un sottile velo di malinconia, riescono perfettamente a rispecchiare le nostre perenni incertezze, i nostri dubbi che se non tenuti a bada, ci impediscono di reagire e di riprendere in mano le redini delle nostre vite. Le foglie suggeriscono una delle metafore migliori sulla nostra esistenza.

Parlando di foglie penso alle foglie di questa stagione, scaldate dal sole tiepido di Ottobre, tormentate dal vento che le separa prepotentemente dall’albero ed infine un turbinio dai colori caldi che percorre traiettorie del tutto imprevedibili fino a posarsi a terra e formare un manto variopinto che quasi nasconde l’erba ancora verde. Non è una fra le immagini più poetiche che esistano? E’ quasi una magia che la natura opera di fronte a noi e alla quale magari non prestiamo troppa attenzione.

 Ecco, ora immaginate una distesa di foglie di zucchero e nocciole che si depositano ordinatamente sul vassoio a fianco di teiera fumante; non sarebbe altrettanto bello?! Eh già! Però per questa volta mi sa che la magia la dovrete operare da soli! E allora mani in pasta!

dpp_0516

dpp_0430

dpp_0556

dpp_0456

Con questa dose otterrete 20-25 biscotti piuttosto grandi fatti da una frolla friabile e che racchiude tutto il profumo dell’ autunno. Se preferite, provateli sostituendo le nocciole con mandorle, noci pecan o arachidi. Potete anche congelare la frolla e scongelarla al momento del bisogno. Vi basterà formare i biscotti ed infornarli!

Per 20-25 biscotti grandi

260 g farina 00

100 g granella di nocciole tostate

140 g burro freddo di frigorifero

50 g sciroppo d’acero

90 g zucchero semolato

1 pizzico di sale

2 tuorli d’uovo

1) In un robot da cucina, munito di lame in plastica, inserite la farina e il burro freddo tagliato a tocchetti. Azionate la macchina per pochi istanti fino a quando il composto diventerà piuttosto sbricioloso. Aggiungete le nocciole tritate, il sale, lo zucchero e frullate nuovamente il tutto. In ultimo unite anche lo sciroppo d’acero e i tuorli e azionate il robot fino a che si formerà una palla. Avvolgete l’impasto dei biscotti così ottenuto nella pellicola trasparente e trasferite in frigo per un’oretta.

2) Stendete la frolla con un mattarello ad uno spessore di circa mezzo cm e ricavate dei biscotti con i vostri stampini autunnali preferiti. Adagiate i biscotti su una teglia foderata di carta forno. Continuate così fino a terminare l’impasto.

3) Cuocete i vostri biscotti in forno statico preriscaldato a 180°C per 13-15 minuti fino a quando saranno ben dorati alla base e sui bordi. Lasciateli raffreddare su una gratella per dolci prima di servirli. Spolverateli di zucchero a velo a piacere.

dpp_0435

dpp_0441

dpp_0434

I biscotti alle nocciole e sciroppo d’acero si conservano in una scatola di latta per una settimana. Sono l’ideale per accompagnare il tea o il caffè del pomeriggio o persino anche una golosa cioccolata calda.

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto e  taggami su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog. 


SCROLL DOWN FOR ENGLISH VERSION

Maple syrup and hazelnuts shortbread biscuits

dpp_0439

Do you like watching outside the window? I do. I I really do!  A window is a portal into the world! Wherever I am, on a train, on a bus, in my car and even at home I love having a little glipse at what’s going on outside. I love watching nature and weather changing according to the season. Tons and tons of colorful leaves dancing in the air, soaring in the wind and finally falling on the ground and covering everything as if they were comfy blankets. It’s such a poetic thing to see, isn’t it?

Now, imagine! What if loads of leaves made of sugar and hazelnuts fell magically on your baking tray? Wouldn’t be nice? Children would be thrilled to see such a thing! Unfortunately, at the moment we don’t have any way to make this happen but one: baking a batch of biscuits ourselves. But who knows… maybe in the future?! In the meantime, let’s get baking!

