New York Cheesecake ai frutti di bosco

Un fondo biscottato burroso, una crema liscia e setosa al profumo di vaniglia, agrumi e cannella e un tripudio di confettura e frutti di bosco freschi in cima: è sua maestà, la New York Cheesecake! Uno fra i classici dessert che vengono esposti quotidianamente nelle coloratissime vetrine delle bakery americane.
Un dolce della tradizione statunitense, sontuoso e ricco di gusto.  Nella variante che vi propongo, la ricotta sostituisce il cream cheese (mi perdonino i puristi!) per un risultato dal sapore delicato ma irresistibile!

I CONSIGLI PER UNA PERFETTA NEW YORK CHEESECAKE

  • La quantità di burro va calibrata a seconda del tipo di biscotto utilizzato: se utilizzate dei frollini tipo “digestive” potrebbe volercene un po’ meno, in caso di biscotti secchi un po’ di più. Il composto alla fine deve risultare umido e compatto.
  • La ricotta conferisce un sapore delicato e una texture cremosa alla crema ma nulla vieta di utilizzare il classico formaggio spalmabile oppure il mascarpone. L’importante è che siano tutti di buona qualità: una buona materia prima fa decisamente un buon dolce.
  • Per capire quando la cheesecake è cotta, provate a scuotere delicatamente lo stampo: l’esterno deve risultare sodo mentre il centro deve essere molto morbido e traballare come un budino. E’ quello il momento di estrarre il dolce dal forno. Si assesterà poi in fase di raffreddamento.
  • Per essere tagliata e gustata al meglio consiglio di lasciare raffreddare la cheesecake a temperatura ambiente e poi di riporla in frigo per almeno 2 ore (ancora meglio per tutta la notte). Mangiata fredda dà il meglio di sé.
  • Il topping è una scelta libera: potreste usare i frutti di bosco, frutta tropicale, cioccolato, panna montata e chi più ne ha, più ne metta! Certo è che i frutti rossi ora sono maturi e di stagione e quindi completano qualsiasi dolce alla perfezione.
5 from 1 reviews
New York Cheesecake ai frutti di bosco
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Un fondo biscottato burroso, una crema liscia e setosa al profumo di vaniglia, agrumi e cannella e una cascata di confettura e frutti di bosco in cima: è la New York Cheesecake. Uno fra i dessert più classici esposti nelle vetrine delle bakery americane. Nella variante che vi propongo, la ricotta sostituisce il cream cheese per un risultato dal gusto delicato, cremoso e irresistibile. Il dolce ideale da servire al termine di una fresca cena estiva!
Author:
Tipo di ricetta: Dessert, American Baking, Cheesecake
Dosaggio: Per 8-10 porzioni
Ingredienti
  • 300 g biscotti secchi
  • 150 g burro
  • 500 g ricotta vaccina
  • 100 g zucchero
  • 3 uova intere
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • la scorza grattugiata di un limone biologico non trattato
  • 200 ml panna fresca
  • 1 cucchiaio di farina "00"
  • 100 g confettura di lamponi
  • 300 g frutti di bosco misti (more, lamponi, mirtilli)
  • qualche foglia di menta per decorare
Procedimento
  1. Inserire i biscotti nel boccale di un mixer munito di lame in acciaio e azionare la macchina fino a ridurre i biscotti in polvere.
  2. Fondere il burro in un pentolino e amalgamarlo ai biscotti tritati.
  3. Versare il composto all'interno di una tortiera con cerchio apribile, foderata in precedenza con carta forno.
  4. Pressare il composto sul fondo e sui lati dello stampo e poi riporre il fondo biscottato in frigo.
  5. In una ciotola capiente versare la ricotta, lo zucchero, la cannella in polvere, la scorza di linone grattugiata e l'estratto di vaniglia, poi dare una rapida mescolata con una frusta.
  6. Unire le uova alla crema di ricotta, aggiungendone una per volta e avendo cura che la precedente sia stata completamente assorbita prima di rompere la successiva.
  7. In ultimo, aggiungere la panna e la farina e amalgamare il tutto per ottenere un composto liscio e omogeneo.
  8. Versare la crema all'interno del fondo biscottato.
  9. Cuocere in forno statico preriscaldato a 170°C per circa 60 minuti. Per capire se la cheesecake è cotta, osservare che sia gonfia, dorata in superficie e leggermente "traballante" al centro.
  10. Lasciare raffreddare il dolce per almeno 2 ore o anche per tutta la notte in frigorifero.
  11. Distribuire la confettura in cima e guarnire con i frutti di bosco e qualche foglia di menta.
Ecco la videoricetta con tutti i passaggi step by step! Per non perdere i prossimi video e le prossime ricette, iscriviti al canale Youtube qui!

La New York Cheesecake si conserva ben coperta in frigo per 2-3 giorni. E’ anche possibile congelare la torta già porzionata. All’occorrenza sarà sufficiente estrarre la quantità di fette necessarie poche ore prima di essere consumate.

Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i social media, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto ed usa l’hashtag #cinnamonloverblog . Farai parte della mia gallery su Instagram! 

Continue Reading

Bicchierini golosi al mango e cocco [ dessert al cucchiaio ]

