Spaghetti alla chitarra al pesto di zucchine

I piatti che mi riescono meglio sono quelli in cui le verdure di stagione diventano le protagoniste indiscusse. Il pesto poi l’adoro, sin da quando ero piccola. Lo puoi preparare in anticipo, lo puoi congelare ed utilizzarlo quando ti serve, ci puoi condire la pasta, l’insalata, lo puoi spalmare su crostini, pizze, focacce o bruschette oppure puoi mangiarlo anche da solo, a cucchiaiate ( e confesso che lo faccio spesso…). Il pesto diventa una salsa originale per dei finger food ad un buffet, è un ottimo compagno di stuzzichini agli apericena ma può essere anche l’arma vincente di un piatto unico. L’ho provato in tanti modi, da quello classico di basilico fresco, a quello di pomodori secchi e mandorle, di peperoni rossi e gialli ed infine l’ultima “new entry”, il pesto di zucchine. Un rivelazione! Un asso nella manica, quando hai tante zucchine da smaltire e poco tempo a disposizione! Le zucchine poi sono un ortaggio versatile, diuretico ed ipocalorico che si presta a tantissime possibilità e varianti. A casa mia è piaciuto parecchio e quando una cosa ci piace, va a finire che la preparo anche 2 o 3 volte alla settimana e che la ripropongo in millemila declinazioni. Dato che è tempo di conserve, ne ho già fatto scorta; il prossimo inverno sarà il mio alleato contro il grigiume e la nebbia della Pianura Padana e mi farà tornare alla mente i profumi e i colori mediterranei dell’estate!

Zucchine, parmigiano grattugiato, mandorle o pinoli e un poco di olio extra vergine buono, pochi ingredienti per un risultato gustoso, delicato e salutare. Un sughetto veloce da abbinare a dei fantastici spaghetti alla chitarra. Un primo piatto green fatto apposta per i pranzi estivi. Provatelo ed innamoratevene anche voi! Fatemi sapere il vostro parere e se avete idee per altri pesti sfiziosi, io sono tutta orecchi! Spread the word … & pesto as well!

 

 Ingredienti per 4 persone:

320 g spaghetti alla chitarra 

450 g zucchine

45 g mandorle o pinoli

10 g basilico fresco (una quindicina di foglie circa)

sale e pepe q.b.

3 cucchiai di olio extravergine di oliva

15 g pecorino grattugiato

15 g parmigiano grattugiato

1 e 1/2 spicchio d’aglio

1) Pulite e tagliate le zucchine a cubetti, poi rosolatele in padella insieme a uno spicchio d’aglio e ad un filo d’olio evo per qualche minuto ( non dovranno cuocere completamente ma prendere semplicemente il profumo dell’aglio).

2) Nel boccale di un mixer inserite le mandorle insieme a mezzo spicchio d’aglio e azionate la macchina fino a ridurre le mandorle ad una polvere sottile.

3) Inserite in seguito le zucchine, il parmigiano, il pecorino, l’olio evo e le foglie di basilico. Aggiustate di sale e pepe e frullate il tutto per qualche istante fino ad ottenere la consistenza di un pesto.

4) Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata per il tempo indicato sulla confezione. Scolateli al dente.

5) Versate il pesto nella padella, aggiungetevi gli spaghetti e un mestolo di acqua di cottura della pasta e fate saltare per qualche secondo, amalgamando il tutto.

6) Servite subito e guarnite con una macinata di pepe ed un ciuffetto di basilico fresco in cima.

 


 

Ti è piaciuto questo post? Iscriviti alla newsletter e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!

Se rifate una delle mie ricette, scattate una foto e  taggatemi su Instagram con l’hashtag #cinnamonloverblog . Sarei felice di vedere i vostri scatti!

Continue Reading

Cheesecake gelato ai lamponi su stecco

Ultimi giorni d’estate, quelli di fine Agosto. Le vacanze sembrano volgere al termine così come gli ultimi raggi di sole della giornata vengono inghiottiti sempre prima dal tramonto. 

Vorrei poter fermare il tempo, anzi no! Vorrei poterlo riavvolgere come il nastro delle vecchie videocassette e premere play un’ultima volta prima di tornare alla vita di tutti i giorni. Ma le stagioni devono fare il loro corso e va bene così, in fondo questa ciclicità è uno degli aspetti più affascinanti della natura. Intanto però, questi ultimi giorni di sole me li godo, all’insegna del relax, piscina e dato che le temperature sono ancora decisamente alte, mi concedo ancora qualche goloso gelato.

Quello che vi propongo oggi è un mix fra un ghiacciolo e un cheesecake. In pratica, ho ripreso gli stessi ingredienti di un classico cheesecake alla frutta e li ho messi in stampi da mettere in freezer. Il risultato? Estremamente sorprendente dal mio punto di vista! Amando il cheesecake, non potevo che amare anche la versione gelato! Pregio in più di questa ricetta, velocissima da eseguire, è che ne ho fatto in gran quantità, li ho incartati singolarmente e li ho messi nel cassetto del freezer. Ogni volta che ne avrò voglia avrò già il mio dessert pronto ad aspettarmi, senza dovermi mettere ad imbrattare la cucina! 

