Spaghetti alla chitarra al pesto di zucchine

I piatti che mi riescono meglio sono quelli in cui le verdure di stagione diventano le protagoniste indiscusse. Il pesto poi l’adoro, sin da quando ero piccola. Lo puoi preparare in anticipo, lo puoi congelare ed utilizzarlo quando ti serve, ci puoi condire la pasta, l’insalata, lo puoi spalmare su crostini, pizze, focacce o bruschette oppure puoi mangiarlo anche da solo, a cucchiaiate ( e confesso che lo faccio spesso…). Il pesto diventa una salsa originale per dei finger food ad un buffet, è un ottimo compagno di stuzzichini agli apericena ma può essere anche l’arma vincente di un piatto unico. L’ho provato in tanti modi, da quello classico di basilico fresco, a quello di pomodori secchi e mandorle, di peperoni rossi e gialli ed infine l’ultima “new entry”, il pesto di zucchine. Un rivelazione! Un asso nella manica, quando hai tante zucchine da smaltire e poco tempo a disposizione! Le zucchine poi sono un ortaggio versatile, diuretico ed ipocalorico che si presta a tantissime possibilità e varianti. A casa mia è piaciuto parecchio e quando una cosa ci piace, va a finire che la preparo anche 2 o 3 volte alla settimana e che la ripropongo in millemila declinazioni. Dato che è tempo di conserve, ne ho già fatto scorta; il prossimo inverno sarà il mio alleato contro il grigiume e la nebbia della Pianura Padana e mi farà tornare alla mente i profumi e i colori mediterranei dell’estate!

Zucchine, parmigiano grattugiato, mandorle o pinoli e un poco di olio extra vergine buono, pochi ingredienti per un risultato gustoso, delicato e salutare. Un sughetto veloce da abbinare a dei fantastici spaghetti alla chitarra. Un primo piatto green fatto apposta per i pranzi estivi. Provatelo ed innamoratevene anche voi! Fatemi sapere il vostro parere e se avete idee per altri pesti sfiziosi, io sono tutta orecchi! Spread the word … & pesto as well!

 

 Ingredienti per 4 persone:

320 g spaghetti alla chitarra 

450 g zucchine

45 g mandorle o pinoli

10 g basilico fresco (una quindicina di foglie circa)

sale e pepe q.b.

3 cucchiai di olio extravergine di oliva

15 g pecorino grattugiato

15 g parmigiano grattugiato

1 e 1/2 spicchio d’aglio

1) Pulite e tagliate le zucchine a cubetti, poi rosolatele in padella insieme a uno spicchio d’aglio e ad un filo d’olio evo per qualche minuto ( non dovranno cuocere completamente ma prendere semplicemente il profumo dell’aglio).

2) Nel boccale di un mixer inserite le mandorle insieme a mezzo spicchio d’aglio e azionate la macchina fino a ridurre le mandorle ad una polvere sottile.

3) Inserite in seguito le zucchine, il parmigiano, il pecorino, l’olio evo e le foglie di basilico. Aggiustate di sale e pepe e frullate il tutto per qualche istante fino ad ottenere la consistenza di un pesto.

4) Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata per il tempo indicato sulla confezione. Scolateli al dente.

5) Versate il pesto nella padella, aggiungetevi gli spaghetti e un mestolo di acqua di cottura della pasta e fate saltare per qualche secondo, amalgamando il tutto.

6) Servite subito e guarnite con una macinata di pepe ed un ciuffetto di basilico fresco in cima.

 


 

Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifate una delle mie ricette, scattate una foto e  taggatemi su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog . Sarei felice di vedere i vostri scatti!

Continue Reading

Zuppa tiepida di pomodori al forno e burrata

Quando a Maggio io e madre abbiamo piantata una lunga fila di piante di pomodori il nostro progetto era uno solo: riuscire a produrre tutta la passata per l’inverno interamente con gli ortaggi che ci eravamo coltivate. Tutto bio, tutto a km 0, tutto interamente cresciuto e raccolto con amore. Ora siamo ad Agosto, i frutti del nostro lavoro ci stanno regalando tanta soddisfazione ed è finalmente ora di conservare il profumo ed il calore dell’estate in comodi barattolini di vetro. Mia madre ha sempre fatto la conserva di pomodoro, sin da quando ero bambina. A volte faceva anche le marmellate di pesche e di albicocche, altre ancora preservava lo splendido sapore delle melanzane, mettendole sott’olio. Mi è sempre piaciuto osservarla e vederla accaparrarsi scorte alimentari per l’inverno che dovevano durare per i freddi mesi seguenti.

