Gelato alla menta e cioccolato fondente

Metti di ritrovare la vecchia gelatiera vintage che riposava mestamente negli angoli del sottoscala. Ecco poi metti anche di accorgerti che la pianta di menta piperita sta crescendo a dismisura. Aggiungici infine il caldo quasi insopportabile di questi giorni. Ecco unisci tutto questo e vedrai che non esiste più alcuna ragione per la quale non fare il gelato!

Come vi ho già anticipato, oggi ricetta del gelato menta e cioccolato! Un gusto classico, intramontabile, rinfrescante. Un gusto che mi riporta subito all’infanzia dato che era quasi sempre quello che finiva nelle coppette della gelateria quando io e le mie sorelle eravamo bambine. Non c’era volta che si potesse rimpiazzare con il cioccolato, l’amarena, il pistacchio. No, ciocco-menta era sempre il gusto prediletto. Poi siamo cresciute, io ho assaggiato decine e decine di altri gusti, mia sorella invece è sempre rimasta fedele al caro vecchio evergreen, nel vero senso del termine. Preparando questo gelato ho finalmente fatto contenta anche lei!

La procedura per realizzarlo è semplice, basta solo osservare i pochi passaggi che ho elencato sotto e poi versare tutto nella gelatiera. Ah ecco che arriva la temuta domanda: -” E se non ho la gelatiera?“- Niente paura! Procedete allo stesso modo e poi mettete il composto in freezer per 4-5 ore, premurandovi di rimestare con una forchetta ogni mezz’ora durante le prime due ore di congelamento, rompendo così i cristalli di ghiaccio che potrebbero formarsi.  Se invece avete la gelatiera ma non la usate mai, beh …vi assicuro che è proprio arrivato il tempo di rispolverarla!

DPP_0059

DPP_0139

PER CIRCA UNA VASCHETTA di gelato DA 700 G

500 ml latte fresco intero

250 ml panna fresca

85 g zucchero semolato

5 tuorli d’uovo

100 ml sciroppo di menta

100 g cioccolato fondente ( almeno 60-70% di cacao minimo)

20 g foglie di menta fresca ( facoltativo, non è necessaria però accentua il sapore finale)

1) Mettete a scaldare il latte, la panna e le foglie di menta in un pentolino a fiamma media. Quando il liquido sfiorerà il bollore, spegnete il fornello e lasciate le foglie in infusione per 15 minuti.

2) Nel frattempo, montate i tuorli con lo zucchero. Filtrate il latte, rimuovendo le foglie di menta e versatelo all’interno dei tuorli, mescolando di continuo. Riportare il tutto su fuoco medio e mescolate costantemente fino a portare il composto alla temperatura di 85°C, non un grado di più altrimenti le uova coaguleranno ( se non avete un termometro il composto sarà pronto quando velerà il dorso di un cucchiaio, proprio come in una crema inglese).

3) Raggiunta la temperatura, mettete subito il pentolino all’interno di una bacinella con acqua e ghiaccio per raffreddarlo velocemente. Aggiungete lo sciroppo di menta e continuate a mescolare. La base del gelato è ora pronta. Mettetela in una ciotola e ponetela in freezer per mezz’ora.

4) Versate la base del gelato all’interno del cestello della gelatiera e azionate le pale per circa 40 minuti. Io ho una gelatiera un po’ datata, però ha un sistema di refrigeramento incorporato perciò non devo metterla in freezer un giorno prima, voi comunque seguite le istruzioni della vostra gelatiera. Il gelato è pronto quando avrà raggiunto consistenza e sarà ben mantecato. A questo punto, estraete il cestello e mettetelo in freezer per un’ora.

5) Fondete il cioccolato fondente a bagnomaria e cominciate a stratificare: in uno stampo da plumcake o in una vaschetta in plastica, stendete uno strato di gelato, poi del cioccolato, poi di nuovo il gelato e così via fino al termine degli ingredienti. Mettete la vaschetta in freezer per almeno tre ore o meglio ancora per tutta la notte prima di gustarlo.

Cono o coppetta, la scelta è vostra! Sono sicura però che non riuscirete a resistere ad una pausa così golosa e rinfrescante!

DPP_0061

DPP_0062

DPP_0056

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

 

SCROLL DOWN FOR ENGLISH VERSION

CHOCOLATE CHIPs AND MINT ICE CREAM

DPP_0140

When I was a child I loved going out on summer evenings and ride my bicycle towards the nearest ice cream shop. My sister and I used to choose the same flavour. We waited until we had our cones filled to the top with some delicious mint and chocolate chips ice cream and we laughed so loud, watching each other making a mess on our own clothes!!