For this recipe you’re going to need very few ingredients but the result is a flaky, crumbly, buttery shortbread. The flavours of hazelnuts and maple syrup match perfectly together and they come through nicely. It makes the perfect biscuit to go with a steaming hot cup of tea in the afternoon and even with a luxurious giant mug of hot cocoa. The choice is very much yours!

Ingredients:

260 g plain flour

100 g ground toasted hazelnuts

140 g cold unsalted butter

50 g maple syrup

90 g caster sugar

2 egg yolks

1) In a large bowl, add your flour and the butter. Rub the butter into the flour with your fingers until it resembles bread crumbs. Add the ground hazelnuts, sugar, salt, maple syrup and egg yolks and combine all the ingredients together until they form a dough. Cover it in cling wrap and place it into the fridge for an hour.

2) Take a rolling pin and roll out your chilled shortbread pastry about half a cm thick. Cut our your biscuits with some leaf cookie cutters and arrenge your biscuits on a baking tray, previously lined with parchment paper.

3) Preheat the oven to 180°C/ 350°F and pop in the tray. After 12-15 minutes your shortbread should be nice and golden-brown on the edges and on the bottom. Pull out the tray and place your leaf biscuits on a wire rack to cool down. Sprinkle a little icing sugar on top.

Store your biscuits in air-tight container. 

I hope you enjoyed this recipe and if you did, don’t forget to leave a comment below and follow me on social media, by clicking in the upper right-end corner of my home page. See you there!

If you decide to make one of my recipes, take a nice picture and tag me on Instagram with the hashtag #cinnamonloverblog . I’ll be delighted to see your bakes!

Continue Reading

Oreo e nutella Brownies

Chi mi segue su Instagram sa che qualche settimana fa ho preparato dei golosissimi brownies agli oreo. Innanzitutto dunque scusate per l’attesa ma finalmente sono riuscita a caricare la ricetta! A chi piacciono i dolci della tradizione americana sa benissimo che i brownies sono uno dei dolcetti più golosi che esistano. Un impasto al cioccolato fondente senza lievito che deve rimanere morbido e umido all’interno, con una crosticina in superficie e che si scioglie in bocca al momento dell’assaggio. Sono già buoni nella versione originale, dunque pensate come possono essere arricchiti con nutella e oreo. Vi do’ un piccolo indizio: sono fa-vo-lo-si!

Questi brownies hanno pure il vantaggio che si preparano in pochissimi minuti, si sporca davvero poco ma alla fine si presenta una merenda fatta in casa di degno rispetto! Sono l’ideale proprio quando si manifesta quella voglia di dolce improvvisa. Inoltre costituiscono una validissima alternativa alle merendine confezionate in commercio perché sono pratici da essere impacchettati e portati con sé a scuola o a lavoro. Vi basti sapere che ormai prima di proporre qualcosa sul blog lo faccio passare al vaglio del mio tester ufficiale, mia sorella Chiara. E questi dolcetti me li ha promossi a pieni voti!

dpp_0415

dpp_0343

Le immagini parlano da sole, non è vero? Allora forza, cominciamo!

Per 9 porzioni

150 g cioccolato fondente 

100 g burro

3 uova

200 g zucchero

15 g cacao amaro

1 pz sale

100 g farina 00

nutella q.b.

5-6 biscotti oreo

1) In un tegamino, unite burro e cioccolato a pezzetti e lasciate fondere il tutto. Versate il composto in una ciotola, amalgamate lo zucchero e lasciate intiepidire.

2) Unite anche le uova, una alla volta, aggiungendo la successiva solo quando la prima è stata completamente amalgamata. Aggiungere ora il cacao e il sale. In ultimo incorporate la farina setacciata con una spatola.

3) Versare l’impasto dei brownies in una pirofila quadrata da 20×20 cm, rivestita con carta forno. Adagiate sulla superficie del composto 9 cucchiaini di nutella, disposti in file da 3. Con l’aiuto di uno stecchino marmorizzate la nutella nell’impasto ed infine disponete sulla superficie anche gli oreo spezzettati grossolanamente.

4) Cuocete in forno preriscaldato statico a 180°C per 35-40 minuti. Fate la prova stecchino, che in questo caso non dovrà essere completamente pulito perché l’interno dei brownies deve restare molto umido. Fate raffreddare su una gratella e una volta freddi, tagliateli in quadrotti.

dpp_0413

dpp_0417

dpp_0414

Se avanzano, conservate i brownies sotto una campana di vetro per massimo 2-3 giorni.

