Tortini al cioccolato con cuore morbido e gelato alla crema

” La vita è come il cioccolato, è l’amaro che fa apprezzare il dolce.”
                                                         (Xavier Brébion)

 

Amanti del cioccolato, a me! Chi al ristorante, di fronte alla lista dei dessert, non si mai lasciato tentare di fronte al celeberrimo tortino al cioccolato con l’ irresistibile cuore morbido? Io no di certo, anzi rimane tutt’ora il mio preferito e nel tempo ne ho assaggiati diversi, tutti più o meno buoni dove la costante rimaneva quell’interno caldo e cremoso capace di sconvolgerti le papille gustative. Da un po’ me lo preparo in casa e che ci crediate o meno, vi assicuro che è una delle cose più semplici e veloci da realizzare, bisogna solamente prestare un po’ di attenzione alla cottura: se lo cuocete poco resterà attaccato allo stampino, se lo cuocete troppo invece si perderà l’effetto del cuore morbido. Insomma, basta trovare un’equilibrio! Il risultato alla fine lascia senza parole: l’interno è cremoso, leggero ed areato tanto da assomigliare ad un soufflè! Trovate la videoricetta qui sotto e nel mio nuovo canale youtube, di cui vi lascio il link qui di seguito –>> Cinnamon Lover Blog  ( se vi va di iscrivervi, potrete restare sempre aggiornati quando usciranno le prossime!). Così questa volta sarà impossibile sbagliare!

La cosa bella di questa ricetta è che potete prepararla con largo anticipo e conservare i tortini in frigo fino al momento della cottura. Potete addirittura congelarli da crudi e tenerli pronti in caso di qualsiasi evenienza come ospiti improvvisi in arrivo o momenti di sconforto bisognosi di una cura a base di buon cioccolato!

Penso che questo sia il dessert che anche il meno goloso sulla faccia della terra farebbe davvero fatica a rifiutare. Appagante sia alla vista che al palato. Accompagnato da una pallina di gelato alla crema e ad un po’ di ribes, si creeranno dei contrasti caldo/freddo, acidulo/ dolce che renderanno questo dolce il dessert ideale di ogni fine pasto oppure la coccola golosa nei pomeriggi freddi ed uggiosi che si prospettano nei prossimi mesi. Perché ogni tanto, peccare di gola è consentito, specialmente di fronte ad un tortino al cioccolato! Non siete d’accordo con me?

Ingredienti per 4 tortini:

150 g cioccolato fondente al 70% cacao di buona qualità

80 g burro 

70 g zucchero semolato

2 uova medie

25 g farina “00”

burro e cacao in polvere q.b. per foderare gli stampini

gelato alla crema q.b.

qualche rametto di ribes rosso ( facoltativo)

 

1) In un pentolino, unite il cioccolato a pezzetti ed il burro. Fondete a fiamma medio bassa, mescolando costantemente. Lasciate intiepidire.

2) Montate le uova con lo zucchero fino a quando saranno belle gonfie e spumose. Unite il composto di cioccolato alle uova e amalgamate bene gli ingredienti.

3) In ultimo, setacciate la farina ed unitela delicatamente all’impasto.

4) Ungete degli stampini in alluminio e foderateli di cacao in polvere. Suddividete l’impasto nei 4 stampini.

5) Cuocete i tortini al cioccolato in forno statico preriscaldato a 200°C per 10-12 minuti. Fate attenzione, dovranno crescere, formare una crosticina sui bordi ed essere leggermente concavi al centro, se volete che l’interno rimanga morbido.

6) Servite immediatamente, accompagnandoli a piacere con una spolverata di zucchero a velo, del ribes ed una generosa pallina di gelato alla crema.

 

Come vi consigliavo prima potete congelare i tortini da crudi e tenerli in freezer fino al momento dell’occorrenza. Scongelateli un’ora prima dell’utilizzo.

Se ve ne servono più di quattro, raddoppiate o triplicate le dosi secondo le vostre necessità.

 


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifate una delle mie ricette, scattate una foto e  taggatemi su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog . Sarei felice di vedere i vostri scatti!

 

 

Continue Reading

Crostata sbriciolata di ciliegie e ricotta

Da bambina non vedevo l’ora che arrivasse l’inizio di Giugno per un solo motivo: era tempo di ciliegie! Le raccoglievo con i cugini nel giardino della nonna e ho il ricordo di interi pomeriggi passati ad arrampicarci sugli alberi alla ricerca del nostro bottino. Confesso però che la metà delle ciliegie che raccoglievamo non ci arrivava nemmeno al cestino ma finiva dritta dritta nelle nostre pance, mentre l’altra metà la mangiavamo a casa nei giorni seguenti. Sta di fatto che è così ancora oggi: non appena maturano le mangiamo subito e non mi resta mai il tempo di metterle in una torta. Quest’anno, fortuna vuole che sia riuscita a rimediare una cassettina di ciliegie extra a buon mercato e quindi non mi sono lasciata sfuggire l’opportunità di prepararci qualcosa. Mia madre ne ha usate un po’ per fare la confettura ed del resto ne ho fatto il dolce per la colazione della Domenica.

Nell’indecisione fra crostata o crumble, ho scelto la via di mezzo ed ho infornato un ibrido con un risultato davvero niente male! 

Questa crostata è preparata con un croccante ed allo stesso tempo friabile crumble di farina di mais e farcita con una leggerissima crema alla ricotta profumata al miele e cannella e da una pioggia di ciliegie fresche. E’ proprio una di quelle torte rustiche che piacciono a me, quelle che sanno di casa, di merenda d’estate, di famiglia. Una di quelle torte che te le immagini proprio sul tavolo di legno grezzo nella penombra di una cucina di campagna, accanto ad uno strofinaccio a quadretti bianchi e rossi e ad un mazzo di fiori di campo appena colti. Una di quelle torte che aspetti solo che la nonna ti dica: -” E’ pronta la merenda!”- per afferrarne un pezzo e addentarlo all’ombra di un frassino in giardino mentre ti accompagna il sottofondo musicale del canto delle cicale. Proprio come con le ciliegie, una fetta tira l’altra e vi posso giurare che è davvero difficile resistere al profumino invitante di burro che questa crostata emana quando è ancora calda. 