Lately it’s been so hot around here that I decided I had to dust my vintage ice cream machine and make this refreshing, summery, silky and velvety dessert that I had eaten countless times during my childhood. My sister and I enjoyed it recalling some very pleasant memories!

The base is a simple custard,  you then pour everything in the ice cream maker and you let it make its own job. Don’t worry if you don’t have the machine! You can always put the custard in the freezer and stir once an hour to prevent ice crystals from forming. No matter which way you do it: remember to treat yourself to something really indulgent this summer!

For about 700 g of ice cream

500 ml whole milk

250 ml double cream

85 g caster sugar

5 medium egg yolks

100 ml mint syrup ( if you can’t find mint syrup, you’ll need to use 110 g caster sugar plus a few drops of mint extract and green food colouring, according to your taste)

100 g dark chocolate chips( at least 60-70 % cocoa solids)

20 g fresh mint leaves ( you can leave them out but they enhance the flavour of the final product)

1) Heat the cream, milk and mint leaves over a low heat until it almost boils then turn the stove off  and leave it aside for 15 minutes so that the mint can infuse. Strain the mixture and remove the leaves.

2) In a bowl, beat the egg yolks with the sugar  with a whisk until the mixture has thickened. Pour a quarter of the milk into the egg yolks and stir vigourosly. Then tranfer the egg mixture in the remaining milk and return the pan over a low heat and cook, stirring all the time until the custard has reached 85 °C ( or until it coats the back of a spoon).

3) Pour the custard into a heatproof bowl and sit it in a larger bowl full of iced water to cool completely. Stir in the mint syrup or the mint extract. Put the custard in the freezer for 1 hour until it gets really cold.

4) Pour the custard into your ice cream maker and leave it to churn for 30-40 minutes, according to your machine’s instructions.

5) Once ready, scoop the ice cream into a plastic container,  add the chocolate chips and cover with a lid. Freeze it for at least three hours before serving.

If you liked this recipe, don’t forget to leave a comment below and follow me on  social media, by clicking in the upper right-end corner of my home page. See you there!

Continue Reading

Granola croccante al cioccolato fondente e nocciole

La granola è un mix di cereali croccanti e frutta secca, molto diffuso in Gran Bretagna e molto simile al nostro muesli ed è perfetta da consumare a colazione o per una merenda sana ed equilibrata. L’avena è l’ingrediente principale, un cereale ricco di fibre, vitamine e utilissimo perché capace di ridurre il colesterolo cattivo. Le proprietà nutrizionali e dimagranti di questo alimento sono sorprendenti, diciamo pure che l’avena è una vera e propria iniezione di salute! Oggi vi propongo questa ricetta facile per trasformare questo cereale in una colazione super light e nutriente e allo stesso tempo golosa, perfetta per l’estate in arrivo e per chi vuole tenersi leggero senza rinunciare al gusto. Per arricchire la mia granola io ho utilizzato nocciole e cioccolato fondente, le possibilità però sono infinite.

Io la mangio accostandola a della buona frutta fresca come fragole e mirtilli e a dello yogurt fresco. E’ deliziosa affogata nel latte freddo ma è fantastica anche da sola a cucchiaiate. Perfetta al mattino a colazione, come spuntino leggero o semplicemente come snack veloce.

Ah già dimenticavo di dirvi che ho aggiunto anche la cannella, che conferisce un sapore delicato all’avena.  Tranquilli, se non vi piace potete ometterla. Ho fatto le mie ricerche però: pare che miele e cannella siano una combinazione dagli innumerevoli effetti benefici, insomma una vera e propria medicina naturale contro moltissimi malanni; tra l’altro contrasta l’invecchiamento cutaneo e aiuta la digestione. Tanto meglio, no!? Non vi resta che provarla!

 

Per un barattolo da circa 400 g di crunchy granola:

250 g fiocchi d’avena

2 cucchiai colmi di miele (millefiori, d’acacia, di castagno…)

1 cucchiaio d’acqua

50 ml olio di semi ( io solitamente utilizzo l’olio di semi di mais, ma altri oli di semi vanno bene ugualmente)

2 cucchiai di sciroppo d’agave o sciroppo d’acero

30 g zucchero di canna

1 pizzico di sale

1 cucchiaino di cannella in polvere

100 g mandorle non pelate

30 g semi di sesamo

50 g nocciole tostate

60 g gocce di cioccolato fondente al 70 % di cacao

 

Procedimento

1) In una ciotola versate i fiocchi d’avena, il sesamo, la cannella in polvere e le mandorle tritate grossolanamente a coltello. Mescolate bene.