Ti rendi conto che è arrivato il caldo quando ti svegli e ti accorgi che il termostato della tua camera da letto segna già 27°C. Alle 8.00 del mattino. A Giugno appena iniziato. Ma non un caldo qualsiasi, eh no! Parlo di quel caldo afoso che ti si appiccica addosso, quello in cui l’umidità fa brutti scherzi, quel caldo che è tutto fuorché piacevole!
Allora qui sono 2 le cose che si possono fare: o ci si barrica in casa sotto il condizionatore fino alla fine dell’estate (…e la vedo un’opzione alquanto improbabile!) oppure si cerca di contrastare l’afa con ogni mezzo e in ogni modo possibile.
Infatti in estate le mie alleate sono tanta frutta e verdura ma quando ho voglia di concedermi uno sfizio opto sempre per un dessert freddo e che si prepara senza il dispiego di troppe energie.
Ecco allora che mi sono inventata un dolce cremoso, intrigante e dai profumi esotici che richiamano la bella stagione.
Quattro strati di pura bontà. Crumble croccante al cocco, avvolgente crema pasticcera al limone, soffice panna montata alla vaniglia e un dolcissimo coulis di mango. Un dolce al cucchiaio ricco di contrasti, che non è solo bello da vedere ma anche buonissimo da mangiare. Un dessert fresco e dal gusto tropicale che si accorda perfettamente con le temperature in aumento e l’estate in arrivo! E che si prepara in solo mezz’ora!
Con i miei consigli (elencati di seguito) e le foto step by step è davvero impossibile sbagliare!
  • IL CRUMBLE: abbiate cura di impastare con le punte delle dita, per il minor tempo possibile in modo da non riscaldare troppo l’impasto. E’ questo il segreto per ottenere un crumble friabile e con una texture molto “crunchy”.
  • LA CREMA PASTICCERA: utilizzate la buccia di un limone non trattato in superficie per aromatizzare la crema ma ricordatevi di rimuoverla a fine cottura. Inoltre tenete in conto di stemperare il composto di uova prima di aggiungerlo al latte caldo: questo passaggio è importante perché impedisce la formazione di eventuali grumi. Per evitare la classica formazione della “pellicina” in superficie, coprite la crema con pellicola “a contatto”, quando è ancora calda.
  • LA PANNA MONTATA ALLA VANIGLIA: montate la panna sempre all’ultimo, nel momento in cui state assemblando il dolce, per evitare che si smonti. Per aromatizzarla, utilizzate un estratto di vaniglia di qualità (o ancora meglio incidete una bacca di vaniglia fresca ed estraetene i semini interni).
  • IL COULIS DI MANGO: verificate di acquistare dei frutti ben maturi, ricchi di sapore e di succo. Se la salsa non dovesse risultare omogenea una volta frullata, passatela attraverso un setaccio a maglia fine per eliminare eventuali residui fibrosi.
Step by step
Crumble al cocco-step by step
Crema pasticcera - step by step
Crema pasticcera - step by step
Panna montata -step by step
Bicchierini al cocco e mango - step by step

Vi ho incuriosito almeno un po’ con questi bicchierini golosi anti-caldo?

Allora presto: salvate la ricetta e mettetevi all’opera. Il salto sensoriale ai Caraibi è garantito al primo assaggio!

5 from 1 reviews
BICCHIERINI GOLOSI AL MANGO E COCCO
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Quattro strati di pura bontà. Crumble croccante al cocco, crema pasticcera al limone, soffice panna montata alla vaniglia e un dolcissimo coulis di mango in cima. Un dolce al cucchiaio bello da vedere e golosissimo da mangiare. Un dessert dal gusto esotico e tropicale che si accorda perfettamente con l'estate in arrivo!
Author:
Tipo di ricetta: Dessert, Dolci al cucchiaio, Frutta tropicale
Dosaggio: Per 6 porzioni
Ingredienti
  • PER IL CRUMBLE AL COCCO:
  • 50 g farina "00"
  • 20 g farina di riso
  • 50 g farina di cocco
  • 60 g burro
  • 60 g zucchero semolato
  • 1 pizzico di sale
  • PER LA CREMA AL LIMONE:
  • 2 tuorli d'uovo
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1 cucchiaio di farina "00"
  • 1 cucchiaio di amido di mais
  • 300 ml latte intero
  • 1 limone non trattato
  • PER LA PANNA ALLA VANIGLIA:
  • 250 ml panna fresca da montare
  • 25 g zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • PER IL COULIS DI MANGO:
  • 1 mango maturo (400g)
  • 40 g zucchero di canna
Procedimento
  1. PER IL CRUMBLE: inserire in una ciotola tutti gli ingredienti ed impastare con le punte delle dita sino ad ottenere grosse briciole di impasto. Disporre le briciole su una teglia, foderata con carta forno.
  2. Cuocere a 180°C, in forno in modalità ventilata, per circa 15-20 minuti, girando il crumble di tanto in tanto per farlo dorare uniformemente.
  3. PER LA CREMA AL LIMONE: con un coltello dalla lama sottile, ricavare un bel pezzo di scorza di un limone lavato e non trattato, cercando di evitare la parte bianca più amarognola.
  4. Versare il latte in un pentolino e porlo sul fuoco a fiamma bassa, assieme alla scorza di limone.
  5. In una ciotola, sbattere i tuorli con lo zucchero, unire farina ed amido e mescolare bene.
  6. Quando il latte sfiorerà il bollore, prelevare una piccola quantità di liquido per stemperare il composto di uova.
  7. Riversare il tutto nel pentolino, mescolando in continuazione con una frusta fino a che la crema inizierà ad addensarsi.
  8. Rimuovere la buccia del limone e coprire la crema con la pellicola alimentare "a contatto" per poi lasciarla raffreddare.
  9. PER IL COULIS DI MANGO: rimuovere la buccia esterna del frutto, e tagliare la polpa a cubetti.
  10. Trasferire il mango in un pentolino assieme allo zucchero di canna, porlo su fiamma bassa a caramellare per 10-15 minuti.
  11. Una volta cotto, frullare il mango per ottenere una salsa liscia e omogenea.
  12. PER LA PANNA MONTATA ALLA VANIGLIA: con le fruste elettriche, montare a neve ferma la panna insieme allo zucchero e all'estratto di vaniglia e mettere da parte.
  13. Comporre i bicchierini, disponendo uno strato di crumble, poi uno di crema pasticcera, uno di panna montata ed infine uno di salsa al mango.
  14. Conservare i dessert in frigo oppure assemblarli sul momento.

 

I bicchierini golosi al cocco e coulis di mango si conservano in frigorifero per 1-2 giorni. Le varie preparazioni possono essere realizzate con anticipo. I dessert risultano migliori, se assemblati poco prima di essere serviti.

 


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i social media, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto ed usa l’hashtag #cinnamonloverblog . Farai parte della mia gallery su Instagram! 