Ingredienti per il crumble al mais:

225 g farina 00

125 g farina di mais fioretto

125 g burro freddo a tocchetti

125 g zucchero semolato 

1 uovo grande

1 pizzico di sale

1 cucchiaino di lievito per dolci

la scorza di un limone non trattato

mandorle a lamelle q.b 

Ingredienti per il ripieno:

250 g ciliegie denocciolate

250 g ricotta vaccina

2 cucchiaini di miele d’acacia

20 g zucchero a velo

1/2 cucchiaino di cannella

 

1) In una ciotola capiente versate le farine, lo zucchero ed il burro freddo di frigorifero. Impastate con le punte delle dita fino ad ottenere un composto sabbioso.

2) Unite il sale, il lievito, la scorza di limone e l’uovo e amalgamate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto piuttosto sbricioloso. Mettetelo da parte ed occupatevi del ripieno.

3) Preparate la crema di ricotta riunendo in una ciotola la ricotta vaccina insieme allo zucchero a velo, il miele e la cannella e mescolate bene.

4) Foderate una tortiera dal cerchio apribile del diametro di 22 cm con la carta forno, poi versateci dentro metà della pasta frolla e compattatela con le mani, distribuendola sul fondo della tortiera.

5) Distribuite la crema alla ricotta sopra alla frolla e poi aggiungetevi uno strato di ciliegie ( già denocciolate). Terminate coprendo la crostata con l’altra metà di crumble avanzato, sbriciolando l’impasto rimasto su tutta la superficie del dolce. Decorate con le mandorle a lamelle a piacere.

6) Cuocete in forno in modalità statica, preriscaldato a 180°C, per circa 50 minuti. Lasciate raffreddare completamente, poi spolverizzate la crostata con zucchero a velo a piacere e decoratela con qualche altra ciliegia.


Le torte con la frutta in questo periodo caldo sono un po’ “delicate”. Vi consiglio di consumare la crostata di ricotta e ciliegie abbastanza in fretta, altrimenti conservatela in frigo, sotto una campana di vetro.

 

Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifate una delle mie ricette, scattate una foto e  taggatemi su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog . Sarei felice di vedere i vostri scatti!

 

 

Continue Reading

Torta alle carote, cocco e mandorle, glassata al cioccolato fondente

Quanto è bello svegliarsi la mattina e sapere che c’è una torta che è lì, sul tavolo della cucina, che ti aspetta per darti il buongiorno? Io lo trovo stupendo! Specialmente se è una torta al cioccolato. Ti dà tutta la carica che ti serve per alzarti dal letto e affrontare la vita!  A proposito di cioccolato, non conosco miglior medicina per il buonumore di questa miracolosa sostanza ed è risaputo che mangiando un buon cioccolato fondente si sviluppa la serotonina, cosa che sicuramente fa cominciare la giornata con il piede giusto! “La vita è come il cioccolato: è l’amaro che fa apprezzare il dolce”- dice il saggio, ed è vero.  Non possiamo aspettarci che ci siano solo cose belle ma dobbiamo fare l’impossibile per imparare a riconoscerle, ad afferrarle con le mani, a viverle fino in fondo.  Abbiamo l’obbligo verso noi stessi di credere nei nostri sogni e di correre per raggiungerli. Non senza prima aver preso una fetta di torta però!

Quella che vi propongo per addolcire le vostre merende estive è senza latte, senza burro e glutenfree. E’ la torta di carote, cocco e mandorle glassata al cioccolato. L’interno umido e delicato è ricoperto da una golosissima e libidinosa glassa al cioccolato fondente che si scioglie in bocca. Al primo morso è entrata di diritto nella top 10 delle mie torte preferite, tanto che ho saputo subito che sarebbe finita dritta dritta su questi schermi. Una torta così buona non si può fare altro che condividerla!

 A casa mia è finita in un lampo. Poco male comunque perché si prepara in soli 10 minuti in un mixer: tutti gli ingredienti dentro la ciotola ed il gioco è fatto! E’ talmente irresistibile che scommetto che accontenterà anche i palati più esigenti!

Ingredienti per una torta da 8 porzioni:

3 uova medie

300 g carote ( al netto degli scarti)

150 g zucchero di canna

150 g farina di cocco

150 g mandorle spellate e tostate

1 bustina di lievito per dolci

150 g cioccolato fondente ( 70% cacao min o oltre)

100 ml panna fresca da montare ( facoltativo)

1 cucchiaio di cocco rapè per la decorazione

1) Nella tazza del frullatore munito di lame in acciaio inserite le mandorle, precedentemente tostate, insieme allo zucchero di canna e tritatele finemente. Trasferitele in un’altra ciotola e mettetele da parte.

2) Inserite ora le carote nel mixer e tritate finemente anche queste. Unite le mandorle con lo zucchero, la farina di cocco, le uova e il lievito e azionate il mixer per 5 minuti. Il composto che otterrete sarà piuttosto compatto ma è giusto sia così.

3) Trasferite l’ impasto all’interno di una tortiera del diametro di 20 cm, rivestita precedentemente con carta forno, e livellate bene la superficie.

4) Infornate in forno preriscaldato a 180°C in modalità statica per 45-50 minuti. Una volta cotta, lasciatela raffreddare.

5) Preparate la glassa fondendo il cioccolato fondente a bagnomaria; una volta fuso aggiungetevi la panna fresca liquida e amalgamate il tutto. Se non volete utilizzare la panna, glassatela unicamente con il cioccolato fuso. Cospargete la torta ormai fredda con la glassa al cioccolato fino a coprirla interamente. Decorate la superficie con i rebbi di una forchetta e distribuite un po’ di farina di cocco su tutto il bordo.