2) In un pentolino versate il miele, lo zucchero, il sale, l’acqua, l’olio e lo sciroppo e ponete il tutto su fiamma medio-bassa per pochi minuti, mescolando continuamente. Quando il composto comincerà a sobbollire e comincerà a formarsi una schiuma sui bordi di colore ambrato, spegnete il fornello e versate lo sciroppo nella ciotola con i fiocchi d’avena. Mescolate accuratamente affinché il liquido copra interamente i cereali.

3) Trasferite la granola su di una teglia, rivestita con carta forno e distribuite il composto uniformemente su tutta la superficie, poi trasferite la placca nel forno preriscaldato in modalità ventilata a 160° per circa 40 minuti.

4) La vostra granola dovrà tostare e caramellare allo stesso tempo pertanto dovrete munirvi di pazienza e preoccuparvi di rigirare il composto con un cucchiaio ogni 10 minuti, onde evitare che la granola ai bordi bruci.

5) Trascorso il tempo necessario la granola avrà raggiunto un colore ben brunito, estraetela quindi dal forno e compattatela in un rettangolo, pressandola con un cucchiaio. Lasciatela raffreddare completamente e poi rompetela in grossi pezzi. Così facendo otterrete anche gli agglomerati di cereali che piacciono tanto.

6) A questo punto tagliate a metà le nocciole tostate e aggiungetele insieme alle gocce di cioccolato al vostro mix. La granola si conserva fino a 2 settimane in un contenitore ermetico al riparo dall’umidità ma dubito seriamente che una volta preparata, possa durare così a lungo nelle vostre dispense!

Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifate una delle mie ricette, scattate una foto e  taggatemi su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog . Sarei felice di vedere i vostri scatti!

 

Scroll down for ENGLISH VERSION

 

CRUNCHY HAZELNUTS AND DARK CHOCOLATE GRANOLA

Lately, one of my favourite breakfasts is homemade granola. It’s so good, so easy and quick to make, so light and tasty. It simply makes the perfect break or snack before the arrival of summer. I usually serve this with yoghurt and fresh fruits, such as berries or peaches, but you could have this with a good bowl of milk. You know what!? It’s delicious even just as it is! I have enriched mine with some hazelnuts and some chocolate chips ‘cause I love them but you could use raisins, dried fruits, any kind of nuts. Possibilities are endless!

The funny fact is that it’s even super healthy! Oats contain loads of fibers, vitamins and they help to reduce the bad cholesterol in your arteries. As a matter of fact oats are a real natural drug! Furthermore in this recipe you’ll find both honey and cinnamon which are a great combo: just in case you didn’t know, these two ingredients together can provide you with many benefits for your health.

Kick off your day with this hearty, crunchy, gluten free and vegan treat. You’ll not be disappointed!

For about 400 g of homemade granola

250 g porridge oats

2 tbsp runny honey

1 tbsp water

2 tbsp maple or agave syrup

50 ml vegetable oil ( whichever you prefer, but try to avoid olive oil because of its strong flavour)

30 g cane sugar or light brown sugar

1 pinch of salt

1 tsp cinnamon

50 g flaked almonds

50 g toasted hazelnuts

60 g dark chocolate chips

Method

1) In a large mixing bowl, pour your oats and almonds and mix it well.

2) Put a small saucepan on a low heat and  stir in the runny honey, salt, sugar, maple syrup, cinnamon, water and oil. Continue stirring until the sugar dissolves and it starts foaming on the sides. Then turn the heat off and pour the caramel into the cereals and combine everything together until the oats are nicely coated with the liquid.

3) Preheat the oven to 160°C/ 320°F and arrange your granola onto a baking tray, previously lined with some greaseproof paper. Spread it very well into the corners of your tray, then bake it for 40 minutes, stirring it every 10 minutes with a spoon to prevent it burns on the sides. Once it has evenly toasted, pull it out of the oven and press it in a rectangle, until it’s still hot. Let it cool down completely before breaking it into pieces.

4) At the end, add your chocolate chips or some coarsely chopped chocolate and your hazelnuts, cut in halves. Mix it once again, then fill up an airtight container. You can store this granola up to 2 weeks but I don’t think it will actually last that long!

