Crumble di pesche alla lavanda

Mai provato a cucinare con la lavanda? Anch’io ero scettica all’inizio, lo ammetto. Potrebbe sembrare un esperimento rischioso. In realtà, se utilizzata nella giusta dose, questa pianta può essere una valida risorsa e trovare largo impiego in cucina.
Ad esempio sta benissimo nei dolci, se ne possono ricavare sciroppi e infusi ed è ottima per dare un tocco in più ai piatti salati. A casa ne avevo un pacchetto, acquistato al Lavandeto di Arquà Petrarca che ho deciso di sfruttare per aromatizzare un crumble. Tra l’altro le pesche si sposano proprio bene con la lavanda.
Prima di tutto, sapete cos’è un crumble?
E’ un dolce della tradizione anglosassone e irlandese, il cui nome deriva dal sostantivo “crumb”, briciola appunto. Questo dolce infatti prevede uno stato di frutta caramellata ricoperto da grosse briciole di impasto burroso e friabile che una volta cotto dà vita ad un dessert amatissimo nell’Europa del Nord. Nasce nel dopoguerra, in epoca di razionamento alimentare, ovvero quando nelle case gli ingredienti a disposizione erano decisamente pochi e c’era bisogno di farsi bastare quel poco che si aveva. Facendo di necessità virtù, gli inglesi contribuirono ad arricchire il proprio patrimonio dolciario con un dessert tutt’oggi molto famoso.
La variante che vi propongo oggi, con il suo gusto delicato, strizza un occhio all’estate e si prepara all’ultimo momento. Servitelo tiepido con il gelato. Vedrete: sarà difficile resistere!


5 from 1 reviews
Crumble di pesche alla lavanda
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Pesche morbide e succose all'interno e una crosticina croccante al profumo di lavanda in superficie. Un crumble insolito dal gusto delicato e adatto all'estate, che si prepara in soli 15 minuti. Servito tiepido con una pallina di gelato diventa assolutamente irresistibile!
Author:
Tipo di ricetta: Dessert, Crumble, English Baking
Dosaggio: Per 6 porzioni
Ingredienti
  • 450 g pesche nettarine
  • 2 cucchiaini di amido di mais
  • 2 cucchiai di sciroppo d'acero
  • 1 cucchiaio di sciroppo di lavanda
  • il succo di ½ limone
  • 130 g farina"00"
  • 50 g farina di riso
  • 80 g zucchero
  • 1 cucchiaino di fiori di lavanda essiccati
  • 80 g burro freddo
  • 1 pizzico di sale
Procedimento
  1. Tagliate a spicchi le pesche ed unitevi lo sciroppo d'acero, lo sciroppo di lavanda, l'amido di mais e il succo spremuto del limone.
  2. Mescolate e lasciate macerare le pesche per 15 minuti.
  3. Nel frattempo, in una ciotola, unite le farine, lo zucchero, il pizzico di sale ed il burro freddo tagliato a cubetti. Amalgamate con le punte delle dita fino a formare delle grosse briciole.
  4. Aggiungetevi anche i fiori di lavanda essiccati.
  5. Disponete le pesche in una teglia da forno e cospargetene la superficie con il crumble alla lavanda.
  6. Cuocete in forno preriscaldato in modalità statica, a 180°C per 40 minuti.
  7. Servite il crumble tiepido con una pallina di gelato.

Ecco la videoricetta con tutti i passaggi step by step! Per non perdere i prossimi video e le prossime ricette, iscrivetevi al canale Youtube qui!

 


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i social media, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto ed usa l’hashtag #cinnamonloverblog . Farai parte della mia gallery su Instagram! 

 

Continue Reading

Chocolate Layer Cake

Il Regno Unito è la patria delle famose e vertiginose torte a strati! Basta fare una passeggiata tra le vie del centro di Londra per rendersene conto: le vetrine delle bakery londinesi sono letteralmente invase da dolcetti di ogni tipo, fra i quali spiccano alzatine colorate che sorreggono queste torte eleganti, sontuose e decisamente scenografiche. Strati di torta che si alternano a strati di crema sino a sfidare la gravità e le leggi della fisica!

Ho fatto alcune ricerche, ho messo assieme le ricette giuste e finalmente ho provato a realizzarne una anch’io. Ovviamente non potevo che provarla nella versione al cioccolato, dal momento che sono un’inguaribile golosa. E così è nata la Chocolate Layer Cake: una torta che si presta ad essere realizzata per le grandi occasioni, i compleanni e per tutto ciò che merita di essere festeggiato. Come direbbero gli inglesi infatti questa torta è un vero e proprio “labour of love”, decisamente impegnativa ma per nulla impossibile.

Da quando ho aperto il blog, ho cercato di proporre ricette veloci perché so perfettamente che spesso e volentieri il tempo manca. La mia passione però è sempre stata la pasticceria, quindi ogni tanto un ritorno alle origini non può che farmi piacere. E poi, volete mettere soffiare le candeline su una torta così, che soddisfazione eh!?