Continue Reading

Crostatine di frolla integrale alle fragole [con panna montata]

Primavera è sinonimo di fragole! Non c’è gioia più grande in questo periodo che tornare a casa con una cassetta di questa frutta fresca, presa al mercato. Succose, dolci e di un color rosso intenso meraviglioso. Tendenzialmente le adoro al naturale, solo con un po’ di succo di limone e del gelato. Ma la voglia di trasformarle in qualcosa di più sfizioso stavolta ha preso il sopravvento. “Galeotta fu” la galette di fragole postata da Sara , che è comparsa nel mio feed instagram in un normale venerdì pomeriggio. L’ispirazione non si rincorre. L’ispirazione quando arriva arriva e a volte nasce nei posti più inaspettati.
Dal momento che in casa avevo le farine del Molino Cosma ( leggi qui il racconto di #moliniaporteaperte ), ho voluto testare la farina integrale di grano tenero, una farina ricca di fibre e dal sapore molto rustico, che si presta sia a ricette dolci che salate. Insieme a burro, uova e scorza di limone, ho deciso di utilizzarla per realizzare una frolla croccante con cui foderare degli stampi da crostatine.  Successivamente ho preparato una farcitura a base di fragole aromatizzate alla vaniglia, che ho lasciato a macerare qualche decina di minuti. Ma non è finita qui! Come dico sempre: -“Se bisogna peccare, è giusto almeno farlo bene!”- Infatti ho guarnito ciascuna crostatina con una cucchiaiata abbondante di golosissima panna montata.
Un dolce semplice, economico e perfettamente in linea con la stagione. Un dessert che al primo morso non può che far chiudere gli occhi dalla soddisfazione e allargare gli angoli della bocca in un sorriso. Ancora un grazie a Sara!

5 from 1 reviews
Crostatine di frolla integrale alle fragole con panna montata
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Una ricetta facile, veloce e perfettamente in linea con la stagione primaverile. Tutta la dolcezza delle fragole racchiusa in uno scrigno croccante e rustico di frolla integrale al limone, realizzata con la farina ricca di fibra del Molino Cosma. In cima una bella cucchiaiata di panna montata, che non guasta mai!
Author:
Tipo di ricetta: Crostate & Pies, Dessert, Merenda
Dosaggio: Per 8 crostatine
Ingredienti
  • PER LA FROLLA INTEGRALE:
  • 150 g farina integrale "Molino Cosma"
  • 100 g farina "00" "Molino Cosma"
  • 100 g zucchero a velo
  • 120 g burro freddo
  • 1 uovo medio
  • la scorza di un limone non trattato
  • 1 pizzico di sale
  • PER IL RIPIENO ALLE FRAGOLE
  • 500 g fragole fresche già pulite
  • 40 g zucchero
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 cucchiaino colmo di amido di mais
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • PER LA PANNA MONTATA:
  • 250 ml panna fresca da montare
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
Procedimento
  1. Nel boccale di un mixer, inserire le farine, lo zucchero a velo e il burro tagliato a cubetti. Azionare la macchina per alcuni istanti fino ad ottenere un composto sabbioso.
  2. Aggiungere la scorza grattugiata del limone, il sale e l'uovo. Accendere nuovamente il mixer fino a che il composto inizierà a prendere forma. Avvolgere l'impasto nella pellicola per alimenti e riporlo in frigo per mezz'ora.
  3. Lavare e tagliare in quarti le fragole. Trasferirle in una ciotola insieme ad un cucchiaio di succo di limone, l'amido di mais, l'estratto di vaniglia e lo zucchero. Mescolare e lasciare da parte a macerare per circa 30 minuti.
  4. Estrarre la frolla integrale dal frigo, stenderla sottilmente e ricavare dei dischi. Foderare degli stampi da crostatina del diametro di 8-10 cm con la frolla e rimuovere i bordi in eccesso.
  5. Riempire ciascun guscio con il composto di fragole preparato in precedenza.
  6. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C in modalità statica per circa 40 minuti.
  7. Montare a neve la panna (fredda di frigorifero) con lo zucchero e l'estratto di vaniglia.
  8. Servire le crostatine tiepide con una cucchiaio di panna e qualche fragola fresca in cima.

 

In collaborazione con:

Le crostatine integrali alle fragole sono buonissime appena fatte ma possono conservarsi per un paio di giorni (non oltre perché i dolci con la frutta tendono ad essere un po’ delicati) sotto una campana di vetro.

Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i social media, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto ed usa l’hashtag #cinnamonloverblog . Farai parte della mia gallery su Instagram! 

Continue Reading

Crostata di ricotta, cioccolato e arancia candita [ricetta tipica della Pasqua]

Già Pasqua?! Ma come è possibile? Pare ieri che finivamo di smaltire gli ultimi panettoni rimasti in dispensa e siamo già alle prese con lo scarto delle uova di cioccolato. Il tempo vola, non sia mai però che mi faccio trovare impreparata.

Quest’anno trascorrerò una Pasqua alternativa, a spasso fra l’architettura e l’arte di una fra le più importanti capitali europee: Madrid. Prima di partire, ci tenevo a farvi gli auguri e a lasciarvi una squisita ricetta a tema, che potreste aver voglia di preparare in questo periodo. Sul blog trovate già la Colomba Pasquale con procedimento veloce e gli Hot Cross Buns, ora invece vi propongo un dolce della tradizione che conquista per la sua semplicità.

La crostata di ricotta, cioccolato e arancia candita è un dolce d’ispirazione meridionale che trova sempre spazio sulle tavole italiane, nel periodo che precede la Pasqua e che viene apprezzata in molte regioni per la sua genuinità. Un guscio di frolla al profumo di limone, croccante e friabile, avvolge una deliziosa crema di ricotta, arricchita dalle note decise del cioccolato e dell’arancia candita. Una combo, quella fra ricotta e burrosa pasta frolla, che è un’autentica armonia di sapori e che vi farà desiderare ben più di una fetta ( ve lo garantisco!).

Personalmente adoro le torte con la ricotta: cremose, morbide, avvolgenti e dalla dolcezza inconfondibile! Al Sud poi è un ingrediente di casa, basti pensare alla pastiera, alla cassata, ai cannoli siciliani, alle sfogliatelle… e chi più ne ha più ne metta! 

