Cinnamon rolls

Cari lettori,

leggendo il nome del mio blog, potete ben capire la mia irrefrenabile passione per la cannella! Anche se il periodo natalizio è oramai concluso, l’inebriante profumo della cannella continua ad accompagnare i miei pomeriggi e le mie merende. Ecco che allora, qualche giorno fa, ho deciso di sperimentare una ricetta che volevo provare da tempo: quella dei cinnamon rolls.

Sono dei dolcetti di origini svedesi ma che sono diventati molto comuni anche in America e nei paesi anglosassoni, formati da una morbida pasta brioche arrotolata e farcita con un ripieno di burro, zucchero di canna e cannella. Ovvio che la cannella deve piacere per poter assaporare questo dolce ma se questa spezia non vi fa impazzire, nulla vieta di sostituire il ripieno con dello zucchero bianco e della scorza di limone grattugiata.

Ottimi per la colazione, consiglio di cuocerli la sera prima e conservarli sotto una campana di vetro per averli freschi la mattina successiva. Gli amanti della cannella fra voi non potranno resistervi!

Per circa 12 cinnamon rolls:
Per l’impasto:
  • 250 g farina manitoba;
  • 200 g farina 0;
  • 75 g burro;
  • 220 ml latte;
  • 2 cucchiaini di scorza d’arancia biologica;
  • 1/2 cucchiaio di miele;
  • 75 g zucchero semolato;
  • 5 g lievito di birra secco;
  • 1 uovo.
Per la farcia:
  • 75 g burro morbido;
  • 80 g zucchero di canna integrale (tipo muscovado);
  • 1 cucchiaio di cannella in polvere.
Per la glassa (facoltativo):
  • 100 g zucchero a velo;
  • acqua bollente q.b.

 

Per cominciare, setacciate le farine all’ interno del cestello di una planetaria ( oppure fate l’impasto a mano in una ciotola capiente), aggiungete di seguito il lievito, lo zucchero ed il miele. A parte in un pentolino versate latte e aggiungervi il burro e portate il tutto sul fuoco medio-basso, fino a quando il burro sarà sciolto; rimuovete dal fornello e aggiungete al composto la scorza d’arancia grattugiata ( il burro è un ottimo veicolatore di aromi!). Ora lasciate il latte ad intiepidire.

Quando il latte sarà tiepido, versatelo sulle farine e azionate la macchina, munita di gancio ad uncino ed infine aggiungete anche l’uovo intero. Ora lasciate impastare( almeno 10 minuti) fino a quando l’impasto sarà ben omogeneo, liscio e si sarà, come si dice in gergo, incordato al gancio. Formate una palla e rimettetela in una ciotola, sigillata con pellicola. Lasciate lievitare per almeno 2 ore nel forno spento ma con la luce accesa.

Intanto che l’impasto lievita, dedicatevi alla farcia: ammorbidite il burro con una spatola, aggiungetevi lo zucchero di canna e la cannella e mescolate bene il tutto. Una volta che l’impasto avrà raddoppiato il proprio volume, stendetelo, con l’aiuto di un matterello, su di una spianatoia leggermente infarinata e formate un rettangolo delle dimensioni di circa  35x 25 cm e con uno spessore di mezzo centimetro. Stendete la farcia su tutta la superficie con una spatola e poi, partendo dal lato più lungo, arrotolate l’impasto. Ora, con un coltello ben affilato, tagliate 12 girelle di 3 cm circa di spessore e disponetele ben distanziate su una teglia rivestita di carta forno.

Coprite la teglia con un canovaccio pulito e lasciate lievitare per un’altra ora. Preriscaldate il forno ventilato a 160°C (180°C per quello statico) ed infornate per circa 20 minuti fino a quando i cinnamon rolls assumeranno un ben colore ambrato. Una volta cotti, trasferiteli su una gratella a raffreddare.