If you liked this recipe, don’t forget to leave a comment below and follow me on my social media, by clicking in the upper right-end corner of my home page. See you there!

Continue Reading

Baci di cioccolato e nocciole

Cari lettori,

se non avete ancora pensato a cosa regalare a San Valentino oppure ci avete pensato e proprio non vi viene in mente nulla, la risposta in entrambi i casi ve la do io!

Giusto la settimana scorsa ho visto in tv una serie a due puntate sulla vita di Luisa Spagnoli, imprenditrice di inizio Novecento e inventrice del noto cioccolatino a base di nocciole e da lì la voglia di provare a farli a casa mi è scattata immediatamente. I baci sono molto più semplici da fare di quanto si possa pensare, basta solo seguire qualche piccola accortezza come quella del temperaggio del cioccolato, che vi spiegherò brevemente qui sotto.

Potete incartarli singolarmente oppure confezionarli in una bella scatola e potete persino aggiungerci dei bigliettini con gli aforismi più celebri, per dare quel tocco in più che li renderà unici e personalizzati. Vedrete che i vostri innamorati li adoreranno!

 

Per 15 baci di cioccolata:
  • 60 g cioccolato al latte;
  • 10 g burro;
  • 60 g granella di nocciole;
  • 60 g crema gianduia ( io ho scelto una crema spalmabile alle nocciole priva di olio di palma);
  • 15 nocciole intere;
  • 200 g cioccolato fondente.

 

Primo step: in un pentolino a bagnomaria, sciogliete il cioccolato al latte sminuzzato, con il burro. Una volta sciolto, rimuovete il pentolino dal bagnomaria e aggiungete la crema spalmabile al gianduia e mescolate accuratamente. Aggiungete anche le nocciole tostate e tritate e amalgamate il tutto. Trasferite il composto in frigo per un’ora o nel freezer per venti minuti se volete accorciare i tempi.

IMG_5405     IMG_5410

Secondo step: quando il composto sarà ben freddo, prelevate poco impasto per volta e formate 15 palline, sopra ciascuna delle quali, andrete a posizionare una nocciola intera: ecco che i baci cominciano a prendere forma! Trasferite nuovamente in frigo per mezz’ora in modo tale che il ripieno si solidifichi ulteriormente.

IMG_5448     IMG_5450

Terzo step: per la copertura, tritate finemente il cioccolato fondente, mettetelo in un pentolino e fatelo fondere a bagnomaria, prestando attenzione che l’acqua non tocchi il fondo del pentolino con il cioccolato (per una migliore rifinitura, seguite la tecnica del temperaggio, illustrata qui sotto). Immergete i baci ben freddi e copriteli interamente di cioccolato; con l’aiuto di due forchette estraete il cioccolatino e lasciate cadere il cioccolato in eccesso prima di posizionarlo su di una gratella.

Noterete, man mano che procedete, che il cioccolato si solidificherà per shock termico, ovvero per contatto diretto con una superficie fredda, come quella del bacio stesso.

Conservate i baci in frigo, fino al momento di confezionarli.

TECNICA DI TEMPERAGGIO DEL CIOCCOLATO FACILITATO:

  1. Per un temperaggio più semplice di quello classico, fate fondere 150 g di cioccolato fondente, tagliato finemente, fino ad una temperatura di 48-49°C.
  2.  Rimuovete il pentolino dal bagnomaria e aggiungete i restanti 50 g di cioccolato a pezzi piuttosto grossi ( lo scopo è quello di raffreddare il cioccolato lentamente e portarlo ad una temperature di 28-29°C).
  3. Infine rimettete il pentolino sul bagnomaria e scaldate nuovamente fino ad innalzare la temperatura del cioccolato a 30-32°C, che è la temperatura ottimale per lavorare il cioccolato.

Lo scopo di questa tecnica è fare in modo che il cioccolato conservi la propria struttura chimica ( i cristalli del burro di cacao dovrebbero mantenere una dimensione tra loro uniforme) e le proprie caratteristiche organolettiche. Un cioccolato ben temperato è più stabile, più lucido e si lavora meglio, inoltre è l’unico modo per ottenere cioccolatini dall’aspetto professionale, che fanno “crick crock”, quando li si addenta.

 

IMG_5627     IMG_5592

IMG_5631

Se questa ricetta vi è piaciuta e volete vederne delle altre, iscrivetevi al mio sito e seguitemi sul mio account instagram (gloriaturetta19) e sulla mia pagina Facebook!:) Ciao!

 

Continue Reading