Preparare una crostata di ricotta perfetta è semplice; basterà seguire alcune piccole accortezze:

  • LA FROLLA: per ottenere una pasta frolla friabile e che si scioglie in bocca, utilizzate il metodo della “sabbiatura”. Inserite la farina nel boccale del mixer insieme al burro e azionate la macchina per pochi istanti fino a che il composto somiglierà a sabbia appunto. In alternativa, potete eseguire questo passaggio anche a mano, impastando delicatamente con le punte delle dita per non scaldare troppo l’impasto. In entrambi i casi il segreto per una buona frolla è impastare per il più breve tempo possibile.
  • LA CREMA DI RICOTTA: utilizzate una ricotta fresca e possibilmente di buona qualità. Per darle un gusto ancora più deciso, aromatizzate la crema con ciò che preferite. Io ho utilizzato della cannella in polvere che ci sta molto bene ma potreste anche usare della scorza d’arancia o di mandarino come variante.
  • LA COTTURA: la crostata non deve scurire eccessivamente mentre cuoce. Se dovesse scurirsi velocemente, copritela con un foglio di pellicola d’alluminio. Verificatene sempre la cottura con uno stecchino, tenendo presente che l’interno tende comunque a restare un po’ umido.

A Pasqua farete un figurone presentando questo dessert. E se ne avanza? Incartatela per bene e portatevela dietro al tradizionale picnic di Pasquetta. Sono certa che non ne resterà nemmeno una briciola!


5 from 1 reviews
Crostata di ricotta, cioccolato e arancia candita
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
La crostata di ricotta, cioccolato e arancia candita è un dolce che si prepara nel Sud Italia nel periodo che precede la Pasqua e non solo, apprezzato per la sua genuinità ed il suo gusto inconfondibile. Una frolla al limone, croccante e friabile, avvolge una deliziosa crema di ricotta al profumo d'agrumi creando un'armonia di sapori sublime.
Author:
Tipo di ricetta: Crostate & Pies, Ricette di Pasqua, Dessert
Dosaggio: Per 8-10 porzioni
Ingredienti
  • PER LA FROLLA AL LIMONE:
  • 300 g farina "00"
  • 100 g zucchero a velo
  • 150 g burro freddo
  • la scorza di un limone non trattato
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 pizzico di sale
  • 1 uovo medio
  • ½ cucchiaino di lievito per dolci
  • PER LA CREMA DI RICOTTA:
  • 300 g ricotta vaccina fresca
  • 120 g zucchero
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di cannella in polvere
  • 75 g gocce di cioccolato fondente
  • 40 g arancia candita a pezzetti (facoltativo)
Procedimento
  1. Nel boccale di un mixer, inserire la farina, lo zucchero a velo, il sale, il lievito in polvere ed il burro freddo a cubetti.
  2. Azionare il robot per alcuni istanti sino ad ottenere un composto sabbioso.
  3. Aggiungere la buccia grattugiata del limone, l'estratto di vaniglia ed infine l'uovo. Azionare la macchina ancora per qualche secondo fino a che comincerà a formarsi un impasto omogeneo.
  4. Prelevare la frolla, formare un disco appiattendolo con le mani e avvolgere l'impasto nella pellicola per alimenti. Riporlo in frigorifero per mezz'ora a riposare.
  5. In una ciotola capiente versare la ricotta, aggiungere lo zucchero e rompere un uovo. Amalgamare il tutto con una frusta sino ad ottenere una crema liscia e setosa.
  6. Profumare la crema di ricotta con la cannella in polvere. In ultimo, distribuire le gocce di cioccolato e l'arancia candita.
  7. Stendere la frolla con l'aiuto di un mattarello, cercando di darle una forma circolare ed uno spessore di circa 5 mm. Adagiare delicatamente la pasta frolla in uno stampo da crostata del diametro di 22-24 cm, facendola aderire perfettamente alle pareti. Rimuovere i bordi di pasta in eccesso.
  8. Versare e distribuire la crema di ricotta all'interno del guscio di frolla.
  9. Stendere nuovamente la pasta avanzata e ricavare delle losanghe dello spessore di 2.5 cm circa. Decorare così la crostata, formando un reticolato in superficie.
  10. Porre la crostata di ricotta in frigo per 1 ora prima di passare alla cottura.
  11. Preriscaldare il forno in modalità statica a 180°C e cuocervi la crostata per i primi 20 minuti. Poi abbassare la temperatura a 160°C e proseguire la cottura per ulteriori 30-35 minuti.
  12. Una volta cotto, lasciare raffreddare completamente il dolce prima di tagliarlo a fette.


 

 

TANTI AUGURI DI BUONA PASQUA!

La crostata di ricotta, cioccolato e arancia candita si conserva a temperatura ambiente, sotto una campana di vetro, per 2-3 giorni.

Per gustarla al meglio, consiglio di lasciare che si raffreddi completamente, in modo tale che poi sia facile tagliare le fette. 


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i social media, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto ed usa l’hashtag #cinnamonloverblog . Farai parte della mia gallery su Instagram! 

Continue Reading

Chocolate Layer Cake

Il Regno Unito è la patria delle famose e vertiginose torte a strati! Basta fare una passeggiata tra le vie del centro di Londra per rendersene conto: le vetrine delle bakery londinesi sono letteralmente invase da dolcetti di ogni tipo, fra i quali spiccano alzatine colorate che sorreggono queste torte eleganti, sontuose e decisamente scenografiche. Strati di torta che si alternano a strati di crema sino a sfidare la gravità e le leggi della fisica!

Ho fatto alcune ricerche, ho messo assieme le ricette giuste e finalmente ho provato a realizzarne una anch’io. Ovviamente non potevo che provarla nella versione al cioccolato, dal momento che sono un’inguaribile golosa. E così è nata la Chocolate Layer Cake: una torta che si presta ad essere realizzata per le grandi occasioni, i compleanni e per tutto ciò che merita di essere festeggiato. Come direbbero gli inglesi infatti questa torta è un vero e proprio “labour of love”, decisamente impegnativa ma per nulla impossibile.

Da quando ho aperto il blog, ho cercato di proporre ricette veloci perché so perfettamente che spesso e volentieri il tempo manca. La mia passione però è sempre stata la pasticceria, quindi ogni tanto un ritorno alle origini non può che farmi piacere. E poi, volete mettere soffiare le candeline su una torta così, che soddisfazione eh!?