In estate i colori e i profumi degli ortaggi sono talmente incredibili, che infatti sarebbe un vero peccato poterne godere per soli tre mesi.

Dal momento che però di pomodori in orto ce ne sono proprio tanti, non posso negarmi di sfruttare tutto il loro sapore inconfondibile proprio ora che sono belli freschi e di stagione. Vada per una zuppa. Si ma tiepida però, dato che il caldo non da tregua! Un procedimento diverso dal solito che permetterà ai pomodori di sprigionare tutto il loro inconfondibile sapore. Ad accompagnare, un po’ di burrata, un filo d’olio extravergine e tante foglioline di basilico profumato. Una specie di “twist” della classica “Caprese” in versione primo piatto, come piace definirla a me. Mamma mia, ho già l’acquolina in bocca!

DPP_0088

DPP_0188

DPP_0160

DPP_0165

Per 2 persone:

1 kg pomodori ramati  maturi (circa 6-7)

1/2 spicchio d’aglio

un mazzetto di basilico fresco

qualche rametto di timo

origano secco

olio evo e sale q.b.

125 g burrata

1) Mettete a bollire una pentola d’acqua e nel frattempo sciacquate i pomodori. Sbollentate i pomodori per 2-3 minuti, poi estraeteli dalla pentola e spellateli con l’aiuto di un coltello.

2) Tagliateli in quarti e poneteli su una teglia da forno. Condite con abbondante olio, sale ed origano ed infornate a 220°C per 25-30 minuti.

3) Quando i pomodori saranno leggermente abbrustoliti, sfornateli e metteteli in un mixer munito di lame in acciaio insieme con il basilico, il timo, l’aglio e qualche cucchiaio d’olio. Aggiustate di sale e frullate il tutto.

4) Servite la zuppa tiepida e completate con poca burrata sfilacciata, un filo d’olio e un bel ciuffo di basilico.

 

DPP_0194

DPP_0162

DPP_0163

 

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!


SCROLL DOWN FOR ENGLISH VERSION

Warm tomato soup with burrata and basil

DPP_0273

Great Italian flavours combined to make a simple but delicious soup!

Tomatoes are definitely my own favourite vegetable and they’re also a staple in the Italian cuisine. In late August my mum and I usually preserve the amazing flavour of fresh tomatoes in order to have a huge stock for the upcoming winter. Since I was a child, my mum taught me how to cook tomatoes and turn them into a yummy sauce ready to be bottled, sterilized and kept in the cupboard for the next few months. It’s a tough job, so when we make it, we always make a great batch, of course! The special thing is that this year we can finally make it with the organic homegrown tomatoes of our own vegetable garden and I must say, we are pretty proud about that!

The harvest has been generous so far so I’m constantly looking for new ideas to use veggies and tomatoes are not just good for sauce. You can make tasty salads, pasta dishes or soups, as in this case. The warm soup served with some cold burrata gives you this lovely contrast and the fresh basil takes it to a whole new level! This is a meal to die for!

For 2 people

1 kg ripe tomatoes ( roughly 6-7)

1/2 clove of garlic

a few leaves of fresh basil

a sprig of thyme

oregano ( fresh of dry)

extra virgin olive oil, pepper and salt

125 g burrata

1) Fill a large pan with some water and put it over a medium heat. Rinse your tomatoes and blanch them in the boiling water for about 3-4 minutes. While they’re still hot, carefully peel them and cut them in quarters.

2) Place the tomatoes on a baking tray and season them with plenty olive oil, salt and oregano. Pop them in a preheated oven at 220°C for 25-30 minutes or until nicely roasted.

3) Once ready, put them in food processor, add some basil leaves, some thyme leaves and the garlic and blend everything together. Season with some oil, pepper and salt.

4) Serve the soup warm and garnish with some burrata, broken into pieces on top, an extra drizzle of oil and some basil.

