Fagottini di grano saraceno ripieni di patate alle erbe e pecorino

Ebbene ci siamo: eccoci al capitolo 2 del viaggio virtuale gastronomico per l’Italia alla scoperta della pasta di cui vi avevo parlato in un paio di post fa. Oggi vi porto in Trentino Alto Adige, i cui paesaggi mozzafiato mi hanno ispirato questo piatto, connotato da ingredienti che mi riportano alla mente i decisi sapori di montagna. 

Con questa ricetta partecipo a “Foodbloggest”, il contest indetto da Esperienze Gustose dal titolo: “New Comfort Food: La tradizione svela nuove prospettive”. E’ stato richiesto ai food blogger di riscoprire un piatto della tradizione andando incontro al presente. Io ho dunque scelto la pasta che è stata la protagonista della mia infanzia e dei pranzi domenicali in famiglia però ho cercato di riproporla utilizzando un accostamento di ingredienti diverso dal solito.

La pasta ripiena sta per me all’apice del cosiddetto “comfort food” perché ha il sapore di casa, ha il sapore delle cose di una volta che ogni tanto dovremmo riscoprire. A casa mia, devo ammetterlo, non c’è mai stato un piatto tradizionale della Domenica, quello che si preparava in anticipo perché la preparazione richiedeva tempo però la pasta non poteva mai mancare, anche se ogni volta veniva presentata in mille declinazioni diverse. Oggi, la declinazione diversa però ve la propongo io! Ecco allora i miei fagottini di patate alle erbe!

Per 4 porzioni
PER LA SFOGLIA AL GRANO SARACENO:

2 uova

100 g semola rimacinata di grano duro

100 g grano saraceno

PER IL RIPIENO:

3 patate medie

1 uovo

1 mazzetto di erbe fresche miste ( timo, maggiorana, basilico, erba cipollina)

1/2 cucchiai di pecorino grattugiato

olio evo

sale e pepe q.b.

PER LA CREMA DI PISELLI:

150 g piselli freschi

olio evo

sale e pepe q.b.

 

1) Per prima cosa lavate e lessate le patate con la buccia per circa mezz’ora. Trascorso il tempo necessario affinchè siano morbide, pelatele velocemente e schiacciatele con uno schiacciapatate. Unite alle patate il trito di erbe aromatiche, l’uovo, il pecorino, un giro d’olio d’oliva e aggiustate di sale e pepe. Mettete il ripieno da parte.

2) Per la sfoglia disponete le farine al centro di una spianatoia e fate una buca la centro; rompete le uova e cominciate ad impastare, dapprima con una forchetta, poi con le mani fino ad ottenere un panetto liscio. Lasciate riposare la pasta, avvolta nella pellicola per un quarto d’ora circa. Stendete la pasta fino allo spessore di 1 millimetro e poi ricavate dei cerchi con un coppa pasta circolare del diametro di circa 8 cm.

3) Disponete un bel cucchiaino di ripieno al centro di ciascun cerchio e poi chiudete ciascun fagottino a mezzaluna, avendo cura di sigillarne bene i bordi, infine create una leggere increspatura sulla chiusura di ciascun fagottino.

4) Per la crema di piselli, sbaccellate e lessate i piselli in acqua salata fino a quando cominceranno a sfaldarsi. Scolate i piselli, tenetene da parte 2 cucchiai e frullate il resto con un cucchiaio di acqua di cottura e un filo d’olio. Salate e pepate.

5) Cuocete la pasta per pochi minuti in abbondante acqua salata e servitela su una striscia di crema di piselli. Guarnite infine con qualche scaglia di pecorino, pochi piselli di quelli che avevate tenuto da parte e un filo d’olio d’oliva.

IMG_8732 IMG_8793 IMG_8805

Con questa ricetta partecipo al contest Foodbloggest di Esperienze Gustose, la manifestazione dedicata alla cucina, in programma dal 6 all’8 maggio a Villa La Mattarana a Verona”. 

banner per foodblogger (1)

Fatemi sapere se questa ricetta vi è piaciuta con un commento qui sotto e seguitemi sui social, cliccando in alto a destra alla home page del mio sito. Alla prossima ricetta!