Preparate la glassa mescolando lo zucchero a velo con acqua bollente quanto basta per ottenere una glassa fluida. Mettete la glassa all’interno di un conetto di carta forno e glassate le brioche con uno zig zag.

I vostri cinnamon rolls sono pronti da gustare per cominciare una giornata all’ insegna del buon umore!

IMG_3552        IMG_3595

IMG_3586       IMG_3577

Continue Reading

Tear ‘n’ share savoury bread

Happy New Year to all of you!!!:)

Today’s recipe is something absolutely gorgeous; a super soft and fluffy milk bread, perfect for any occasion. You just have to arrange small buns one next to each other in a large cake tin; once baked through your guests will only have to tear their own piece up and enjoy it. I served this to my family on New Year’s Eve and they have been delighted.

I love this recipe because it’ s really versatile: since it’s a stuffed bread, you can fill it with whichever ingredient you like the best: I’ve chosen a good Italian mozzarella cheese, ham, mushrooms and origan but you could choose other types of cheese, basil pesto or even grilled vegetables.

This bread is a real treat for your eyes and for your mouth too! The smell is so good that it seems it has just come out of a bakery’s oven! Try it and tell me if I’m wrong!:)

For about 10 people
For the dough:
  • 550 g strong white bread flour;
  • 230 ml milk;
  • 20 g caster sugar;
  • 2 tsp salt;
  • 1 medium free-range egg;
  • 50 ml olive oil;
  • 5 g dry yeast ( the one which comes in satchets but if you can’t find it, feel free to use 16 g of fresh yeast).
For the filling:
  • 100 g ham;
  • 2 mozzarella cheese;
  • 50 g canned  mushrooms;
  • origan.
For the brushing:
  • 1 egg yolk;
  • a splash of milk.
Method:

In a large mixing bolw put the sifted flour, the sugar,  the salt on one side of the bowl and the yeast on the opposite side, otherwise the salt will deactivate the yeast. Now pour in the milk (which must be warm, about body temperature), the egg and the oil and stir all the ingredients with a spoon or a fork to combine. Once your dough starts coming together, transfer it on a clean work surface, which you will have previously lightly greased with a splash of oil to prevent sticking, and start kneading it until you get a smooth and elastic dough.

Place it in the bowl again and cover it in cling film. Now let it rise for at least 2 hours ( it seems a long time but the yeast needs to do his job!) in a warm place. Meanwhile prepare your filling: dice both the ham and the mozzarella cheese, put them in a small bowl and add mushrooms and a sprinkle of origan in order to season the whole thing. Stir the filling gently.

Once your dough has doubled in size, divide it into 20- 25 pieces. Roll each one out with a rolling pin, giving it a circular shape, and  place in the middle a spoonful of your filling. Then, make a small ball, pinching the dough at the bottom of the ball. Arrange the buns in a lined cake tin with a diameter of about 28-30 cm. Cover the tin with a damp tea towel and prove it for 1 hour. Beat the egg yolk with the milk and brush the bread with this mixture in order to have a polished and golden-blown colour at the end.

Preheat your oven in a convection mode at 160°C/320°F and bake your tear ‘n’ share bread for 25-30 minutes.

Here you have it! A delicious appetizer for any dinner or party!:)

IMG_2890       IMG_2897

IMG_3655       IMG_3672

 

 

 

Continue Reading

Danubio salato

Cari lettori,

Buon 2016!!!!:)

Negli ultimi mesi ho scoperto un nuovo mondo, quello dei lievitati. Cosa ci sarà mai di cosi’ diverso dal mondo della cucina e della pasticceria, direte voi? Beh, preparare una torta o dei biscotti richiede passione e attenzione ma preparare il pane o un lievitato dolce è un’altra cosa. Il lievito di birra richiede cura, dedizione e anche una certa dose di esperienza. Occorrono tempo e pazienza per preparare un buon lievitato. Ciò che mi affascina di più di questo mondo è però la scienza che vi è dietro. Il lievito di birra è una sostanza viva che necessita dei suoi tempi per scindere gli zuccheri complessi e formare etanolo, fenomeni alla base della fermentazione e successivamente della lievitazione. Ma ora torniamo a noi e al nostro danubio!