DPP_0253

DPP_0250

Per 6 ghiaccioli

125 g lamponi freschi

120 g Philadelphia

125 g yogurt alla vaniglia

2 cucchiai di sciroppo d’agave

60 g biscotti integrali

25 g burro

1 cucchiaino di miele

1) Sciacquare e asciugare delicatamente i lamponi, poi frullarli in un food processor fino ad ottenere una purea omogenea. Passare il composto attraverso un setaccio per rimuovere i semini e poi mettere la purea da parte.

2) In una ciotola, inserire il formaggio spalmabile insieme allo yogurt e allo sciroppo d’agave e combinare gli ingredienti con una frusta per pochi secondi. Mettere da parte.

3) Per il fondo biscottato, tritare finemente i biscotti in un mixer. Versare un cucchiaio scarso di biscotti nel composto di formaggio. A parte in un pentolino, sciogliere il burro a fiamma bassa ed unirlo ai biscotti sbriciolati rimanenti insieme al miele. Mescolare il composto di biscotti.

4) Comporre i cheesecake gelato in questo modo: negli stampi per ghiaccioli versare prima poca purea ai lamponi, poi uno strato generoso di composto al formaggio e poi sbattere leggermente gli stampi sul piano di lavoro per rimuovere eventuali bolle d’aria. Infine distribuire uno strato di biscotti, pressandoli delicatamente con il dorso di un cucchiaio.

5) Inserire uno stecco in legno in ciascun cheesecake e mettere gli stampi in freezer per minimo 4 ore o meglio ancora per tutta la notte prima di servire.

Una volta congelati, vi consiglio di passare gli stampi sotto un getto di acqua calda, per pochi istanti, in modo da facilitare l’estrazione dei ghiaccioli. Avvolti singolarmente nella carta stagnola, si conservano in freezer per 8 settimane.

 

DPP_0311

DPP_0220

DPP_0249

DPP_0221

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!


SCROLL DOWN FOR ENGLISH VERSION

RASPBERRIES CHEESECAKE POPSICLES

DPP_0312

Summer is eventually coming to an end. I’m currently enjoying the last rays of sunshine and the remaining holiday break, spending these last few days chilling by the pool and eating ice cream. According to me, one of the biggest pleasure of summer is ice cream indeed. Very soon though, ice cream will be replaced by comforting mugs of hot chocolates and steaming cups of tea and there will no longer be trace of summer in sight. Sometimes I wish I could freeze time but then I realize that the cycle of seasons is part of the beauty of nature itself and it cannot be stopped.

As long as I can, though, I still sit in the backyard and I quietly listen to the birdies’ tweets, I play with my cat on the grass and I indulge on some very summery treats as the one I’m sharing with you today.

Cheesecake is definitely one of my favourite desserts on earth! I basically love it and most of the times I go for no baked ones just because they are easier and quicker to make. I’ve tried so many flavours so far but this time I’ve kept it simple. Yes, a simple but scrumptious raspberries cheesecake served frozen in a popsicle shape. The great thing is that they will last up to 8 weeks in the freezer, wrapped up safely in parchment paper. 

Serves: 6

125 g raspberries (fresh or frozen)

120 g cream cheese

125 g plain vanilla yogurt

2 tbsp agave or maple syrup

60 g of wholewheat biscuits ( Digestive biscuits will work just as fine)

25 g unsalted butter

1 tsp honey

1) First of all, rinse the raspberries and pop them into a food processor. Blend them until you get a nice puree, then pass the mixture through a sieve in order to get rid of any seed. Set aside.

2) In a small bowl add the cream cheese as well as the yogurt and the agave syrup. Whisk them together until nice and smooth. Set it aside too.

3) Crush the biscuits with a rolling pin or in a food processor and add a tablespoon of crumbs into the cream cheese mixture. Melt the butter over a low heat and mix it with the remaining crushed biscuit and the honey until it resembles wet sand.

4) Now pour a thin layer of raspberries purèe into the popsicles molds, then add a generous layer of cream cheese mixture and bang the molds on the table to make sure there is no air pockets. Finish it off with a third layer of crushe biscuits. Put a wooden stick into each popsicle and place the molds in the freezer for at least 4 hours or preferably overnight.

!!! Run he molds under warm water to loosen up the posicles.

If you liked this recipe, don’t forget to leave a comment below and follow me on social media, by clicking in the upper right-end corner of my home page. See you there!