Continue Reading

Cheesecake ai mirtilli e cioccolato bianco in bicchiere

Cari lettori,

le cheesecake si possono o amare o odiare…eh sì…aut…aut. Io per fortuna appartengo alla prima categoria quindi oggi vi propongo la mia versione di cheesecake senza cottura al cioccolato bianco e mirtilli. 

Ho trovato di recente l’annuncio per partecipare al concorso “Neff your soul”, così, senza pensarci due volte, mi sono iscritta e ho cercato di costruire una ricetta semplice con i 5 ingredienti a disposizione: ricotta, limone, mirtilli, cioccolato e uova. Ne è uscito questo fantastico dolce al cucchiaio, che mia sorella ha prontamente approvato con entusiasmo. E’ formato da una base di sbrisolona al limone e mandorle, due creme deliziose ai mirtilli e cioccolato bianco e una composta di mirtillo che corona il tutto. 

Questo dessert si prepara in 90 minuti, è senza gelatina e si serve in comode porzioni singole, inoltre unisce la dolcezza del cioccolato all’ asprigno del mirtillo. Delicato ed equilibrato, insomma da provare!

 

Per 4-5 porzioni:
Per la sbrisolona al limone e mandorle:
  • 100 g farina 00;
  • 100 g farina di mais fioretto;
  • 100 g mandorle tostate e finemente tritate;
  • 100 g zucchero;
  • 100 g burro;
  • 1 pizzico di sale;
  • la scorza grattugiata di un limone non trattato;
  • 1 tuorlo.
Per la crema di ricotta al cioccolato bianco:
  • 350 g ricotta vaccina sgocciolata;
  • 160 g formaggio fresco spalmabile;
  • 2 cucchiai yogurt alla vaniglia;
  • 50 ml panna fresca da montare;
  • 100 g cioccolato bianco.
Per la composta di mirtilli:
  • 200 g mirtilli freschi;
  • 3 cucchiai zucchero semolato;
  • il succo di un limone;
  • 1 cucchiaino di amido di mais;
  • 50 ml acqua.
Per decorare:
  • 50 g mirtilli freschi;
  • scaglie di cioccolato bianco;
  • menta fresca q.b.;

 

1) Iniziate con l’ impasto della sbrisolona: in un mixer, munito di lame in plastica, versate la farina 00, la farina di mais, le mandorle tritate e il burro, tagliato a pezzetti. Mixate per pochi secondi, aggiungete il pizzico di sale, lo zucchero, la scorza di limone ed infine il tuorlo. Versare le briciole d’impasto in una tortiera del diametro di 23cm e cuocete in forno preriscaldato a 180°C per circa 30-35 minuti ( dovrà risultare ben dorata e compatta in superficie). Lasciate raffreddare su una gratella.

IMG_6534    IMG_6514

2) Per la composta, lavate i mirtilli freschi e metteteli sul fuoco con lo zucchero, il succo di limone e 1 cucchiaino di amido di mais, sciolto in poca acqua. Abbassate il fuoco e lasciate sobbollire dolcemente il composto per pochi minuti, fino a quando i mirtilli si sfalderanno.

3) Per la crema, setacciate la ricotta ed amalgamatela con una frusta con il formaggio spalmabile e le 2 cucchiaiate di yogurt. Aggiungete anche il cioccolato bianco, fatto fondere precedentemente a bagnomaria e fatto raffreddare. Unite in ultimo la panna montata, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto con una spatola, per non smontare il composto.

4) Prelevate ora 1/3 della crema e aggiungetevi 2 cucchiaiate di composta e mescolate fino a che avrete raggiunto un bel colore viola uniforme.

5) Componete il vostro dolce in un bicchiere o in vasetto con un fondo abbondante di sbrisolona, fatta a pezzi grossolanamente, uno strato sottile di crema al mirtillo, uno strato più generoso di crema al cioccolato bianco ed infine la composta di mirtilli neri.

6) Decorate con i mirtilli freschi, qualche foglia di menta e delle scaglie di cioccolato bianco e lasciate in frigo per un’ora prima di servire.

IMG_6646   IMG_6543   IMG_6623

 

Con questo dessert partecipo al concorso “Neff your soul” !!!:) Fingers crossed!

Se questa ricetta ti è piaciuta non dimenticarti di seguirmi sulla mia pagina Facebook e sul mio account Instagram (@gloriaturetta19) per rimanere sempre aggiornato sulle novità del mio blog! Ciao!

Continue Reading