Pumpkin Spice Latte come da Starbucks

Non appena calano le temperature, l’aria diventa frizzantina e le foglie iniziano ad accartocciarsi ai bordi delle strade, ecco che finalmente ricompare il Pumpkin Spice Latte nel menù di Starbucks. Per gli abitué di questa catena di caffetterie (che finalmente è approdata anche in Italia) non è di certo una novità ma piuttosto un rito di passaggio che scandisce immancabilmente l’inizio dell’autunno.

Il Pumpkin Spice Latte è una bevanda molto popolare negli States e nel nord Europa nel periodo dell’holiday season, ovvero quel lasso di tempo fra Halloween, Thanksgiving e il Natale. Si tratta di una miscela calda di latte, caffè e purea di zucca aromatizzata con cannella, noce moscata e chiodi di garofano. In altre parole è un cappuccino speziato, completato da una generosa dose di panna montata in cima. Un’autentica coccola per il corpo e lo spirito, capace di riscaldare anche le più fredde delle giornate.

Nessuna bevanda riesce a darti quell’autentica #fallvibe come un buon Pumpkin Spice Latte. A Dublino lo sorseggiavo al mattino mentre passeggiavo fra College Green e Wexford Street, in attesa del passaggio dell’autobus. Da brava amante delle spezie, ricordo che prima di uscire dal locale mi avvicinavo al bancone del self-service per rabboccare il mio latte con tanta cannella. D’altronde, in questo periodo sono una persona che fa presto ad aggregarsi al grido degli americani -“pumpkin spice and everything nice”- . Sono rimasta così folgorata dalla sua bontà che non ci ho pensato due volte a replicarlo in casa. E vi assicuro che prepararlo è di una facilità disarmante.

Questa bevanda è una valida alternativa alla comune cioccolata calda (che comunque trovate in un vecchio post che vi linko qui) e una volta assaggiata, vi garantisco che non potrete più farne a meno.

Ah, quasi dimenticavo: dal momento che la scorsa volta l’idea vi è piaciuta, vi aggiungo anche una nuova playlist da ascoltare mentre preparerete il vostro Pumpkin Spice Latte. In fondo si sa che la musica migliora ogni cosa. Buon ascolto e buon weekend!

“Pumpkin Spice and Everything Nice”

5 from 1 reviews
Pumpkin Spice Latte come da Starbuck's
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Il profumo inconfondibile dell'autunno concentrato in una tazza. E' tempo di Pumpkin Spice Latte: il latte speziato alla zucca che spopola da Sturbuck's in questo periodo dell'anno. Una bevanda calda e confortevole dal sapore decisamente intrigante, capace di scaldare anche le giornate più fredde.
Author:
Tipo di ricetta: Beverage, Autumn, American
Dosaggio: Per 2 tazze
Ingredienti
  • 230 ml latte intero
  • 2 tazzine di caffè espresso
  • 30 g zucchero di canna
  • 6 cucchiai di purea di zucca
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 2 chiodi di garofano
  • ¼ di cucchiaino di noce moscata in polvere
  • 200 ml di panna da montare
Procedimento
  1. In un pentolino versate il latte, la purea di zucca, lo zucchero e le spezie.
  2. Accendete il fuoco e portate il latte ad ebollizione, mescolando in continuazione. Lasciate le spezie in infusione per qualche minuto. Rimuovete poi i chiodi di garofano.
  3. Preparate il caffè e prelevatene 2 tazzine.
  4. Unite il caffè al latte e amalgamate bene con un cucchiaio.
  5. Versate il Pumpkin Spice Latte nelle tazze.
  6. Guarnite con panna montata a piacere ed una spolverata di cannella in cima.


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i social media, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto ed usa l’hashtag #cinnamonloverblog . Farai parte della mia gallery su Instagram! 

Continue Reading

4 idee per i Biscotti di Natale da regalare

Il mese di Dicembre è sicuramente dedicato ai biscotti. Mi piace prepararne di tutti i tipi e di tutti i gusti per poi riempirne scatole e sacchetti da distribuire in giro fra amici e parenti. Trovare un po’ di tempo per dei regali fatti in casa è un momento che per me ha un valore molto importante; è una sorta di rito di iniziazione all’Avvento ed è un modo per ricordarmi che sono i gesti semplici a fare la differenza.