If you liked this recipe, don’t forget to leave a comment below and follow me on social media, by clicking in the upper right-end corner of my home page. See you there!

 

 

Continue Reading

Spaghetti alla chitarra al pesto di pomodori secchi e mandorle

E’ arrivata l’estate e allora si festeggia portando a tavola piatti colorati e pieni zeppi di verdure! Adoro adattare le mie ricette secondo la disponibilità della verdura di stagione pertanto non c’è nulla, per me, che urli estate come dei bei pomodori maturi e del basilico fresco!

Monitoro il mio orto da oramai più di un mese e mezzo e benché il tempo, quest’anno, non sia stato fra i più favorevoli, comincio piacevolmente a raccogliere i primi frutti. I primi cespi d’insalata, le prime zucchine e non potete capire la mia gioia quando ieri ho trovato il primo piccolo peperoncino!  I pomodori dell’orto però, sono ancora troppo verdi per poterne fare un qualsiasi utilizzo, allora son riuscita a soddisfare la mia voglia d’estate con una piccola scorciatoia.

Ho creato un pesto veloce ma davvero strepitoso con gli ingredienti che avevo in casa: pomodori secchi sott’ olio, mandorle, parmigiano e un po’ di olio d’oliva buono e in pochissimi istanti son riuscita a preparare un primo piatto dal risultato davvero soddisfacente. Una rivisitazione della pasta al pomodoro più cremosa e più gustosa grazie a questo pesto! Perfetto non solo con la pasta ma anche da spalmare sul pane o perché no? Anche come sostituto della semplice passata su una pizza o una focaccia rustica. A voi la scelta!!

IMG_7830

IMG_7846

Per 4 persone:

320 g spaghetti alla chitarra di semola di grano duro

220 g pomodori secchi

30 g mandorle pelate

20 g parmigiano grattugiato

qualche rametto di timo

4-5 foglie di basilico

peperoncino fresco (facoltativo)

sale e olio evo q.b.

1) Salate abbondantemente l’acqua della pasta e una volta raggiunto il bollore, fate cuocere gli spaghetti per il tempo indicato sulla confezione.

2) Per il pesto, versate le mandorle e il parmigiano nella ciotola del mixer, azionate il robot per pochi istanti, poi aggiungete i pomodori sgocciolati, una presa di sale e le foglioline di timo e di basilico ( precedentemente lavate e asciugate). Se volete e se vi piace, potete aggiungere anche pochissimo peperoncino fresco, privato dei semini interni ( darà uno sprint maggiore al vostro pesto). Frullate ancora versando l’olio a filo fino ad ottenere la consistenza cremosa di un pesto.

3) Conservate una tazza di acqua di cottura e scolate la pasta al dente. Fate saltare la pasta in padella a fiamma medio-alta con 2 cucchiai di pesto a persona e versate l’acqua di cottura avanzata poco a poco, in modo tale da legare il sugo alla pasta. Servite con qualche foglia di basilico fresco.

IMG_7838

IMG_7867

IMG_7854

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

SCROLL DOWN FOR ENGLISH VERSION

GUITAR SPAGHETTI WITH SUN-DRIED TOMATOES AND ALMONDS PESTO

IMG_7858

Italian food lovers around the world here’s the meal of your dreams, a real taste of Italy and of summer too!

This recipe is a nice twist on a classic Italian dish, namely pasta with tomato sauce. In fact there’s no tomato sauce in these spaghetti, still you get all of the wonderful flavours of tomatoes and basil in this pesto.

Since the freshly homegrown produce of my vegetable garden is not quite done yet I’ve found a loophole to get the same creaminess and yumminess of a tomato sauce with the very few ingredients I had at home. Some sun-dried tomatoes, some almonds and some parmesan and I got a pretty satisfying result, ending up in serving a delicious meal to my family! Try this pesto on some bread or some crostini, it works just as well!

For 4 people:

350 g spaghetti

220 g sun-dried tomatoes

30 g pealed almonds

20 g parmesan

a few sprigs of fresh thyme

4-5 basil leaves

some fresh chilly ( only if you like it)

salt and extravirgin olive oil

1) Add salt to a large pan of boiling water and cook the spaghetti according to the packet instructions.