 

 

 

Conservate la torta di carote, cocco e cioccolato in frigorifero sotto una campana di vetro per 3-4 giorni al massimo. Essendo una torta umida, gustata fredda è ancora più buona.

Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifate una delle mie ricette, scattate una foto e  taggatemi su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog . Sarei felice di vedere i vostri scatti!

Continue Reading

Cheesecake alle fragole

Amo le cheesecake!  Fresche, delicate, versatili ma soprattutto si preparano in un attimo e fanno fare sempre un figurone. Anzi, preparatevi perché pensavo di aprire una rubrica dedicata proprio a loro. La cheesecake che vi propongo oggi è perfettamente in tema con il mese di Maggio; ormai le fragole fresche, rosse e succose invadono i banconi del mercato, quindi perché non utilizzarle per fare una bella torta!?

Una base croccante biscottata, una crema leggera e spumosa e una cascata di fragole fresche in cima. Per non farci mancare nulla, ho preparato anche una salsa di accompagnamento, un coulis appunto, che ho versato direttamente su ciascuna fetta, poco prima si servirla. Questa salsa è fenomenale! L’ho provata anche sul gelato e sui croissant caldi alla mattina e devo dire che ci sta divinamente! 

 Spero che questa primavera che quest’anno si fa attendere torni presto perché non vedo l’ora di ricominciare a godermi il sole caldo e i dessert freschi, fingendo di essere già immersa in un afoso sabato sera di metà Luglio. Me lo immagino così. Una cena in giardino, il vento tiepido che ti scompiglia i capelli, le candele accese, la luce solare che si protrae fino a tardi, il frinire dei grilli in sottofondo, una gonna morbida che accarezza le ginocchia e una bella fetta di questa cheesecake alle fragole che ti aspetta per concludere la serata.  Si vede che ho già voglia di estate?

 

Per il fondo biscottato:

160 g biscotti secchi tipo Digestive

75 g burro fuso

Per la crema:

500 g formaggio spalmabile tipo philadelphia

100 g zucchero a velo

250 ml panna fresca

1 cucchiaio di succo di limone 

6 g di gelatina in fogli (3 fogli)

250 g fragole fresche

1) Iniziate imburrando e rivestendo di carta forno una tortiera del diametro di 20 cm.

2) Fate fondere il burro in un pentolino. Inserite in un mixer i biscotti e tritateli fino ad ottenere una polvere. Versate il burro nei biscotti sbriciolati e mescolate bene. Distribuite il composto ottenuto sul fondo della tortiera e pressatelo bene, aiutandovi con il dorso di un cucchiaio. Mettete in frigorifero a rassodare per 30 minuti.

3) Mettete i fogli di gelatina in ammollo nell’acqua fredda per una decina di minuti.

4) In una ciotola, unite il formaggio cremoso e lo zucchero a velo e amalgamateli bene. A parte, montate la panna ( conservandone tre cucchiai, nei quali farete sciogliere la gelatina). Scaldate la panna avanzata sul fuoco, aggiungeteci i fogli di gelatina ben strizzati e mescolate fino a quando la gelatina non si sarà completamente sciolta.

5) Unite il composto di gelatina intiepidito al formaggio ( avendo cura che i due composti si trovino più o meno alla stessa temperatura, in modo da evitare un eventuale shock termico e scongiurare la formazione di grumi) e mescolate velocemente. In ultimo, incorporate anche il succo di limone e la panna montata, con movimenti dal basso verso l’alto.

6) Distribuite la crema ottenuta nella tortiera, livellatela e copritela bene con pellicola. Lasciatela riposare in frigo per almeno 6 ore.

7) Per decorare, lavate e tagliate le fragole a fettine sottili e disponetele a raggiera su tutta la superficie.

Per il coulis di fragole:

250 g fragole fresche mature

50 g zucchero a velo

30 g succo di limone

8) Lavate e tagliate a pezzettini le fragole mature. Aggiungetele in padella assieme al succo di limone e allo zucchero a velo. Ponete la padella su fiamma bassa e portate ad ebollizione ( ci vorranno pochi minuti).

9) Quando le fragole inizieranno a disfarsi, spegnete il fuoco. Frullate il composto ottenuto con un mixer ad immersione.

10) Filtrate la salsa attraverso un colino a maglie strette così da ottenere un coulis liscio ed omogeneo. Conservate in frigorifero il coulis fino al momento dell’utilizzo.

La cheesecake alle fragole si conserva in frigorifero, ben coperta per 2-3 giorni. Potete prepararla la sera prima e decorarla con le fragole il giorno successivo, poco prima di servirla. Accompagnate ciascuna fetta con una generosa colata di coulis. I vostri ospiti si leccheranno i baffi!

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto e  taggami su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog .

Continue Reading

Tiramisù classico

Ogni tanto viene voglia di andare sul sicuro, di riassaporare gusti che ci riportano all’infanzia all’improvviso e che rimarranno sempre impressi nella memoria sensoriale di ciascuno. Il tiramisù a me fa questo effetto! Nonostante lo abbia mangiato innumerevoli volte, è buono ogni volta come se fosse il primo assaggio. Il tiramisù è uno dei primi dolci che ho imparato a preparare. E’ il dolce al cucchiaio per eccellenza non solo in Veneto ma in tutto il territorio nazionale! E’ il dolce che mamma preparava per quasi tutti i nostri compleanni ed è quello che ancora oggi preferisco in assoluto! E’ il dolce facile e veloce per antonomasia e quello davvero immancabile dopo il pranzo della Domenica. Seppur semplice da preparare, ci sono un paio di passaggi da rispettare per la perfetta riuscita di questo dolce: il primo è che i biscotti devono essere solamente appena bagnati nel caffè altrimenti si inzupperanno troppo, il secondo è che la crema venga montata a sufficienza affinché raggiunga la perfetta consistenza.