Come base ho scelto la chiffon cake al cacao, una torta americana estremamente alta e soffice, che di solito viene cotta nello stampo del classico ciambellone e che questa volta ho cotto in delle normali tortiere con cerchio apribile. Poi ho farcito ed ho stuccato esteriormente la torta con una crema al mascarpone deliziosa. Infine ho fatto colare la ganache al cioccolato in cima per ottenere l’effetto della gocciolatura, tipico delle drip cake. Non mentirò: l’effetto finale è piuttosto spettacolare!

Una bomba calorica… questo è certo! Comunque è piaciuta a tutti fortunatamente! Non c’è nulla da fare, il cioccolato vince sempre e resta decisamente una garanzia.

Ho voluto riportare qui la ricetta il prima possibile perché una torta così merita di essere fatta e rifatta. E voi per chi la preparereste? E per quale occasione? Dai, raccontatemelo che sono curiosa!

 

5 from 1 reviews
Chocolate Layer Cake
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Una layer cake in vero stile British, degna delle vetrine delle migliori bakery del Regno Unito. Elegante, alta e sicuramente molto scenografica, perfetta per celebrare i compleanni e le grandi occasioni!
Author:
Tipo di ricetta: English Baking, Drip cake, Layer Cake, Dessert
Dosaggio: Per circa 16-20 persone
Ingredienti
  • PER LA BASE DI CHIFFON CAKE AL CACAO:
  • 6 uova
  • 300 g zucchero semolato
  • 240 g farina "00"
  • 60 g cacao amaro in polvere
  • 130 ml olio di semi
  • 180 ml acqua tiepida
  • 2 cucchiai grandi di rum chiaro
  • 1 bustina di lievito per dolci vanigliato (16 g)
  • 1 pizzico di sale
  • ½ fialetta di aroma al rum oppure 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • PER LA CREMA AL MASCARPONE:
  • 875 g mascarpone fresco
  • 450 g panna fresca da montare
  • 150 g latte condensato
  • PER LA GANACHE AL FONDENTE:
  • 150 g cioccolato fondente al 70% di cacao minimo
  • 200 ml panna fresca da montare
  • PER LA DECORAZIONE:
  • cioccolatini e wafer misti a scelta q.b.
Procedimento
  1. Preriscaldate il forno a 160°C in modalità statica.
  2. Preparate la base della torta: rompete le uova e dividete gli albumi dai tuorli.
  3. In una ciotola capiente inserite la farina setacciata, lo zucchero, il cacao amaro in polvere, il lievito per dolci ed un pizzico di sale. Mescolate gli ingredienti secchi con un cucchiaio poi unitevi i tuorli d'uovo, l'olio di semi, l'acqua ed il rum. Amalgamate il tutto con una frusta sino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
  4. Separatamente, montate gli albumi a neve ferma ed uniteli all'impasto al cacao con movimenti dal basso verso l'alto, avendo cura di non smontare il composto.
  5. Dividete l'impasto della chiffon cake fra 2 tortiere del diametro di 20 cm, entrambe foderate con carta forno solo alla base.
  6. Infornate le torte per circa 60-70 minuti e verificatene la cottura con uno stecchino. Lasciatele poi raffreddare completamente.
  7. Preparate la crema al mascarpone: ponete ciotola e fruste in frigorifero per mezz'ora prima di iniziare.
  8. Versate, mascarpone, panna e latte condensato nella ciotola ed azionate lo sbattitore elettrico per alcuni minuti fino a quando osserverete la crema addensarsi. Mettete la crema pronta in frigo sino al momento dell'utilizzo.
  9. Per la ganache, versate la panna fresca in un pentolino e scaldatela su fiamma bassa fino a portarla quasi ad ebollizione, poi spegnete il fuoco.
  10. Tritate grossolanamente a coltello il cioccolato fondente, poi unitelo alla panna calda e mescolate vigorosamente per farlo sciogliere ed ottenere una glassa liscia e priva di grumi.
  11. Lasciate raffreddare la ganache a temperatura ambiente.
  12. Assemblate la torta: rimuovete le torte dagli stampi e tagliate ciascuna orizzontalmente a metà per ottenere così 4 strati.
  13. Alternate ogni strato di torta ad uno di crema al mascarpone, poi stuccate completamente la layer cake con la crema avanzata. Mettete la torta in frigo a raffreddare per circa un'ora prima di proseguire con la decorazione.
  14. Versate la ganache in cima alla torta e lasciate che coli lungo i fianchi. Guarnitela infine a piacere con cioccolatini, pezzi di wafer e biscottini.

 

Conservate la Chocolate Layer Cake in frigorifero e consumatela entro 2-3 giorni. Consiglio di ultimare la torta con la ganache e la decorazione poco prima di servirla.

Un’idea originale potrebbe essere quella di acquistare separatamente dei cake topper per le vostre torte, in maniera tale da poterle personalizzare a seconda delle vostre esigenze. 


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i social media, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto ed usa l’hashtag #cinnamonloverblog . Farai parte della mia gallery su Instagram! 

Continue Reading

Tortini al cioccolato con cuore morbido e gelato alla crema

” La vita è come il cioccolato, è l’amaro che fa apprezzare il dolce.”
                                                         (Xavier Brébion)

 

Amanti del cioccolato, a me! Chi al ristorante, di fronte alla lista dei dessert, non si mai lasciato tentare di fronte al celeberrimo tortino al cioccolato con l’ irresistibile cuore morbido? Io no di certo, anzi rimane tutt’ora il mio preferito e nel tempo ne ho assaggiati diversi, tutti più o meno buoni dove la costante rimaneva quell’interno caldo e cremoso capace di sconvolgerti le papille gustative. Da un po’ me lo preparo in casa e che ci crediate o meno, vi assicuro che è una delle cose più semplici e veloci da realizzare, bisogna solamente prestare un po’ di attenzione alla cottura: se lo cuocete poco resterà attaccato allo stampino, se lo cuocete troppo invece si perderà l’effetto del cuore morbido. Insomma, basta trovare un’equilibrio! Il risultato alla fine lascia senza parole: l’interno è cremoso, leggero ed areato tanto da assomigliare ad un soufflè! Trovate la videoricetta qui sotto e nel mio nuovo canale youtube, di cui vi lascio il link qui di seguito –>> Cinnamon Lover Blog  ( se vi va di iscrivervi, potrete restare sempre aggiornati quando usciranno le prossime!). Così questa volta sarà impossibile sbagliare!