2) Meanwhile prepare your pesto: in a mixer grind the almonds and parmesan together, then add the sun-dried tomatoes, a large pinch of salt, some thyme, some basil leaves and some fresh chilly after removing the internal seeds (leave the chilly out if you want). Blend evething for a few minutes adding enough olive oil, bit by bit, until you get the texture of a pesto.

3) Save a cup of your starchy pasta water and drain the spaghetti “al dente” and toss it in a frying pan with a generous spoonful of pesto for each person. Add some of the pasta water and give it all a good stir, coating the pasta in the lovely sauce. Serve with a little grated parmesan and garnish with some extra basil leaves. I ensure you guests will appreciate! Buon appetito!!

If you liked this recipe, don’t forget to leave a comment below and follow me on  social media, by clicking in the upper right-end corner of my home page. See you there!

Continue Reading

Girasole di sfoglia spinaci e ricotta

Cari lettori,

ci avviciniamo alla Pasqua e quindi penso sia ora di sfoderare qualche idea su qualche manicaretto interessante da proporre ai nostri commensali in occasione di questa amata festività.

I pranzi delle feste comandate diventano spesso un “tour de force” per coloro i quali li devono preparare, ecco perchè in queste occasioni preferisco optare per preparazioni semplici ma d’effetto. La ricetta di oggi segue dunque questi presupposti: è facilissima da realizzare, si prepara in anticipo, fa moltissima scena e last but not least, é de-li-zio-sa!!!

Questa torta pasqualina dalla forma accattivante che ho trovato nel web, è ottima per accompagnare l’aperitivo ma ha l’unico difetto d’essere spazzolata troppo in fretta. Un consiglio: fatene più d’una se avete molti ospiti, andrà a ruba!!!

Per una torta salata del diametro di circa 30 cm:
  • 2 rotoli di pasta sfoglia rotondi;
  • 500 g spinaci freschi ( vanno bene anche quelli surgelati);
  • 2 spicchi d’aglio;
  • 300 g ricotta vaccina;
  • 100 g parmigiano grattugiato;
  • qualche foglia di basilico;
  • olio evo q.b;
  • sale q.b;
  • pepe q.b;
  • 1 uovo (per spennellare);
  • semi di sesamo o papavero per decorare( facoltativo).

 

1) Schiacciate l’aglio e soffriggetelo con un filo d’olio d’oliva in padella, sciacquate gli spinaci e saltateli in padella per una decina di minuti finché saranno ben appassiti.

2) Versate gli spinaci cotti, nella ciotola di un mixer munito di lame in acciaio e aggiungete anche la ricotta, il parmigiano, il basilico, un goccio d’olio d’oliva e aggiustate di sale e pepe. Frullate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.

3) Srotolate un disco di pasta sfoglia e adagiate il ripieno seguendo lo step by step fotografico qui sotto: prima versatene una parte al centro e poi distribuite il resto sul contorno, avendo cura di lasciare un piccolo spazio fra i due. Rompete un uovo e spennellate la pasta, dove non è stato messo il ripieno. Ora adagiate delicatamente il secondo strato sopra il ripieno e fate aderire bene i bordi e il settore circolare vuoto centrale.

4) Con un coltello affilato, tagliate prima in 4, poi in 8, dopo ancora in 16 ed infine in 32 spicchi ( come in foto) e girate ciascun spicchio di 90°, in modo tale che il ripieno sia ben visibile e assomigli al petalo di un girasole.

5) Spennellate con l’uovo rimasto e se volete, cospargete il centro con i semi che più vi piacciono ( io ho scelto quelli di sesamo). Cuocete in forno preriscaldato a 200°C per circa 25 minuti. Servitela tiepida!

IMG_7135 IMG_7140

IMG_7142 IMG_7149

IMG_7164 IMG_7171

Vi ricordo, come sempre, che mi potete trovare alla mia pagina Facebook (Cinnamon Lover) e sul mio account Instagram ( @gloriaturetta19), dove troverete tutti i miei scatti!

 

Continue Reading

Muffins salati gusto pizza senza glutine

Cari amanti del salato,

pensavate che nel mio blog mi occupassi solo di ricette dolci? Eh no, oggi infatti condividerò con voi una ricetta sensazionale, sana ma molto gustosa. Questi muffins salati irresistibili sono ideali per accompagnare un aperitivo ma sono perfetti anche per dei picnic all’aria aperta in occasione della primavera in arrivo.