Capisco il perché se ne siano litigati in molti l’invenzione: l’accostamento di sapori semplici come caffè, cacao e crema al mascarpone è stato l’abbinamento vincente che ha creato un prodotto che viene riprodotto e imitato ormai in tutto il mondo tanto addirittura da creare un giorno specifico che onori le origini di questo dolce, il cosiddetto “Tiramisù Day”. 

La ricetta originale non la prevede ma io nella mia versione del tiramisù metto la panna montata perché trovo che in questo modo la crema venga molto più densa e corposa. Non me ne vogliano i tradizionalisti! Quando lo preparo, tendo sempre a fare la dose doppia perché con questo dolce vige la sola regola del ” non è mai abbastanza”. Ogni tanto, sgarrare si può! Specialmente per il Tiramisù!

  

Per un tiramisù da 10-12 persone:

500 g mascarpone

400 ml panna fresca da montare

160 g zucchero semolato

4 tuorli d’uovo grandi

400 g savoiardi

250 ml caffè 

2 cucchiai di Marsala dolce

cacao amaro q.b.

1) Per prima cosa preparate il caffè, aggiungetevi il Marsala e lasciatelo raffreddare in un recipiente basso e largo.

2) In una ampia ciotola, montate i tuorli con lo zucchero fino a quando saranno belli spumosi. Aggiungete il mascarpone al composto di tuorli ed amalgamatelo bene.

3) A parte, montate la panna a neve ferma ( consiglio di lasciare in frigo per 10 minuti la ciotola e le fruste elettriche con cui intendete montare la panna: monterà prima e meglio).

4) In ultimo, unite la panna al mascarpone ed incorporatela con movimenti dal basso verso l’alto.

5) Procedete ad assemblare: distribuite nella teglia un primo sottile strato di crema al mascarpone, bagnate i savoiardi nel caffè e disponeteli l’uno accanto all’altro, coprite con un nuovo strato di crema e procedete così fino al termine degli ingredienti.

6) Spolverate la superficie del dolce con abbondate cacao in polvere, giusto poco prima di servire il tiramisù.   

L’IDEA IN PIU’! 

Mettete la crema avanzata in una sac à poche con bocchetta stellata e decorate la superficie con tanti piccoli ciuffetti. Lasciate raffreddare per almeno due ore e poi spolverate con abbondante cacao in polvere. Il risultato finale sarà sicuramente d’effetto e diverso dal solito!

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto e  taggami su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog .

Continue Reading

Torta cappuccino ed un 1° anno di blog da festeggiare

Un anno fa esatto ho deciso di aprire questo blog. In verità nei mesi precedenti ad allora ci avevo già pensato ma poi una cosa o l’altra mi hanno sempre convinto a rimandare. Poi un giorno di Dicembre l’ho fatto, mi sono fatta il mio piccolo regalo di Natale anticipato. L’ho fatto perché avevo voglia di raccontare e di raccontarmi, partendo dalla mia più grande passione ed il mio forte amore per il cibo a 360°. L’ho fatto perché volevo conoscere me stessa fino in fondo e per capire se un diario virtuale fosse in grado di abbattere quei muri che tendo sempre a costruirmi attorno e dunque a farmi sentire più libera, più sicura, più autentica. A volte, mi trovo attanagliata nella morsa delle insicurezze e la mia paura di non essere all’altezza della situazione mi blocca ed è in quei momenti che ho più bisogno di certezze. Mi rifugio allora nel mio “porto sicuro” e mi dimentico del mondo esterno, facendomi cullare dal profumo delle spezie e dalla vista rassicurante di una torta che cresce nel forno.

Dopo un anno tirare le somme è normale e permette anche di comprendere cosa si può fare per migliorare ancora di più. Da quando ho iniziato sento di aver appreso cose che prima non conoscevo e ancora molto voglio imparare. E non importa quanto ci vorrà per farlo l’importante resta sempre e solo l’essere mossi dalla passione, da quella energia creativa che ti spinge a migliorarti e ad ampliare i tuoi orizzonti. Da quando ho aperto questo blog infatti, la mia passione per il cibo si è trasformata in qualcosa di più: in voglia di condivisione, nella gioia di scrivere e nell’amore per la fotografia. Guardare il mondo da dietro una lente è una prospettiva che prima non avevo considerato ma che mi piace ogni giorno di più! 

Fondamentalmente, dopo un anno questa sono sempre io, magari con qualche consapevolezza in più. In fondo sono rimasta quella golosona che alla tazza di tea e alla fetta di torta al pomeriggio non rinuncia mai, quella che aspetta il sabato sera per buttarsi a capofitto su qualche nuovo impasto, quella che nonostante tenti di organizzarsi rimane un’indecisa cronica e senza speranze. Quella che al posto di fare shopping per se stessa, va in cerca di tazze e piattini per nuovi set fotografici. Quella che però ha un sogno e sente che questa potrebbe essere la propria strada in un prossimo futuro.

Intanto brindo virtualmente ad un nuovo anno di blog che spero possa essere ricco di tante nuove storie e dolcetti! Ringrazio di cuore tutti coloro che mi hanno appoggiata e sopportata da quando mi sono imbarcata in questo progetto e ringrazio anche tutti coloro che mi seguono , mi scrivono e magari hanno anche provato a replicare qualche ricetta! 

dpp_0620)dpp_0654

Ma veniamo alla torta ora: una goduria di cacao, caffè e crema al mascarpone per la mia torta al cappuccino! Il gusto ricorda quello di un tiramisù ( che è uno fra i miei dolci preferiti) ma si presenta come una elegante layer cake. Ideale da servire come fine pasto della domenica o per le occasioni speciali. Nessuno saprà resistere ad una fetta!!! O anche a due!

Per l’impasto al cacao ( per una tortiera da 20 cm di diametro)

3 uova medie 

150 g zucchero semolato

110 ml latte intero

40 ml caffè ristretto ( circa una tazzina)

35 g cacao amaro

150 g farina 00

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

1 bustina di lievito per dolci

80 g burro

Per la farcia al mascarpone:

300 g mascarpone

250 g panna fresca liquida

100 g zucchero a velo

Per la bagna: 

100 ml caffè zuccherato a piacere

Per decorare 

cacao amaro q.b.