Diversamente del solito, quest’anno lo spirito natalizio ha bussato alla mia porta un po’ in ritardo. Pazienza, l’ho accolto comunque a braccia aperte e sto cercando di recuperare alla svelta il tempo perduto. Le cose da fare sono sempre tante ma il tempo a disposizione sembra scorrere troppo velocemente. Penso dunque che per i miei doni last minute ripiegherò su quelle ricette che rifaccio da una vita e che non mi tradiscono mai. Quelle ricette che riescono al primo colpo e che non hanno nulla da invidiare alle pasticcerie. Allora sincronizzo l’ipod e mi chiudo in cucina e sulle note di “Have yourself a merry little Christmas”, impasto e stendo accompagnata dalle voci di Dean Martin, Frank Sinatra e Bing Crosby. 

Se come me, anche voi siete indietro con i regali di Natale oppure avete solo voglia di ricreare a casa vostra quel tipico profumo di biscotti che aleggia nell’aria durante le feste, siete capitati proprio nel posto giusto! Vi propongo quattro idee semplici per quattro tipi di biscotti, uno più goloso dell’altro! Li preparerete e li adorerete! E se riuscirete a non mangiarveli tutti durante i preparativi, allora disponeteli in una scatola di cartone e sbizzarritevi con nastri e fiocchetti. Coloro ai quale verranno offerti avranno solamente l’imbarazzo della scelta: frollini alla marmellata, crinkle cookies, stelline al fondente oppure nodini alla cannella?! Quale assaggio per primo?

 

PER I CRINKLE COOKIES:

I crinkle cookies sono i biscotti più famosi del Natale. Croccanti all’esterno e morbidi all’interno, la loro particolarità si cela nel fatto che durante la cottura, questi si espandono formando delle screpolature in superficie: da qui il nome “crinkle”. La notte del 25 dicembre, lasciatene qualcuno sul davanzale del camino insieme ad un bicchiere di latte: farete la felicità di Babbo Natale, garantito!

190 g farina “00”
60 g burro
150 g zucchero semolato
175 g cioccolato fondente
2 uova
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
1 pizzico di sale
3 cucchiai di zucchero a velo per impanare i biscotti

  • Fondere il burro insieme al cioccolato tagliato a pezzetti su fiamma bassa.
  • In una terrina, montare le uova con lo zucchero fino a quando diverranno spumose. Aggiungervi poi il composto di cioccolato fuso intiepidito.
  • Unire anche la farina, il lievito, il sale ed amalgamare bene con una spatola sino ad ottenere un impasto morbido.
  • Porre in frigo l’impasto coperto con pellicola per alimenti e lasciarlo riposare per mezz’ora.
  • Con cucchiaino ricavare piccole porzioni di impasto, formare delle palline con le mani, impanarle abbondantemente nello zucchero a velo e schiacciarle delicatamente al centro.
  • Preriscaldare il forno a 180°C in modalità statica e cuocere i biscotti per circa 10-15 minuti.

PER I FROLLINI ALLA MARMELLATA DI ALBICOCCHE:

Di certo questi biscotti non hanno bisogno di lunghe presentazioni: chi non ne ha mai mangiato uno?! Una frolla friabile racchiude un generoso strato di marmellata di albicocche. Uno tira l’altro!

280 g farina “00”

100 g burro freddo

100 g zucchero a velo

1 bustina di vanillina

1/2 cucchiaino di lievito per dolci

1 uovo

1 pizzico di sale

200 g marmellata di albicocche

  • In un mixer munito di lame in plastica, versare la farina, lo zucchero a velo, il lievito, l’aroma di vaniglia ed il sale. Aggiungere in ultimo il burro freddo tagliato a tocchetti. Azionare la macchina per pochi istanti per amalgamare.
  • Rompere un uovo ed inserirlo nel mixer assieme al resto. Frullare ancora fino a che comincerà a formarsi un impasto. Compattare le briciole con le mani, avvolgere l’impasto nella pellicola alimentare e porlo in frigo per mezz’ora.
  • Trascorso il tempo di riposo, stendere l’impasto e ricavare i frollini con un tagliabiscotti tondo. Adagiare i frollini su una teglia da forno. Con una formina più piccola, ricavare una cavità al centro della metà dei biscotti formati.
  • Cuocere in forno preriscaldato in modalità statica a 180°C per 10-12 minuti. Adagiare i biscotti su una gratella per dolci e lasciarli raffreddare.
  • Una volta freddi, distribuire la marmellata su metà dei biscotti e accoppiarli con i restanti.
  • Spolverare i frollini con lo zucchero a velo.