 

Continue Reading

Zuppa tiepida di pomodori al forno e burrata

Quando a Maggio io e madre abbiamo piantata una lunga fila di piante di pomodori il nostro progetto era uno solo: riuscire a produrre tutta la passata per l’inverno interamente con gli ortaggi che ci eravamo coltivate. Tutto bio, tutto a km 0, tutto interamente cresciuto e raccolto con amore. Ora siamo ad Agosto, i frutti del nostro lavoro ci stanno regalando tanta soddisfazione ed è finalmente ora di conservare il profumo ed il calore dell’estate in comodi barattolini di vetro. Mia madre ha sempre fatto la conserva di pomodoro, sin da quando ero bambina. A volte faceva anche le marmellate di pesche e di albicocche, altre ancora preservava lo splendido sapore delle melanzane, mettendole sott’olio. Mi è sempre piaciuto osservarla e vederla accaparrarsi scorte alimentari per l’inverno che dovevano durare per i freddi mesi seguenti.

In estate i colori e i profumi degli ortaggi sono talmente incredibili, che infatti sarebbe un vero peccato poterne godere per soli tre mesi.

Dal momento che però di pomodori in orto ce ne sono proprio tanti, non posso negarmi di sfruttare tutto il loro sapore inconfondibile proprio ora che sono belli freschi e di stagione. Vada per una zuppa. Si ma tiepida però, dato che il caldo non da tregua! Un procedimento diverso dal solito che permetterà ai pomodori di sprigionare tutto il loro inconfondibile sapore. Ad accompagnare, un po’ di burrata, un filo d’olio extravergine e tante foglioline di basilico profumato. Una specie di “twist” della classica “Caprese” in versione primo piatto, come piace definirla a me. Mamma mia, ho già l’acquolina in bocca!

DPP_0088

DPP_0188

DPP_0160

DPP_0165

Per 2 persone:

1 kg pomodori ramati  maturi (circa 6-7)

1/2 spicchio d’aglio

un mazzetto di basilico fresco

qualche rametto di timo

origano secco

olio evo e sale q.b.

125 g burrata

1) Mettete a bollire una pentola d’acqua e nel frattempo sciacquate i pomodori. Sbollentate i pomodori per 2-3 minuti, poi estraeteli dalla pentola e spellateli con l’aiuto di un coltello.

2) Tagliateli in quarti e poneteli su una teglia da forno. Condite con abbondante olio, sale ed origano ed infornate a 220°C per 25-30 minuti.

3) Quando i pomodori saranno leggermente abbrustoliti, sfornateli e metteteli in un mixer munito di lame in acciaio insieme con il basilico, il timo, l’aglio e qualche cucchiaio d’olio. Aggiustate di sale e frullate il tutto.

4) Servite la zuppa tiepida e completate con poca burrata sfilacciata, un filo d’olio e un bel ciuffo di basilico.

 

DPP_0194

DPP_0162

DPP_0163

 

Se questa ricetta ti è piaciuta e vorresti vederne delle altre allora iscriviti al mio website e seguimi tramite i canali social, cliccando direttamente in alto a destra nella home page per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità! Ti aspetto!


SCROLL DOWN FOR ENGLISH VERSION

Warm tomato soup with burrata and basil

DPP_0273

Great Italian flavours combined to make a simple but delicious soup!

Tomatoes are definitely my own favourite vegetable and they’re also a staple in the Italian cuisine. In late August my mum and I usually preserve the amazing flavour of fresh tomatoes in order to have a huge stock for the upcoming winter. Since I was a child, my mum taught me how to cook tomatoes and turn them into a yummy sauce ready to be bottled, sterilized and kept in the cupboard for the next few months. It’s a tough job, so when we make it, we always make a great batch, of course! The special thing is that this year we can finally make it with the organic homegrown tomatoes of our own vegetable garden and I must say, we are pretty proud about that!

The harvest has been generous so far so I’m constantly looking for new ideas to use veggies and tomatoes are not just good for sauce. You can make tasty salads, pasta dishes or soups, as in this case. The warm soup served with some cold burrata gives you this lovely contrast and the fresh basil takes it to a whole new level! This is a meal to die for!

For 2 people

1 kg ripe tomatoes ( roughly 6-7)

1/2 clove of garlic

a few leaves of fresh basil

a sprig of thyme

oregano ( fresh of dry)

extra virgin olive oil, pepper and salt

125 g burrata

1) Fill a large pan with some water and put it over a medium heat. Rinse your tomatoes and blanch them in the boiling water for about 3-4 minutes. While they’re still hot, carefully peel them and cut them in quarters.

2) Place the tomatoes on a baking tray and season them with plenty olive oil, salt and oregano. Pop them in a preheated oven at 220°C for 25-30 minutes or until nicely roasted.

3) Once ready, put them in food processor, add some basil leaves, some thyme leaves and the garlic and blend everything together. Season with some oil, pepper and salt.

4) Serve the soup warm and garnish with some burrata, broken into pieces on top, an extra drizzle of oil and some basil.

If you liked this recipe, don’t forget to leave a comment below and follow me on social media, by clicking in the upper right-end corner of my home page. See you there!

 

 

Continue Reading