1) Per l’impasto della torta iniziate imburrando ed infarinando una tortiera da 20 cm e preriscaldate il forno in modalità statica a 180°C.

2) In una ciotola capiente sbattete le uova con le fruste elettriche insieme allo zucchero e alla vaniglia, per almeno  5 minuti o fino ad ottenere un composto ben gonfio e spumoso. Continuando a sbattere, aggiungete il latte ed il caffè. A parte setacciate la farina, il cacao ed il lievito. Aggiungete gli ingredienti secchi a quelli liquidi ed amalgamate bene. Infine versate anche il burro fuso e mescolate fino a che il composto sarà omogeneo.

3) Versate l’impasto al cacao nella tortiera e inseritela in forno per 35-40 minuti. Fate la prova stecchino; se esce asciutto estraetela dal forno e lasciatela raffreddare.

4) Per la crema al mascarpone, in una ciotola amalgamate bene il mascarpone insieme allo zucchero a velo setacciato. A parte, in un’altra ciotola, montate la panna ( che deve essere fredda di frigorifero) a neve ben ferma.

5) Incorporate la panna al mascarpone con movimenti lenti, dall’alto verso il basso, avendo cura di non smontare il composto. Trasferite la crema così ottenuta in una sac à poche con bocchetta tonda e riponetela in frigo fino al momento dell’utilizzo.

6) Una volta che la torta sarà completamente fredda, procedete all’assemblaggio: tagliate la torta a metà ( nel caso in cui in cottura si sia formata una leggera cupola, procedete eliminando la torta in eccesso; avrete bisogno di due basi completamente piatte), bagnate il primo strato con metà del caffè e spalmateci sopra metà della crema al mascarpone ottenuta. Fate la stessa operazione con il secondo strato e terminate guarnendo con una spolverata di cacao in superficie.

dpp_0649

dpp_0653

dpp_0629

dpp_0644

 Vi consiglio di conservare la torta ben coperta in frigorifero  per almeno un paio d’ore prima di servirla ma vi assicuro che il giorno dopo è anche più buona e di consumarla entro 2-3 giorni.

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto e  taggami su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog .

 

Continue Reading

Galette integrale di mele e mirtilli

Avete presente quei pomeriggi nei weekend d’Autunno, quando l’unica cosa che si ha voglia di fare è rilassarsi in divano con una copertina e una tazza di cioccolata? Ecco, io metto da parte il divano e piuttosto accendo il forno. Sarà, ma per me non c’è fine settimana, senza un impasto morbido, una torta che cresce in forno o il profumo dei biscotti che aleggia per casa.  E non c’è profumo migliore per me di quello delle mele unite alla cannella!

Questa crostata è nata proprio in uno di questi momenti, dalla voglia di annusare il dolce nell’aria. Premetto che non sono vegana ma mi piace sperimentare ricette con ingredienti diversi dai soliti per tanto questa volta ho optato per una versione di galette più rustica e light. Infatti non contiene farine raffinate, zuccheri raffinati, latticini e nemmeno uova. Dato che preparo dolci molto spesso, ogni tanto la mia coscienza mi impone di limitare i grassi e di preparare qualcosa ad impatto calorico inferiore alla norma! 

Le dosi che vi do sono semplicemente una linea guida. In realtà potete scegliere anche farine di altri tipi, quinoa, grano saraceno, castagne e così via. Va bene anche la farina 00, se la preferite come gusto e non avete esigenze dettate dalla dieta. Anche il ripieno può essere variato, a seconda della frutta di stagione e dei vostri gusti. A parte queste piccole modifiche, questo rimane un dolce veloce, poco pretenzioso ma in grado di addolcire le giornate più uggiose di questo mese. Non ci resta dunque che accendere il forno!

dpp_0408

Per la brisée integrale vegan

125 g farina integrale

125 g farina di farro

125 g zucchero integrale di canna

60 g acqua

35 g olio di semi di mais

30 g olio d’oliva

1 cucchiaino scarso di lievito

 1 pz di sale

Per la farcia

3 mele renette

1 cucchiaio di zucchero di canna

mezzo cucchiaino di cannella in polvere

succo di mezzo limone

1 cucchiaino di amido di mais

80 g mirtilli freschi

1) Per la pasta brisée, unite in una ciotola le farine, il lievito ed il sale. In un’altro contenitore versate l’olio di semi, l’olio d’oliva, l’acqua e lo zucchero di canna ed emulsionate bene il tutto. Versate ora gli ingredienti liquidi in quelli secchi e amalgamate con le mani fino ad ottenere un impasto compatto. Coprite la pasta con pellicola trasparente e fatela riposare in frigorifero per un paio d’ore.

2) Nel frattempo pelate le mele e tagliatele a fettine sottili, trasferitele in una terrina. Bagnatele con il succo di limone e aggiungete lo zucchero di canna, l’amido di mais e la cannella in polvere. Unite anche i mirtilli e mescolate il tutto.

3) Stendete la pasta brisée piuttosto sottile, disponete il ripieno sulla pasta lasciando qualche cm di pasta esterna per creare i bordi e ripiegate i bordi verso il centro, “abbracciando” le mele. Infornate in forno caldo a 170°C per circa 30-40 minuti.

4) Servite la galette integrale di mele e mirtilli ancora tiepida. Con una tazza di tea a merenda oppure con una pallina di gelato alla vaniglia come dessert!

Questa crostata si conserva sotto una campana di vetro per 1- 2 giorni, non di più altrimenti la base si ammorbidirà troppo a causa dell’umidità rilasciata dalla frutta. In tal caso, vi consiglio di ripassarla in forno a 200°C per un quarto d’ora.

dpp_0399

dpp_0400dpp_0463

dpp_0401

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto e  taggami su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog. 