Ricetta tratta da: Brownies alla marmellata di Chiarapassion

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai questa ricetta, taggami su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog .


SCROLL DOWN FOR ENGLISH VERSION

OREO AND NUTELLA BROWNIES
dpp_0358

Here I am friends with another yummy bake! Before throwing myself into a full period packed with autumnal baking I thought I would suggest you a sweet treat that’s capable of cheering up even the saddest among the most miserable souls. Lately both my sister and I have been in the mood for chocolate since we’re still facing the back to school month. Luckly for us, brownies have been our solution. You know what?! Brownies are always the anwer to problems; well… at least they should be! 

In this recipe you get a brownie which is super moist on the inside and slightly crunchy on top. Moreover nutella and oreo biscuits enrich the brownie batter giving you at the end, one of the tastiest result I’ve ever experienced in my whole baking life. This is the ultimate brownie recipe, you really need to try these!

INGREDIENTS:

 150 g dark chocolate

100  g unsalted butter

3 large free-range eggs

200g caster sugar

15 g cocoa powder

100 g plain flour

1 pinch of salt

1) Preheat the oven to 180°C/ 350°F. In a small pan melt the diced butter and the chocolate. Once nicely melted, pour the chocolate mixture into a separate bowl and stir in the sugar. Let it cool down slightly.

2) Add the eggs, one at a time, then sift in the cocoa powder along with the flour and salt. Mix gently the ingredients until you can see no more lumps of flour in it.

3) Pour the brownie batter into a 20×20 cm square cake tin and spread the mixture evenly into the corners. Arrange some teaspoons of nutella on the surface of the batter and marble with a skewer. Finally sprinkle on top some coarsely broken pieces of oreo biscuits.

4) Bake it for 35-40 minutes. Let the brownies cool down completely before cutting them into squares.

Store the brownies in a air-tight container for maximum 2-3 days.

I hope you enjoyed this recipe and if you did, don’t forget to leave a comment below and follow me on social media, by clicking in the upper right-end corner of my home page. See you there!

If you decide to make one of my recipes, take a nice picture and tag me on Instagram with the hashtag #cinnamonloverblog . I’ll be delighted to see your bakes!

Continue Reading

Torta morbida alle fragole

Avete presente quelle mattine di primavera con un sole alto e splendente in cielo? Quelle mattine in cui il bel tempo vi infonde quella energia e voglia di fare? A me, ultimamente capita spesso e volentieri e ovviamente questa energia la impiego nel preparare torte!

L’ultima che ho provato è stata questa torta di fragole morbidissima, davvero una nuvola! Proprio un dolcino leggero, senza latticini e perfetto per queste giornate tiepide. Ringrazio Simona di TAVOLARTEGUSTO per la magnifica ricetta; lei per aromatizzare la torta utilizza la scorza grattugiata di limone ma io, non avendo in casa limoni non trattati da utilizzare ( ahimè… ho già finito quelli biologici del mio albero!), ho optato per la cara vecchia bacca di vaniglia, che dona un aroma altrettanto delicato e piacevole.

Questa torta profuma di buono, profuma di cose belle, semplici e di amore. Si, forse starò esagerando e probabilmente è la parte di me che è stata inebriata dal sole primaverile a parlare, eppure la sensazione di gioia che ho provato, estraendo questa torta dal forno ha un che di indescrivibile. Vi presento dunque, la mia ricetta della felicità!

Per una tortiera del diametro di 22-23 cm:

3 uova

150 g zucchero semolato

 70 ml olio di semi

110 g farina 00

70 g fecola di patate

1 cucchiaino colmo di lievito per dolci

1 pizzico di sale

1/2 bacca di vaniglia

270 g fragole fresche e sode (al netto degli scarti)

zucchero a velo q.b.

 

1) Lavate le fragole e tagliatele a spicchi, poi mettetele su della carta assorbente in modo che si asciughino per bene e non rilascino troppa acqua nell’impasto.