La cosa bella di questa ricetta è che potete prepararla con largo anticipo e conservare i tortini in frigo fino al momento della cottura. Potete addirittura congelarli da crudi e tenerli pronti in caso di qualsiasi evenienza come ospiti improvvisi in arrivo o momenti di sconforto bisognosi di una cura a base di buon cioccolato!

Penso che questo sia il dessert che anche il meno goloso sulla faccia della terra farebbe davvero fatica a rifiutare. Appagante sia alla vista che al palato. Accompagnato da una pallina di gelato alla crema e ad un po’ di ribes, si creeranno dei contrasti caldo/freddo, acidulo/ dolce che renderanno questo dolce il dessert ideale di ogni fine pasto oppure la coccola golosa nei pomeriggi freddi ed uggiosi che si prospettano nei prossimi mesi. Perché ogni tanto, peccare di gola è consentito, specialmente di fronte ad un tortino al cioccolato! Non siete d’accordo con me?

Ingredienti per 4 tortini:

150 g cioccolato fondente al 70% cacao di buona qualità

80 g burro 

70 g zucchero semolato

2 uova medie

25 g farina “00”

burro e cacao in polvere q.b. per foderare gli stampini

gelato alla crema q.b.

qualche rametto di ribes rosso ( facoltativo)

 

1) In un pentolino, unite il cioccolato a pezzetti ed il burro. Fondete a fiamma medio bassa, mescolando costantemente. Lasciate intiepidire.

2) Montate le uova con lo zucchero fino a quando saranno belle gonfie e spumose. Unite il composto di cioccolato alle uova e amalgamate bene gli ingredienti.

3) In ultimo, setacciate la farina ed unitela delicatamente all’impasto.

4) Ungete degli stampini in alluminio e foderateli di cacao in polvere. Suddividete l’impasto nei 4 stampini.

5) Cuocete i tortini al cioccolato in forno statico preriscaldato a 200°C per 10-12 minuti. Fate attenzione, dovranno crescere, formare una crosticina sui bordi ed essere leggermente concavi al centro, se volete che l’interno rimanga morbido.

6) Servite immediatamente, accompagnandoli a piacere con una spolverata di zucchero a velo, del ribes ed una generosa pallina di gelato alla crema.

 

Come vi consigliavo prima potete congelare i tortini da crudi e tenerli in freezer fino al momento dell’occorrenza. Scongelateli un’ora prima dell’utilizzo.

Se ve ne servono più di quattro, raddoppiate o triplicate le dosi secondo le vostre necessità.

 


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifate una delle mie ricette, scattate una foto e  taggatemi su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog . Sarei felice di vedere i vostri scatti!

 

 

Continue Reading

Crostata sbriciolata di ciliegie e ricotta

Da bambina non vedevo l’ora che arrivasse l’inizio di Giugno per un solo motivo: era tempo di ciliegie! Le raccoglievo con i cugini nel giardino della nonna e ho il ricordo di interi pomeriggi passati ad arrampicarci sugli alberi alla ricerca del nostro bottino. Confesso però che la metà delle ciliegie che raccoglievamo non ci arrivava nemmeno al cestino ma finiva dritta dritta nelle nostre pance, mentre l’altra metà la mangiavamo a casa nei giorni seguenti. Sta di fatto che è così ancora oggi: non appena maturano le mangiamo subito e non mi resta mai il tempo di metterle in una torta. Quest’anno, fortuna vuole che sia riuscita a rimediare una cassettina di ciliegie extra a buon mercato e quindi non mi sono lasciata sfuggire l’opportunità di prepararci qualcosa. Mia madre ne ha usate un po’ per fare la confettura ed del resto ne ho fatto il dolce per la colazione della Domenica.

Nell’indecisione fra crostata o crumble, ho scelto la via di mezzo ed ho infornato un ibrido con un risultato davvero niente male! 

Questa crostata è preparata con un croccante ed allo stesso tempo friabile crumble di farina di mais e farcita con una leggerissima crema alla ricotta profumata al miele e cannella e da una pioggia di ciliegie fresche. E’ proprio una di quelle torte rustiche che piacciono a me, quelle che sanno di casa, di merenda d’estate, di famiglia. Una di quelle torte che te le immagini proprio sul tavolo di legno grezzo nella penombra di una cucina di campagna, accanto ad uno strofinaccio a quadretti bianchi e rossi e ad un mazzo di fiori di campo appena colti. Una di quelle torte che aspetti solo che la nonna ti dica: -” E’ pronta la merenda!”- per afferrarne un pezzo e addentarlo all’ombra di un frassino in giardino mentre ti accompagna il sottofondo musicale del canto delle cicale. Proprio come con le ciliegie, una fetta tira l’altra e vi posso giurare che è davvero difficile resistere al profumino invitante di burro che questa crostata emana quando è ancora calda. 

Ingredienti per il crumble al mais:

225 g farina 00

125 g farina di mais fioretto

125 g burro freddo a tocchetti

125 g zucchero semolato 

1 uovo grande

1 pizzico di sale

1 cucchiaino di lievito per dolci

la scorza di un limone non trattato

mandorle a lamelle q.b 

Ingredienti per il ripieno:

250 g ciliegie denocciolate

250 g ricotta vaccina

2 cucchiaini di miele d’acacia

20 g zucchero a velo

1/2 cucchiaino di cannella

 

1) In una ciotola capiente versate le farine, lo zucchero ed il burro freddo di frigorifero. Impastate con le punte delle dita fino ad ottenere un composto sabbioso.

2) Unite il sale, il lievito, la scorza di limone e l’uovo e amalgamate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto piuttosto sbricioloso. Mettetelo da parte ed occupatevi del ripieno.

3) Preparate la crema di ricotta riunendo in una ciotola la ricotta vaccina insieme allo zucchero a velo, il miele e la cannella e mescolate bene.

4) Foderate una tortiera dal cerchio apribile del diametro di 22 cm con la carta forno, poi versateci dentro metà della pasta frolla e compattatela con le mani, distribuendola sul fondo della tortiera.

5) Distribuite la crema alla ricotta sopra alla frolla e poi aggiungetevi uno strato di ciliegie ( già denocciolate). Terminate coprendo la crostata con l’altra metà di crumble avanzato, sbriciolando l’impasto rimasto su tutta la superficie del dolce. Decorate con le mandorle a lamelle a piacere.