 

PER LE STELLINE AL CIOCCOLATO:

La frolla incontra il cioccolato fondente in un abbraccio squisito. Per rendere questi biscotti ancora più golosi, potreste cospargere la parte al cioccolato con della granella di nocciole o di pistacchi. Velocissimi da preparare, l’unica accortezza da rivolgere a questi biscotti e quella di aspettare che il cioccolato si sia solidificato completamente prima di riporli in un contenitore.

280 g farina “00”

100 g zucchero a velo

100 g burro freddo

1 bustina di vanillina

1/2 cucchiaino di lievito per dolci

1 pizzico di sale

200 g cioccolato fondente

  • Preparare la frolla allo stesso modo spiegato nella ricetta precedente.
  • Stendere l’impasto e ricavare dei biscotti a forma di stella.
  • Tritare in pezzi grossolani il cioccolato e lasciarlo sciogliere a bagnomaria.
  • Intingere i biscotti per metà nel cioccolato fuso, adagiarli su una teglia rivestita di carta forno e aspettare che il cioccolato rapprenda prima di riporli in una scatola ermetica.

 

PER I NODINI ALLO ZUCCHERO E CANNELLA:

Un pizzico di cannella a Natale non guasta mai! Questi biscottini sono ottimi con una tazza di tea ed in mancanza dello stampino richiesto potete realizzarli della forma che più preferite.

175 g farina “00”

75 g zucchero semolato fine

75 g burro freddo

2 tuorli d’uovo

1 pizzico di sale

1 cucchiaino scarso di cannella in polvere

1 cucchiaio di zucchero per spolverare i biscotti

  • In una mixer inserire la farina, lo zucchero ed il burro tagliato a pezzetti. Azionare il robot per pochi istanti sino ad ottenere un composto sabbioso.
  • Aggiungere la cannella in polvere, il sale e i tuorli d’uovo. Azionare nuovamente il mixer ancora per pochi secondi. Compattare l’impasto con le mani e avvolgerlo nella pellicola trasparente.
  • Trascorso il tempo di riposo, stendere l’impasto con un mattarello su un piano di lavoro e ricavare i biscotti con uno stampino ad espulsione. In mancanza dello stampino, ricavare dei cordoncini sottili ed intrecciarli fino a formare dei nodini.
  • Spolverare i biscotti con lo zucchero semolato, sino a rivestirne la superficie.
  • Preriscaldare il forno in modalità statica a 180°C e cuocere i biscotti per 10-12 minuti.

Vi auguro di cuore di trascorrere un sereno Natale e di cominciare un felice anno nuovo! A presto!


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i social media, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto ed usa l’hashtag #cinnamonloverblog . Farai parte della mia gallery su Instagram! 

Continue Reading

Waffles al grano saraceno con miele e frutti di bosco [gluten-free]

Conoscete i waffles? Sono cialde (chiamate anche gaufres) diffusissime in Nord Europa e negli Stati Uniti che si cuociono fra due piastre calde ed intrecciate, leggermente croccanti fuori e morbidissime all’interno, che vengono servite a colazione con sciroppo d’acero e frutta, crema alla nocciola, miele o confettura. Diventano anche un favoloso dessert, se accompagnate da gelato, panna montata e salse varie.

Quali sono le origini di questo dolce? I primi a cuocere impasti di farina fra due piastre di ghisa furono i Greci (obleios), seguiti dai Romani (oblata, ostia). Nel Medioevo l’ostia divenne famosissima in Belgio e cominciò ad essere chiamata Gaufre ( che in francese antico significa “dolce al miele a forma di nido d’ape). Nel periodo di Carnevale veniva preparato in segno di buon auspicio e buona fortuna.  In seguito, ogni città cominciò a contendersi la miglior ricetta e le cialdiere ( fer à gaufre) iniziarono a riportare lo stemma araldico della casata nobiliare reggente. Poi in America nel 1850 gli schiavi vennero liberati e in Europa ci fu la necessità di sostituire la melassa di canna da zucchero, che divenne irreperibile. Così si cominciò ad estrarre lo zucchero dalla barbabietola: uno zucchero duro, croccante e lucido. Il Principe di Liegi chiese al suo pasticcere di fiducia di preparare un dolce per il matrimonio della figlia che fosse un emblema della città e che allo stesso tempo includesse una delle novità dell’epoca: venne allora sostituito il miele con lo zucchero e nacque quello che ancora oggi è conosciuto come il Waffle di Liegi, uno dei dolci più apprezzati del Belgio. 