2) Montate le uova intere con lo zucchero con uno sbattitore elettrico per almeno 5 minuti o fino a quando avranno triplicato in volume. Incidete la bacca di vaniglia nel senso della lunghezza e, con la punta di un coltello, raschiatene via tutti i semini; aggiungeteli quindi al composto di uova ( un consiglio: fino a poco tempo fa gettavo la bacca, subito dopo averla usata, poi ho scoperto che si può metterla nel contenitore dello zucchero, ottenendo uno stupendo zucchero aromatizzato da usare in altre torte e biscotti).

3) Aggiungete l’olio a filo e continuate a sbattere, infine setacciate anche la farina, la fecola e il lievito e sbattete nuovamente per pochi istanti fino ad ottenere un composto liscio e privo di grumi.

4) Versate l’impasto nella tortiera, precedentemente imburrata ed infarinata e poggiatevi sopra gli spicchi di fragole a raggiera ( non è necessario spingerli nell’impasto, cadranno da soli in fase di cottura).

5) Cuocete in forno preriscaldato a 180°C per circa 45 minuti (fate sempre la prova stecchino). Una volta cotta ed intiepidita, cospargetela abbondantemente di zucchero a velo. Vi assicuro: una bontà divina! Provare per credere!!!

IMG_8621 IMG_8838

Fatemi sapere se questa ricetta vi è piaciuta con un commento qui sotto e seguitemi sui social, cliccando in alto a destra alla home page del mio sito. Alla prossima ricetta!

Continue Reading

Bûche de Noël al cioccolato e arancia

                                                                                              “La vita è come il cioccolato, è l’amaro che fa apprezzare il dolce.”

Xavier Brébion

 

Cari lettori,

è un po’ che non mi faccio sentire ma in questi ultimi tempi le preparazioni natalizie hanno assorbito tutte le mie energie.

Lo scorso weekend ho trascorso il Natale in famiglia, dopo aver dedicato due giorni alla preparazione del tradizionale cenone della Vigilia e del sontuoso pranzo del giorno dopo. Purtroppo non c’è stato troppo tempo per le fotografie ma ho comunque deciso di lasciarvi la ricetta dell’immancabile tronchetto natalizio, che ho portato in tavola al termine del pranzo di Natale ma che può essere servito benissimo anche in occasione della cena di Capodanno, perchè no?

Questa versione con una pasta biscuit al cacao e rum, una mousse al mascarpone all’arancia e una ganache al cioccolato fondente è davvero deliziosa. Il sapore risulta delicato e ben equilibrato pertanto questo è il dessert perfetto da servire al termine del pasto delle feste.

DOSI PER 12 PERSONE

Per la pasta biscuit al cacao:

  • 4 uova;
  • 120 g zucchero semolato;
  • 70 g farina 00;
  • 30 g fecola di patate;
  • 20 g cacao amaro;
  • 1 cucchiaino di lievito chimico per dolci;
  • 1/4 fialetta di aroma al rum.

Per la mousse al mascarpone all’arancia:

  • 2 tuorli d’uovo;
  • 80 g di zucchero semolato;
  • 250 g mascarpone;
  • 200 ml panna fresca da montare;
  • scorza di 1/4 di arancia biologica non trattata in superficie.

Per la ganache al cioccolato fondente:

  • 250 g di cioccolato fondente all’arancia ( nel caso non lo troviate, potete utilizzare semplice cioccolato fondente con una percentuale di cacao non superiore al 60 percento oppure aggiungervi qualche goccia di aroma all’arancia in fialetta);
  • 300 ml panna fresca da montare.

 

Cominciate dalla preparazione della pasta biscuit al cacao: separate i tuorli dagli albumi, aggiungete un pizzico di sale a questi ultimi e montateli a neve ben ferma con uno sbattitore elettrico. Procedete aggiungendo lo zucchero ai tuorli e montate anche questi finchè diverranno pallidi e spumosi. Setacciate ora farina, fecola, lievito e cacao all’interno dei tuorli e amalgamate il tutto con una spatola. Aggiungete anche l’essenza al rum e una cucchiaiata di albumi montati, mescolando senza particolare cura, in modo tale da ammorbidire l’impasto. Ora versate i restanti albumi ed incorporateli delicatamente dal basso verso l’alto prestando attenzione a non smontare troppo il composto. Versate l’impasto sulla leccarda del forno foderata di carta forno e stendete l’impasto con una spatola fino a raggiungere lo spessore di circa 1 cm.