6) Cuocete in forno in modalità statica, preriscaldato a 180°C, per circa 50 minuti. Lasciate raffreddare completamente, poi spolverizzate la crostata con zucchero a velo a piacere e decoratela con qualche altra ciliegia.


Le torte con la frutta in questo periodo caldo sono un po’ “delicate”. Vi consiglio di consumare la crostata di ricotta e ciliegie abbastanza in fretta, altrimenti conservatela in frigo, sotto una campana di vetro.

 

Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifate una delle mie ricette, scattate una foto e  taggatemi su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog . Sarei felice di vedere i vostri scatti!

 

 

Continue Reading

Torta alle carote, cocco e mandorle, glassata al cioccolato fondente

Quanto è bello svegliarsi la mattina e sapere che c’è una torta che è lì, sul tavolo della cucina, che ti aspetta per darti il buongiorno? Io lo trovo stupendo! Specialmente se è una torta al cioccolato. Ti dà tutta la carica che ti serve per alzarti dal letto e affrontare la vita!  A proposito di cioccolato, non conosco miglior medicina per il buonumore di questa miracolosa sostanza ed è risaputo che mangiando un buon cioccolato fondente si sviluppa la serotonina, cosa che sicuramente fa cominciare la giornata con il piede giusto! “La vita è come il cioccolato: è l’amaro che fa apprezzare il dolce”- dice il saggio, ed è vero.  Non possiamo aspettarci che ci siano solo cose belle ma dobbiamo fare l’impossibile per imparare a riconoscerle, ad afferrarle con le mani, a viverle fino in fondo.  Abbiamo l’obbligo verso noi stessi di credere nei nostri sogni e di correre per raggiungerli. Non senza prima aver preso una fetta di torta però!

Quella che vi propongo per addolcire le vostre merende estive è senza latte, senza burro e glutenfree. E’ la torta di carote, cocco e mandorle glassata al cioccolato. L’interno umido e delicato è ricoperto da una golosissima e libidinosa glassa al cioccolato fondente che si scioglie in bocca. Al primo morso è entrata di diritto nella top 10 delle mie torte preferite, tanto che ho saputo subito che sarebbe finita dritta dritta su questi schermi. Una torta così buona non si può fare altro che condividerla!

 A casa mia è finita in un lampo. Poco male comunque perché si prepara in soli 10 minuti in un mixer: tutti gli ingredienti dentro la ciotola ed il gioco è fatto! E’ talmente irresistibile che scommetto che accontenterà anche i palati più esigenti!

Ingredienti per una torta da 8 porzioni:

3 uova medie

300 g carote ( al netto degli scarti)

150 g zucchero di canna

150 g farina di cocco

150 g mandorle spellate e tostate

1 bustina di lievito per dolci

150 g cioccolato fondente ( 70% cacao min o oltre)

100 ml panna fresca da montare ( facoltativo)

1 cucchiaio di cocco rapè per la decorazione

1) Nella tazza del frullatore munito di lame in acciaio inserite le mandorle, precedentemente tostate, insieme allo zucchero di canna e tritatele finemente. Trasferitele in un’altra ciotola e mettetele da parte.

2) Inserite ora le carote nel mixer e tritate finemente anche queste. Unite le mandorle con lo zucchero, la farina di cocco, le uova e il lievito e azionate il mixer per 5 minuti. Il composto che otterrete sarà piuttosto compatto ma è giusto sia così.

3) Trasferite l’ impasto all’interno di una tortiera del diametro di 20 cm, rivestita precedentemente con carta forno, e livellate bene la superficie.

4) Infornate in forno preriscaldato a 180°C in modalità statica per 45-50 minuti. Una volta cotta, lasciatela raffreddare.

5) Preparate la glassa fondendo il cioccolato fondente a bagnomaria; una volta fuso aggiungetevi la panna fresca liquida e amalgamate il tutto. Se non volete utilizzare la panna, glassatela unicamente con il cioccolato fuso. Cospargete la torta ormai fredda con la glassa al cioccolato fino a coprirla interamente. Decorate la superficie con i rebbi di una forchetta e distribuite un po’ di farina di cocco su tutto il bordo.

 

 

 

Conservate la torta di carote, cocco e cioccolato in frigorifero sotto una campana di vetro per 3-4 giorni al massimo. Essendo una torta umida, gustata fredda è ancora più buona.

Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifate una delle mie ricette, scattate una foto e  taggatemi su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog . Sarei felice di vedere i vostri scatti!

Continue Reading

Cheesecake alle fragole

Amo le cheesecake!  Fresche, delicate, versatili ma soprattutto si preparano in un attimo e fanno fare sempre un figurone. Anzi, preparatevi perché pensavo di aprire una rubrica dedicata proprio a loro. La cheesecake che vi propongo oggi è perfettamente in tema con il mese di Maggio; ormai le fragole fresche, rosse e succose invadono i banconi del mercato, quindi perché non utilizzarle per fare una bella torta!?

Una base croccante biscottata, una crema leggera e spumosa e una cascata di fragole fresche in cima. Per non farci mancare nulla, ho preparato anche una salsa di accompagnamento, un coulis appunto, che ho versato direttamente su ciascuna fetta, poco prima si servirla. Questa salsa è fenomenale! L’ho provata anche sul gelato e sui croissant caldi alla mattina e devo dire che ci sta divinamente! 

 Spero che questa primavera che quest’anno si fa attendere torni presto perché non vedo l’ora di ricominciare a godermi il sole caldo e i dessert freschi, fingendo di essere già immersa in un afoso sabato sera di metà Luglio. Me lo immagino così. Una cena in giardino, il vento tiepido che ti scompiglia i capelli, le candele accese, la luce solare che si protrae fino a tardi, il frinire dei grilli in sottofondo, una gonna morbida che accarezza le ginocchia e una bella fetta di questa cheesecake alle fragole che ti aspetta per concludere la serata.  Si vede che ho già voglia di estate?