A parte la storia affascinante che si cela dietro la nascita di questo dolce, i waffles sono davvero squisiti. Quello che vi propongo è un twist, una variante al classico dolce belga. Un impasto gluten-free col carattere del grano saraceno, la dolcezza del miele e la bontà dei frutti di bosco freschi e leggermente aciduli. Avete presente la famosa torta di grano saraceno altoatesina, sì quella con la marmellata di frutti rossi e quel delicato profumo di cannella? Ecco, questo waffle ne ricorda molto il sapore!

Ormai il mio brunch o la colazione del weekend non conoscono altro protagonista. E’ quello che preparo quando ho poco tempo ma ho voglia di concedermi uno sfizio. E’ il mio comfort food. E’ il dolce che subito mi fa sentire a casa. Non conosco nulla di meglio di un waffle tiepido e una tazza di caffè rovente per iniziare meglio la giornata, davvero.  La felicità è nelle piccole cose, è qui.

 

 

5 from 1 reviews
Waffles al grano saraceno con miele e frutti di bosco [gluten-free]
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Una cialda croccante fuori e morbida dentro, con il gusto deciso del grano saraceno, la dolcezza del miele e l'acidità dei frutti di bosco freschi e succosi. Naturalmente senza glutine.
Author:
Tipo di ricetta: Waffles, Dolci da colazione, Brunch, Gluten-free
Dosaggio: Per 4 porzioni
Ingredienti
  • 120 g farina di grano saraceno
  • 80 g farina di riso
  • 2 uova medie
  • 80 g zucchero di canna fine
  • 50 g burro ( oppure 40 ml olio)
  • 1 cucchiaino colmo di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 190 ml latte intero
  • 250 g frutti di bosco misti (more, lamponi, mirtilli…)
  • miele d’acacia q.b.
Procedimento
  1. Rompete le uova e separate i tuorli dagli albumi.
  2. Montate i tuorli con lo zucchero ed aggiungetevi a filo il burro fuso (oppure l’olio)
  3. Setacciate le due farine, il lievito per dolci e la cannella in polvere.
  4. Unite gli ingredienti secchi ai tuorli montati, poi amalgamateli dolcemente al composto.
  5. Aggiungete il latte poco alla volta sino ad ottenere una pastella liscia e priva di grumi.
  6. Montate gli albumi a neve ferma. Uniteli alla pastella con movimenti dal basso verso l’alto per non smontare l’impasto.
  7. Preriscaldate la piastra per i waffles, seguendo le istruzioni della vostra cialdiera. Una volta ben calda, versate qualche cucchiaio di composto per ciascun waffle, richiudete la piastra e attendete qualche minuto. Quando i waffles saranno dorati, rimuoveteli con una paletta in legno.
  8. Guarnite ciascun waffle con una manciata di frutti di bosco freschi ed una generosa colata di miele d’acacia.

 

 

CONSIGLI:

Consiglio di preparare l’impasto la sera prima e di conservarlo in frigo, così avrà modo di prendere più consistenza. La mattina successiva non vi resterà che cuocere i waffles.

I tempi di cottura variano molto da piastra a piastra, potrebbero volerci pochi secondi come pochi minuti. All’inizio fate delle prove per capire come funziona la vostra. Su Amazon se ne trovano molte in commercio, di diverso prezzo e diverso formato.

Se siete intolleranti al latte, sostituite il latte vaccino con il vostro latte vegetale preferito ( quello di mandorla ci starebbe proprio bene in questa ricetta!).

Al posto della farina di grano saraceno, potete variare ed utilizzare quella integrale, di farro, di avena, oppure aggiungere anche del cacao per una versione ancora più golosa! 

 


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifate una delle mie ricette, scattate una foto e  taggatemi su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog . Sarei felice di vedere i vostri scatti!

 

Continue Reading