Infornate a 180°, in forno ventilato preriscaldato e lasciate cuocere per circa 8-10 minuti (non di più, altrimenti la pasta biscuit diverrà troppo secca e non riuscirete più ad arrotolarla su se stessa!).

Nel frattempo prendete un panno da cucina piuttosto largo e spolverizzatelo con abbondante zucchero a velo. Quando la pasta biscuit sarà cotta, rovesciatela immediatamente sul panno, rimuovete la carta forno, spolverizzate nuovamente con altro zucchero a velo e arrotolatela, finchè è ancora calda, con l’aiuto di un canovaccio, delicatamente dal lato più lungo. Una volta ottenuto un rotolo, lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente.

Intanto dedicatevi alla ganache: tritate finemente al coltello il cioccolato e scaldate la panna fresca in un pentolino. Poco prima che la panna sfiori il bollore, toglietela dal fuoco e versatela sul cioccolato, precedentemente messo in una ciotola capiente. Mescolate con una frusta fino a che il cioccolato sarà completamente sciolto e la crema avrà assunto un bel colore scuro e uniforme. Lasciate raffreddare e poi riponetela in frigo per un quarto d’ora.

Preparate ora la mousse al mascarpone all’arancia. Montate i tuorli con lo zucchero, aggiungete la scorza d’arancia grattugiata finemente oppure un cucchiaio di liquore all’arancia. Aggiungete il mascarpone e amalgamatelo bene con le fruste elettriche. Montate ora la panna fresca, senza zucchero, a neve ferma ( consiglio di mettere le fruste e la ciotola, in cui intendete montare la panna, in freezer per 10 minuti: la panna monterà prima e meglio!). Ora incorporate la panna, dal basso verso l’alto al composto di mascarpone.

 Assembliamo il tronchetto: srotolate la pasta biscuit al cacao e spalmate la mousse al mascarpone su tutta la superficie ( se volete potete anche distribuite qualche scaglia di cioccolato all’arancia sopra la mousse). Arrotolate nuovamente il tronchetto dal lato lungo. Coprite con la pellicola e riponetelo in frigo a riposare per almeno mezz’ora.

Montate la ganache fredda con uno sbattitore elettrico fino a quando assumerà un colore più chiaro e la consistenza di una mousse. Con l’aiuto di una spatola mettete la ganache all’interno di una sac à poche, munita di bocchetta stellata o dentellata. Tagliate il tronchetto con un taglio trasversale e accostate il pezzo tagliato al lato del pezzo più grande, in modo tale da simulare due ceppi di legno accostati. Decorate con la sac à poche, facendo lunghe strisce che imiteranno le venature dei tronchi ( nel caso in cui non abbiate una sac à poche, spatolate la ganache lungo tutto il dolce e utilizzate i rebbi di una forchetta per formare le classiche striature!).

Infine, io ho deciso di decorarlo con dell’agrifoglio e dei fiocchi di neve in pasta di zucchero, in alternativa basterà una semplice spolverata di zucchero a velo.

Spero che questa ricetta vi sia piaciuta e con l’occasione vi porgo gli auguri più sentiti per un 2016 pieno di gioia! Buone feste e a presto!:)

IMG_2811IMG_2813

Continue Reading

Winter wonderland carrot cupcakes

“A party without a cake is just a meeting.”

Julia Child

 

Circa un anno fa, durante il mio ultimo viaggio a Londra, ricordo di essere rimasta affascinata davanti alla vetrina di una bakery di Portobello Road, pertanto non ho potuto fare a meno di entrare. Glasse colorate, torte multistrato e poi loro…. gli immancabili cupcakes: questi dolci della tradizione americana sono davvero irresistibili, difatti non ho resistito e ho dovuto assaggiarne uno. Ho scelto quello alle carote guarnito da una goduriosa crema a base di burro e formaggio spalmabile, quella che gli inglesi chiamano comunemente  “cream cheese frosting”. Beh… da allora è stato amore a prima vista ( o meglio, a primo morso) e l’ho decretato sicuramente il mio preferito.