SCROLL DOWN FOR ENGLISH VERSION

APPLE Blueberry WHOLEmEAL GALETTE

dpp_0404

I love apples in cakes and pies! It’s not Autumn if you don’t have an apple pie cooling down on the counter. They simply add a lot of flavours to bakes and they give a nice moisture when added to a cake batter. They are definitely one of my favourite fruits when it comes to baking!

Last weekend I wanted to try something different, something new and I made a vegan galette. I’m not vegan myself but I do like experimenting and using different ingredients than the usuals. This time I made a galette which is completely refined flour-free, refined sugar-free and dairy-free. It contains a lot of fibers and it’s the fair compromise if you are on a diet but you don’t want to miss out on the dessert!

It’s Autumn so I went for an apple blueberry one which is a classic! Though, the recipe I’m giving you is very versatile: feel free to use any kind of flour you like or to modify the filling according to your taste and to the fruits in season. But now, let’s get baking!

Ingredients

125 g whole wheat flour

125 g spelt flour

125 g light muscovado sugar

60 g water

35 g vegetable oil

30 g olive oil

1 pinch of salt

1 tsp baking powder

For the filling

3-4 medium apples

1 tbsp cane sugar

juice of half a lemon

1 tsp corn starch

1/2 tsp cinnamon

80 g blueberries

1) In a bowl, add your flours, baking powder and salt. In a separate bowl whisk together the olive oil, water, vegetable oil and sugar. Now pour the liquid ingredients into the dry ingredients and stir everything together until it comes together. Form dough into a disk. Cover in cling wrap and pop it into the fridge for at least two hour.

2) Meanwhile prepare the filling. Peel and core the apples and cut them into thin slices. Combine apples, blueberries, sugar, cinnamon, corn starch and lemon juice and stir everything together.

3) Preheat the oven to 170°C. Roll out your pastry quite thinly, arrange the apple blueberry mixture on the dough leaving a few cm from the border. Gently fold the edges over the filling.

4) Bake it for 30-40 minutes or until the crust is slightly brown and crisp. Leave it to cool on a wire rack. Serve it still warm with a nice dollop of ice cream.

Store your galette under a glass bell for no more than a couple of days or the moisture in the fruit will make the bottom soggy.

I hope you enjoyed this recipe and if you did, don’t forget to leave a comment below and follow me on social media, by clicking in the upper right-end corner of my home page. See you there!

If you decide to make one of my recipes, take a nice picture and tag me on Instagram with the hashtag #cinnamonloverblog . I’ll be delighted to see your bakes!

 

Continue Reading

Gelato alla menta e cioccolato fondente

Metti di ritrovare la vecchia gelatiera vintage che riposava mestamente negli angoli del sottoscala. Ecco poi metti anche di accorgerti che la pianta di menta piperita sta crescendo a dismisura. Aggiungici infine il caldo quasi insopportabile di questi giorni. Ecco unisci tutto questo e vedrai che non esiste più alcuna ragione per la quale non fare il gelato!

Come vi ho già anticipato, oggi ricetta del gelato menta e cioccolato! Un gusto classico, intramontabile, rinfrescante. Un gusto che mi riporta subito all’infanzia dato che era quasi sempre quello che finiva nelle coppette della gelateria quando io e le mie sorelle eravamo bambine. Non c’era volta che si potesse rimpiazzare con il cioccolato, l’amarena, il pistacchio. No, ciocco-menta era sempre il gusto prediletto. Poi siamo cresciute, io ho assaggiato decine e decine di altri gusti, mia sorella invece è sempre rimasta fedele al caro vecchio evergreen, nel vero senso del termine. Preparando questo gelato ho finalmente fatto contenta anche lei!

La procedura per realizzarlo è semplice, basta solo osservare i pochi passaggi che ho elencato sotto e poi versare tutto nella gelatiera. Ah ecco che arriva la temuta domanda: -” E se non ho la gelatiera?“- Niente paura! Procedete allo stesso modo e poi mettete il composto in freezer per 4-5 ore, premurandovi di rimestare con una forchetta ogni mezz’ora durante le prime due ore di congelamento, rompendo così i cristalli di ghiaccio che potrebbero formarsi.  Se invece avete la gelatiera ma non la usate mai, beh …vi assicuro che è proprio arrivato il tempo di rispolverarla!

DPP_0059

DPP_0139

PER CIRCA UNA VASCHETTA di gelato DA 700 G

500 ml latte fresco intero

250 ml panna fresca

85 g zucchero semolato

5 tuorli d’uovo

100 ml sciroppo di menta

100 g cioccolato fondente ( almeno 60-70% di cacao minimo)

20 g foglie di menta fresca ( facoltativo, non è necessaria però accentua il sapore finale)

1) Mettete a scaldare il latte, la panna e le foglie di menta in un pentolino a fiamma media. Quando il liquido sfiorerà il bollore, spegnete il fornello e lasciate le foglie in infusione per 15 minuti.

2) Nel frattempo, montate i tuorli con lo zucchero. Filtrate il latte, rimuovendo le foglie di menta e versatelo all’interno dei tuorli, mescolando di continuo. Riportare il tutto su fuoco medio e mescolate costantemente fino a portare il composto alla temperatura di 85°C, non un grado di più altrimenti le uova coaguleranno ( se non avete un termometro il composto sarà pronto quando velerà il dorso di un cucchiaio, proprio come in una crema inglese).

3) Raggiunta la temperatura, mettete subito il pentolino all’interno di una bacinella con acqua e ghiaccio per raffreddarlo velocemente. Aggiungete lo sciroppo di menta e continuate a mescolare. La base del gelato è ora pronta. Mettetela in una ciotola e ponetela in freezer per mezz’ora.

4) Versate la base del gelato all’interno del cestello della gelatiera e azionate le pale per circa 40 minuti. Io ho una gelatiera un po’ datata, però ha un sistema di refrigeramento incorporato perciò non devo metterla in freezer un giorno prima, voi comunque seguite le istruzioni della vostra gelatiera. Il gelato è pronto quando avrà raggiunto consistenza e sarà ben mantecato. A questo punto, estraete il cestello e mettetelo in freezer per un’ora.