Come base ho scelto la chiffon cake al cacao, una torta americana estremamente alta e soffice, che di solito viene cotta nello stampo del classico ciambellone e che questa volta ho cotto in delle normali tortiere con cerchio apribile. Poi ho farcito ed ho stuccato esteriormente la torta con una crema al mascarpone deliziosa. Infine ho fatto colare la ganache al cioccolato in cima per ottenere l’effetto della gocciolatura, tipico delle drip cake. Non mentirò: l’effetto finale è piuttosto spettacolare!

Una bomba calorica… questo è certo! Comunque è piaciuta a tutti fortunatamente! Non c’è nulla da fare, il cioccolato vince sempre e resta decisamente una garanzia.

Ho voluto riportare qui la ricetta il prima possibile perché una torta così merita di essere fatta e rifatta. E voi per chi la preparereste? E per quale occasione? Dai, raccontatemelo che sono curiosa!

 

5 from 1 reviews
Chocolate Layer Cake
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Una layer cake in vero stile British, degna delle vetrine delle migliori bakery del Regno Unito. Elegante, alta e sicuramente molto scenografica, perfetta per celebrare i compleanni e le grandi occasioni!
Author:
Tipo di ricetta: English Baking, Drip cake, Layer Cake, Dessert
Dosaggio: Per circa 16-20 persone
Ingredienti
  • PER LA BASE DI CHIFFON CAKE AL CACAO:
  • 6 uova
  • 300 g zucchero semolato
  • 240 g farina "00"
  • 60 g cacao amaro in polvere
  • 130 ml olio di semi
  • 180 ml acqua tiepida
  • 2 cucchiai grandi di rum chiaro
  • 1 bustina di lievito per dolci vanigliato (16 g)
  • 1 pizzico di sale
  • ½ fialetta di aroma al rum oppure 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • PER LA CREMA AL MASCARPONE:
  • 875 g mascarpone fresco
  • 450 g panna fresca da montare
  • 150 g latte condensato
  • PER LA GANACHE AL FONDENTE:
  • 150 g cioccolato fondente al 70% di cacao minimo
  • 200 ml panna fresca da montare
  • PER LA DECORAZIONE:
  • cioccolatini e wafer misti a scelta q.b.
Procedimento
  1. Preriscaldate il forno a 160°C in modalità statica.
  2. Preparate la base della torta: rompete le uova e dividete gli albumi dai tuorli.
  3. In una ciotola capiente inserite la farina setacciata, lo zucchero, il cacao amaro in polvere, il lievito per dolci ed un pizzico di sale. Mescolate gli ingredienti secchi con un cucchiaio poi unitevi i tuorli d'uovo, l'olio di semi, l'acqua ed il rum. Amalgamate il tutto con una frusta sino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
  4. Separatamente, montate gli albumi a neve ferma ed uniteli all'impasto al cacao con movimenti dal basso verso l'alto, avendo cura di non smontare il composto.
  5. Dividete l'impasto della chiffon cake fra 2 tortiere del diametro di 20 cm, entrambe foderate con carta forno solo alla base.
  6. Infornate le torte per circa 60-70 minuti e verificatene la cottura con uno stecchino. Lasciatele poi raffreddare completamente.
  7. Preparate la crema al mascarpone: ponete ciotola e fruste in frigorifero per mezz'ora prima di iniziare.
  8. Versate, mascarpone, panna e latte condensato nella ciotola ed azionate lo sbattitore elettrico per alcuni minuti fino a quando osserverete la crema addensarsi. Mettete la crema pronta in frigo sino al momento dell'utilizzo.
  9. Per la ganache, versate la panna fresca in un pentolino e scaldatela su fiamma bassa fino a portarla quasi ad ebollizione, poi spegnete il fuoco.
  10. Tritate grossolanamente a coltello il cioccolato fondente, poi unitelo alla panna calda e mescolate vigorosamente per farlo sciogliere ed ottenere una glassa liscia e priva di grumi.
  11. Lasciate raffreddare la ganache a temperatura ambiente.
  12. Assemblate la torta: rimuovete le torte dagli stampi e tagliate ciascuna orizzontalmente a metà per ottenere così 4 strati.
  13. Alternate ogni strato di torta ad uno di crema al mascarpone, poi stuccate completamente la layer cake con la crema avanzata. Mettete la torta in frigo a raffreddare per circa un'ora prima di proseguire con la decorazione.
  14. Versate la ganache in cima alla torta e lasciate che coli lungo i fianchi. Guarnitela infine a piacere con cioccolatini, pezzi di wafer e biscottini.

 

Conservate la Chocolate Layer Cake in frigorifero e consumatela entro 2-3 giorni. Consiglio di ultimare la torta con la ganache e la decorazione poco prima di servirla.

Un’idea originale potrebbe essere quella di acquistare separatamente dei cake topper per le vostre torte, in maniera tale da poterle personalizzare a seconda delle vostre esigenze. 


Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i social media, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifai una delle mie ricette, scatta una foto ed usa l’hashtag #cinnamonloverblog . Farai parte della mia gallery su Instagram! 

Continue Reading