Ho tratto ispirazione per questa ricetta da un video molto carino di “In cucina con Meg” (https://www.youtube.com/watch?v=v-eURW5MZh0) ma l’ho modificata secondo il mio gusto e la reperibilità degli ingredienti. Essendo muffins alla pizza gli elementi chiave sono pomodorini, mozzarella e basilico fresco, voi però potreste farcirli con olive, prosciutto, verdure e chi più ne ha, più ne metta. Capite quindi che essendo una ricetta versatile, potete personalizzarla come più vi piace!:)

Inoltre questi muffin sono senza glutine, dunque perfetti per chiunque ne sia intollerante. Pur non soffrendo di alcuna intolleranza, ho voluto sperimentare una ricetta gluten-free per poter sostituire, almeno per una volta, le farine di frumento raffinate e utilizzare quelle di cereali e di legumi, sicuramente più salutari. Non fatevi spaventare dalla lista degli ingredienti però sarà necessario utilizzare più elementi per poter dare la stessa struttura di una farina 00; il procedimento in realtà è molto semplice. Ora però, vediamo come fare!

PER 12 MUFFINS MEDI:
  • 170 g patate gialle (in purea);
  • 180 g farina di ceci;
  • 60 g farina di mais fine( fioretto);
  • 70 g farina di grano saraceno;
  • 1 cucchiaino scarso di sale;
  • 100 ml olio di semi di mais o olio d’oliva;
  • 150 ml latte;
  • 2 uova;
  • 10 g lievito per dolci non vanigliato oppure lievito per torte salate;
  • 1 cucchiaio di semi di chia( aiuteranno ad assorbire i liquidi);
  • 1 cucchiaino misto di semi di sesamo e papavero( facoltativo);
  • 1 cucchiaio di pesto;
  • 100 g pomodorini ciliegini o datterini + 5/6 pomodorini per decorazione;
  • origano q.b.;
  • qualche foglia di basilico fresco;
  • 1 scalogno;
  • 1 costa di sedano;
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato;
  • 1 mozzarella;
  • semi di girasole e zucca per decorazione( facoltativo).

 

1) Per prima cosa lessare le patate intere con la buccia per circa mezz’ora o fino a quando risulteranno morbide, dopo averle infilzate con una forchetta( scegliete patate farinose che diano allo stesso tempo struttura e morbidezza all’impasto).

2) Tritate finemente sedano e scalogno e soffriggeteli in un pentolino con un goccio d’ olio e un po’ d’acqua fino a quando saranno morbidi e ben appassiti.

3) Tagliate i pomodorini in quattro, aggiustate di sale ed aggiungetevi l’origano ed il basilico sminuzzato.

4) Pelate le patate da calde e schiacciatele in una ciotola capiente. Una volta intiepidite, proseguite aggiungendo le uova, l’olio, il latte, il sale,il pesto, i semi di chia, di sesamo e di papavero, il sedano con lo scalogno, i pomodori con il basilico ed il parmigiano. Amalgamate il tutto ed infine setacciate le farine ed il lievito e mescolate fino ad ottenere un composto piuttosto denso e consistente.

5) Tagliate dei quadrati da circa 10x10cm di carta forno e adagiateli nell’apposito stampo per muffins. Riempite i ” pirottini” così formati per metà e mettete al centro di ognuno un bel cubotto di mozzarella. Coprite la mozzarella con altro impasto, riempiendo bene gli stampi. Decorate ciascun muffin con mezzo pomodorino, un pezzetto di mozzarella, una spolverata di origano e, se volete, con qualche seme di girasole e di zucca.

6) Cuocete in forno preriscaldato a 190°C per circa 30 minuti, fate comunque la prova stecchino. Gustateveli tiepidi e fatemi sapere se vi sono piaciuti!:)

IMG_7101   IMG_7114   IMG_7107

 

Vi ricordo che mi potete trovare su Facebook e su Instagram (@gloriaturetta19), dove potete rimanere sempre aggiornati sulle novità del mio blog!!! Ciao!

 

Continue Reading