5) Fondete il cioccolato fondente a bagnomaria e cominciate a stratificare: in uno stampo da plumcake o in una vaschetta in plastica, stendete uno strato di gelato, poi del cioccolato, poi di nuovo il gelato e così via fino al termine degli ingredienti. Mettete la vaschetta in freezer per almeno tre ore o meglio ancora per tutta la notte prima di gustarlo.

Cono o coppetta, la scelta è vostra! Sono sicura però che non riuscirete a resistere ad una pausa così golosa e rinfrescante!

DPP_0061

DPP_0062

DPP_0056

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

 

SCROLL DOWN FOR ENGLISH VERSION

CHOCOLATE CHIPs AND MINT ICE CREAM

DPP_0140

When I was a child I loved going out on summer evenings and ride my bicycle towards the nearest ice cream shop. My sister and I used to choose the same flavour. We waited until we had our cones filled to the top with some delicious mint and chocolate chips ice cream and we laughed so loud, watching each other making a mess on our own clothes!!

Lately it’s been so hot around here that I decided I had to dust my vintage ice cream machine and make this refreshing, summery, silky and velvety dessert that I had eaten countless times during my childhood. My sister and I enjoyed it recalling some very pleasant memories!

The base is a simple custard,  you then pour everything in the ice cream maker and you let it make its own job. Don’t worry if you don’t have the machine! You can always put the custard in the freezer and stir once an hour to prevent ice crystals from forming. No matter which way you do it: remember to treat yourself to something really indulgent this summer!

For about 700 g of ice cream

500 ml whole milk

250 ml double cream

85 g caster sugar

5 medium egg yolks

100 ml mint syrup ( if you can’t find mint syrup, you’ll need to use 110 g caster sugar plus a few drops of mint extract and green food colouring, according to your taste)

100 g dark chocolate chips( at least 60-70 % cocoa solids)

20 g fresh mint leaves ( you can leave them out but they enhance the flavour of the final product)

1) Heat the cream, milk and mint leaves over a low heat until it almost boils then turn the stove off  and leave it aside for 15 minutes so that the mint can infuse. Strain the mixture and remove the leaves.

2) In a bowl, beat the egg yolks with the sugar  with a whisk until the mixture has thickened. Pour a quarter of the milk into the egg yolks and stir vigourosly. Then tranfer the egg mixture in the remaining milk and return the pan over a low heat and cook, stirring all the time until the custard has reached 85 °C ( or until it coats the back of a spoon).

3) Pour the custard into a heatproof bowl and sit it in a larger bowl full of iced water to cool completely. Stir in the mint syrup or the mint extract. Put the custard in the freezer for 1 hour until it gets really cold.

4) Pour the custard into your ice cream maker and leave it to churn for 30-40 minutes, according to your machine’s instructions.

5) Once ready, scoop the ice cream into a plastic container,  add the chocolate chips and cover with a lid. Freeze it for at least three hours before serving.

If you liked this recipe, don’t forget to leave a comment below and follow me on  social media, by clicking in the upper right-end corner of my home page. See you there!

Continue Reading

Ghiaccioli allo yogurt e pesche

Caldo, ma quanto caldo fa? Quando arrivano queste giornate afose a luglio, si tende a mangiare meno e a prediligere cibi leggeri e freschi. Tanta frutta, tanta verdura…. tanti gelati, tanti ghiaccioli! Ed è proprio di quest’ultimo che parliamo oggi. Una fresca e golosa idea per dare refrigerio alle vostre calde giornate.

L’ idea per questi ghiaccioli me l’ha data Gemma Stafford, una blogger irlandese che vive negli Stati Uniti e che seguo molto spesso perché offre tantissimi spunti interessanti per dessert rinfrescanti e facili da realizzare. 

Questi ghiaccioli si preparano in soli 10 minuti e in più sono anche sani, non contengono zucchero o sciroppi artificiali ma solo deliziosa frutta fresca di stagione, frullata a dovere in un blender e poi basta solo assemblarli. Nulla è mai stato più semplice, vedrete! Ci vorrà più tempo per lasciarli congelare che a farli ma il risultato varrà l’attesa. Gustateli in giardino sotto la calura estiva oppure offriteli ad amici come fine pasto leggero al termine di una piacevole cena estiva e sentirete che delizia!

DPP_0010

 

Per 8 ghiaccioli yogurt e pesche

400 g pesche ( sbucciate ed al netto degli scarti)

170 g yogurt greco al naturale

90 g latte intero o panna fresca

2 cucchiai sciroppo d’agave o miele

1 cucchiaino di estratto di vaniglia (facoltativo)

Pelate le pesche e tagliatele a spicchi rimuovendo il nocciolo centrale. Mettete la frutta nella ciotola di un mixer o di un blender e azionate la macchina per alcuni minuti fino ad ottenere una bella purea densa ed omogenea ( non sarà necessario aggiungere zucchero alla frutta perché le pesche contengono già sufficiente fruttosio). Se volete, a questo punto, potete filtrare la purea in modo tale da ottenere un succo anche se io onestamente preferisco sentire i pezzetti di polpa.

In una piccola ciotola versate lo yogurt greco, il latte, lo sciroppo d’agave e la vaniglia e amalgamate bene il composto.

Componete il ghiacciolo alternando uno strato di pesche e uno di yogurt fino in cima allo stampo, inserite i bastoncini in legno e proseguite così con tutti gli altri ghiaccioli. Mettete gli stampi in freezer per almeno 5 ore o ancora meglio, per tutta la notte. Una volta congelati, vi consiglio di passare gli stampi sotto un getto di acqua calda, per pochi istanti, in modo da facilitare l’estrazione dei ghiaccioli. E voilà, il gioco è fatto!