 

Per il fondo biscottato:

160 g biscotti secchi tipo Digestive

75 g burro fuso

Per la crema:

500 g formaggio spalmabile tipo philadelphia

100 g zucchero a velo

250 ml panna fresca

1 cucchiaio di succo di limone 

6 g di gelatina in fogli (3 fogli)

250 g fragole fresche

1) Iniziate imburrando e rivestendo di carta forno una tortiera del diametro di 20 cm.

2) Fate fondere il burro in un pentolino. Inserite in un mixer i biscotti e tritateli fino ad ottenere una polvere. Versate il burro nei biscotti sbriciolati e mescolate bene. Distribuite il composto ottenuto sul fondo della tortiera e pressatelo bene, aiutandovi con il dorso di un cucchiaio. Mettete in frigorifero a rassodare per 30 minuti.

3) Mettete i fogli di gelatina in ammollo nell’acqua fredda per una decina di minuti.

4) In una ciotola, unite il formaggio cremoso e lo zucchero a velo e amalgamateli bene. A parte, montate la panna ( conservandone tre cucchiai, nei quali farete sciogliere la gelatina). Scaldate la panna avanzata sul fuoco, aggiungeteci i fogli di gelatina ben strizzati e mescolate fino a quando la gelatina non si sarà completamente sciolta.

5) Unite il composto di gelatina intiepidito al formaggio ( avendo cura che i due composti si trovino più o meno alla stessa temperatura, in modo da evitare un eventuale shock termico e scongiurare la formazione di grumi) e mescolate velocemente. In ultimo, incorporate anche il succo di limone e la panna montata, con movimenti dal basso verso l’alto.

6) Distribuite la crema ottenuta nella tortiera, livellatela e copritela bene con pellicola. Lasciatela riposare in frigo per almeno 6 ore.

7) Per decorare, lavate e tagliate le fragole a fettine sottili e disponetele a raggiera su tutta la superficie.

Per il coulis di fragole:

250 g fragole fresche mature

50 g zucchero a velo

30 g succo di limone

8) Lavate e tagliate a pezzettini le fragole mature. Aggiungetele in padella assieme al succo di limone e allo zucchero a velo. Ponete la padella su fiamma bassa e portate ad ebollizione ( ci vorranno pochi minuti).

9) Quando le fragole inizieranno a disfarsi, spegnete il fuoco. Frullate il composto ottenuto con un mixer ad immersione.

10) Filtrate la salsa attraverso un colino a maglie strette così da ottenere un coulis liscio ed omogeneo. Conservate in frigorifero il coulis fino al momento dell’utilizzo.

La cheesecake alle fragole si conserva in frigorifero, ben coperta per 2-3 giorni. Potete prepararla la sera prima e decorarla con le fragole il giorno successivo, poco prima di servirla. Accompagnate ciascuna fetta con una generosa colata di coulis. I vostri ospiti si leccheranno i baffi!

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto e  taggami su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog .

Continue Reading

Tiramisù classico

Ogni tanto viene voglia di andare sul sicuro, di riassaporare gusti che ci riportano all’infanzia all’improvviso e che rimarranno sempre impressi nella memoria sensoriale di ciascuno. Il tiramisù a me fa questo effetto! Nonostante lo abbia mangiato innumerevoli volte, è buono ogni volta come se fosse il primo assaggio. Il tiramisù è uno dei primi dolci che ho imparato a preparare. E’ il dolce al cucchiaio per eccellenza non solo in Veneto ma in tutto il territorio nazionale! E’ il dolce che mamma preparava per quasi tutti i nostri compleanni ed è quello che ancora oggi preferisco in assoluto! E’ il dolce facile e veloce per antonomasia e quello davvero immancabile dopo il pranzo della Domenica. Seppur semplice da preparare, ci sono un paio di passaggi da rispettare per la perfetta riuscita di questo dolce: il primo è che i biscotti devono essere solamente appena bagnati nel caffè altrimenti si inzupperanno troppo, il secondo è che la crema venga montata a sufficienza affinché raggiunga la perfetta consistenza.

Capisco il perché se ne siano litigati in molti l’invenzione: l’accostamento di sapori semplici come caffè, cacao e crema al mascarpone è stato l’abbinamento vincente che ha creato un prodotto che viene riprodotto e imitato ormai in tutto il mondo tanto addirittura da creare un giorno specifico che onori le origini di questo dolce, il cosiddetto “Tiramisù Day”. 

La ricetta originale non la prevede ma io nella mia versione del tiramisù metto la panna montata perché trovo che in questo modo la crema venga molto più densa e corposa. Non me ne vogliano i tradizionalisti! Quando lo preparo, tendo sempre a fare la dose doppia perché con questo dolce vige la sola regola del ” non è mai abbastanza”. Ogni tanto, sgarrare si può! Specialmente per il Tiramisù!

  

Per un tiramisù da 10-12 persone:

500 g mascarpone

400 ml panna fresca da montare

160 g zucchero semolato

4 tuorli d’uovo grandi

400 g savoiardi

250 ml caffè 

2 cucchiai di Marsala dolce

cacao amaro q.b.

1) Per prima cosa preparate il caffè, aggiungetevi il Marsala e lasciatelo raffreddare in un recipiente basso e largo.

2) In una ampia ciotola, montate i tuorli con lo zucchero fino a quando saranno belli spumosi. Aggiungete il mascarpone al composto di tuorli ed amalgamatelo bene.

3) A parte, montate la panna a neve ferma ( consiglio di lasciare in frigo per 10 minuti la ciotola e le fruste elettriche con cui intendete montare la panna: monterà prima e meglio).

4) In ultimo, unite la panna al mascarpone ed incorporatela con movimenti dal basso verso l’alto.

5) Procedete ad assemblare: distribuite nella teglia un primo sottile strato di crema al mascarpone, bagnate i savoiardi nel caffè e disponeteli l’uno accanto all’altro, coprite con un nuovo strato di crema e procedete così fino al termine degli ingredienti.

6) Spolverate la superficie del dolce con abbondate cacao in polvere, giusto poco prima di servire il tiramisù.   

L’IDEA IN PIU’! 

Mettete la crema avanzata in una sac à poche con bocchetta stellata e decorate la superficie con tanti piccoli ciuffetti. Lasciate raffreddare per almeno due ore e poi spolverate con abbondante cacao in polvere. Il risultato finale sarà sicuramente d’effetto e diverso dal solito!

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto e  taggami su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog .

Continue Reading