Ah già, ma che cos’è il danubio? E’ un soffice pane al latte,di origini napoletane, formato da tante piccole palline, ognuna farcita con un ripieno a vostra scelta. Al momento di servirlo, non servirà porzionarlo ma ognuno staccherà la propria pallina e scoprirà in cosa consiste il ripieno. Essendo molto versatile, io l’ho farcito una volta con prosciutto cotto, mozzarella e origano e un’altra volta, ho alternato palline farcite con funghi e formaggio asiago, ad altre farcite con pesto e stracchino. Voi ovviamente potete scegliere gli ingredienti che più preferite, a seconda dei vostri gusti.

Il pane fatto in casa, si sa, è tutta un’altra cosa e questo, in particolare, è talmente morbido e soffice che non ha nulla da invidiare a quello di una panetteria. Provare per credere!:)

Per circa 10 persone:
Per l’impasto:
  • 550 g farina 0 o farina manitoba;
  • 230 ml  latte;
  • 20 g zucchero semolato;
  • 1 cucchiaio scarso di sale;
  • 1 uovo medio;
  • 50 ml olio extravergine di oliva;
  • 5 g di lievito di birra secco.
Per la farcitura (questo è un suggerimento ma il ripieno è a vostra scelta):
  • 100 g prosciutto cotto;
  • 2 mozzarelle;
  • 50 g funghi in scatola;
  • origano q.b.
Per spennellare:
  • 1 tuorlo;
  • 1/2 tazzina di latte.

In una ciotola capiente, versate la farina setacciata, lo zucchero, il sale e il lievito secco (prestate attenzione a versarlo lontano dal sale, il quale altrimenti lo ucciderebbe!). Versate anche il latte tiepido, l’olio e l’uovo e mescolate finché gli ingredienti saranno amalgamati. Cominciate ad impastare con le mani e versate l’impasto su un piano di lavoro, leggermente unto con un filo d’olio. Continuate ad impastare fino a che otterrete un panetto compatto ed elastico. Rimettete il vostro impasto nella ciotola, copritelo con pellicola e mettetelo a lievitare per almeno 2 ore in un luogo caldo ( mettetelo nel forno spento con la luce accesa oppure preriscaldate lo stesso a 30°C e spegnetelo nel momento in cui mettete dentro l’impasto).

Nel frattempo tagliate la mozzarella a cubetti e il prosciutto a striscioline. Trascorse le 2 ore, suddividete l’impasto con un tarocco, in 20-25 pezzetti. Stendetene uno alla volta con un matterello per dargli una forma circolare, farcitelo con il prosciutto, la mozzarella, i funghi e una leggera spolverata di origano e richiudetelo pizzicando la pasta sul fondo. Man mano che formate le palline, disponetele all’ interno di una tortiera del diametro di 28-30 cm, che avrete prima foderato di carta forno, lasciando un piccolo spazio fra di esse, cosi’ che possano lievitare. Terminato l’ impasto, coprite la teglia e ponetela a lievitare nuovamente per un’altra ora.

Preriscaldate il forno ventilato a 160°C e inserite il vostro danubio, dopo averlo spennellato abbondantemente con un tuorlo sbattuto con un goccio di latte ( questo passaggio è facoltativo però renderà il vostro lievitato bello dorato e lucido in superficie). Fatelo cuocere per 25-30 minuti, a seconda dei forni.

E voilà! Che sia da portare al buffet di una festa, come accompagnamento ad un aperitivo o un tocco speciale per una cenetta in famiglia, il successo è assicurato!

IMG_2890        IMG_2897

IMG_3653        IMG_3672

Continue Reading