DPP_0007

DPP_0008

DPP_0081

DPP_0009

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

SCROLL DOWN FOR ENGLISH VERSION

Peaches and yogurt popsicles

What’s better than a freezing cold popsicle on a hot summer day? What if you could make your own popsicle all by yourself at home? Well, thanks to this recipe your desire for frozen treats will be pleasantly fulfilled!

The procedure is really simple: you just need to combine a few ingredients together and pour everything into your molds and actually you’re done! In no time you’ll have a healthy, light and refined sugar-free snack!

I used peaches because they’re in season but you could actually use whatever kind of fruit you prefer; I think strawberries or even raspberries would nicely match the flavour of the yogurt! I thank Gemma Stafford for the recipe, (which I have slightly modified) who is a great source of inspiration for frozen desserts!

for 8 medium popsicles

400 g ripe peaches

170 g greek or regular yogurt

90 g whole milk

2 tbsp agave syrup or honey

1 tsp vanilla extract 

Peel and remove the core of the peaches and then blend them until they’re nicely puréed.

In a small bowl, measure out  the yogurt, agave syrup, milk and vanilla extract and mix them all together.

Fill your mold, alternating the peach purée and the yogurt mixture. You should be able to make 8 popsicles out of  these quantities. Put the wooden sticks in and freeze them for at least 5-6 hours or preferably overnight. Here you have it: in no time you’ll be able to make a delicious and healthy snack, perfect to cool down your hot summer evenings!

If you liked this recipe, don’t forget to leave a nice comment below and follow me on  social media, by clicking in the upper right-end corner of my home page. See you there!

Continue Reading

Cheesecake ai mirtilli e cioccolato bianco in bicchiere

Cari lettori,

le cheesecake si possono o amare o odiare…eh sì…aut…aut. Io per fortuna appartengo alla prima categoria quindi oggi vi propongo la mia versione di cheesecake senza cottura al cioccolato bianco e mirtilli. 

Ho trovato di recente l’annuncio per partecipare al concorso “Neff your soul”, così, senza pensarci due volte, mi sono iscritta e ho cercato di costruire una ricetta semplice con i 5 ingredienti a disposizione: ricotta, limone, mirtilli, cioccolato e uova. Ne è uscito questo fantastico dolce al cucchiaio, che mia sorella ha prontamente approvato con entusiasmo. E’ formato da una base di sbrisolona al limone e mandorle, due creme deliziose ai mirtilli e cioccolato bianco e una composta di mirtillo che corona il tutto. 

Questo dessert si prepara in 90 minuti, è senza gelatina e si serve in comode porzioni singole, inoltre unisce la dolcezza del cioccolato all’ asprigno del mirtillo. Delicato ed equilibrato, insomma da provare!

 

Per 4-5 porzioni:
Per la sbrisolona al limone e mandorle:
  • 100 g farina 00;
  • 100 g farina di mais fioretto;
  • 100 g mandorle tostate e finemente tritate;
  • 100 g zucchero;
  • 100 g burro;
  • 1 pizzico di sale;
  • la scorza grattugiata di un limone non trattato;
  • 1 tuorlo.
Per la crema di ricotta al cioccolato bianco:
  • 350 g ricotta vaccina sgocciolata;
  • 160 g formaggio fresco spalmabile;
  • 2 cucchiai yogurt alla vaniglia;
  • 50 ml panna fresca da montare;
  • 100 g cioccolato bianco.
Per la composta di mirtilli:
  • 200 g mirtilli freschi;
  • 3 cucchiai zucchero semolato;
  • il succo di un limone;
  • 1 cucchiaino di amido di mais;
  • 50 ml acqua.
Per decorare:
  • 50 g mirtilli freschi;
  • scaglie di cioccolato bianco;
  • menta fresca q.b.;

 

1) Iniziate con l’ impasto della sbrisolona: in un mixer, munito di lame in plastica, versate la farina 00, la farina di mais, le mandorle tritate e il burro, tagliato a pezzetti. Mixate per pochi secondi, aggiungete il pizzico di sale, lo zucchero, la scorza di limone ed infine il tuorlo. Versare le briciole d’impasto in una tortiera del diametro di 23cm e cuocete in forno preriscaldato a 180°C per circa 30-35 minuti ( dovrà risultare ben dorata e compatta in superficie). Lasciate raffreddare su una gratella.

IMG_6534    IMG_6514

2) Per la composta, lavate i mirtilli freschi e metteteli sul fuoco con lo zucchero, il succo di limone e 1 cucchiaino di amido di mais, sciolto in poca acqua. Abbassate il fuoco e lasciate sobbollire dolcemente il composto per pochi minuti, fino a quando i mirtilli si sfalderanno.

3) Per la crema, setacciate la ricotta ed amalgamatela con una frusta con il formaggio spalmabile e le 2 cucchiaiate di yogurt. Aggiungete anche il cioccolato bianco, fatto fondere precedentemente a bagnomaria e fatto raffreddare. Unite in ultimo la panna montata, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto con una spatola, per non smontare il composto.

4) Prelevate ora 1/3 della crema e aggiungetevi 2 cucchiaiate di composta e mescolate fino a che avrete raggiunto un bel colore viola uniforme.

5) Componete il vostro dolce in un bicchiere o in vasetto con un fondo abbondante di sbrisolona, fatta a pezzi grossolanamente, uno strato sottile di crema al mirtillo, uno strato più generoso di crema al cioccolato bianco ed infine la composta di mirtilli neri.

6) Decorate con i mirtilli freschi, qualche foglia di menta e delle scaglie di cioccolato bianco e lasciate in frigo per un’ora prima di servire.

IMG_6646   IMG_6543   IMG_6623

 

Con questo dessert partecipo al concorso “Neff your soul” !!!:) Fingers crossed!

Se questa ricetta ti è piaciuta non dimenticarti di seguirmi sulla mia pagina Facebook e sul mio account Instagram (@gloriaturetta19) per rimanere sempre aggiornato sulle novità del mio blog! Ciao!

Continue Reading