Questi cupcakes sono davvero deliziosi ed inoltre sono anche super facili da realizzare perchè per l’impasto si utilizza il vasetto dello yogurt come dosatore.

L’aggiunta dello yogurt, inoltre, conferisce all’impasto una gradevole morbidezza e la giusta umidità ai cupcakes. Non soddisfatta, ho deciso di aggiungervi anche delle mandorle tostate e un tocco di cannella che insieme completano bene il sapore complessivo del dolce. Insomma con questa ricetta questi cupcakes diverranno anche i vostri preferiti. Allora vi ho ingolosito? Vediamo come prepararli!:)

Per circa 16 cupcakes:

  • 3 uova;
  • 1 vasetto di yogurt ( da 150 g);
  • 3/4 vasetto di olio di semi di mais;
  • 1 vasetto di zucchero di canna;
  • 1/2 vasetto di zucchero di canna scuro tipo muscovado;
  • 3 vasetti di farina 00;
  • 16 g di lievito chimico per dolci;
  • 2 carote grandi;
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere;
  • la scorza grattugiata di mezza arancia biologica;
  • 100 g mandorle tostate e tritate ( volendo si può fare 50 g nocciole + 50 g mandorle);
  • 1 pizzico di sale.

Per il cream cheese frosting:

  • 220 g di formaggio spalmabile tipo philadelphia;
  • 50 g burro morbido;
  • 100 g di zucchero a velo ( o in alternativa 75 g zucchero a velo + 1 cucchiaio di miele).

Per la decorazione:

  • Marzapane q.b.;
  • Pasta di zucchero q.b.,
  • Cannella q.b.;
  • Colorante alimentare arancione.

 

Preriscaldate il forno ventilato a 180° e disponene i pirottini di carta nell’ apposito stampo per muffins. Poi pelate, lavate e grattugiate finemente le carote e ponetele all’interno di un colino in modo tale che possano liberarsi del succo in eccesso.

Per l’ impasto dei cupcakes, rompete le uova all’interno di una ciotola capiente, aggiungetevi lo yogurt e gli zuccheri e mescolate energicamente con l’aiuto di una frusta; versate l’olio a filo, continuando a mescolare. A parte setacciate la farina, la cannella, il lievito e il sale. Aggiungete gradualmente gli ingredienti secchi a quelli liquidi e amalgamate il tutto affinchè non vi siano grumi. A questo punto, strizzate le carote e unitele all’impasto insieme alla scorza d’arancia e alle mandorle tritate e incorporate questi ultimi ingredienti per mezzo di una spatola. Distribuite il composto all’interno dei pirottini di carta, tramite uno spallinatore da gelato o un cucchiaio di metallo. Infornate per circa 20 minuti e fate la prova stecchino per verificare se la cottura è stata ultimata. Estraete i cupcakes dal forno e lasciateli raffreddare completamente.

Nel frattempo preparate il cream cheese frosting: versate il burro a temperatura ambiente in un recipiente e frullatelo con uno sbattitore elettrico finchè diventerà cremoso, unite il formaggio spalmabile e infine versate lo zucchero a velo, a più riprese. Continuate a sbattere finchè il composto sarà ben montato. Riempite una sac à poche, munita di bocchetta stellata, con la crema cosi’ ottenuta e ponetela in frigo a riposare.

E ora arriva la parte divertente: assembliamo i cupcakes!!!:)

IMG_1642

Praticate una sorta di spirale, cercando di esercitare sempre la stessa pressione e mantenendo la sac à poche perpendicolare alla superficie del dolce.

      IMG_2005

Non ci resta che decorarli! Una veloce spolverata di cannella, una piccola carotina in marzapane e un fiocco di neve in pasta di zucchero sono proprio quello che ci vuole per trasformare delle semplici tortine alle carote e mandorle in meravigliosi Winter Wonderland Carrot Cupcakes! Una garanzia di bontà per una merenda invernale speciale!:)

Provateli e fatemi sapere se vi sono piaciuti!

IMG_1644        IMG_1672                                   IMG_1670         IMG_1682                  IMG_1662

 

Continue Reading